Al Museo del Cinema parte la rassegna “L’illusione e l’inganno”

Il Museo Nazionale del Cinema presenta al Cinema Massimo, da venerdì 2 marzo a lunedì 2 aprile 2018, la rassegna cinematografica L’illusione e l’inganno. Omaggio a Joseph L. Mankiewicz.
Produttore, regista e sceneggiatore, noto per i suoi dialoghi arguti e raffinati e per personaggi memorabili e intensi, Mankiewicz ha lavorato con molte delle più importanti star di Hollywood e si è guadagnato la reputazione di straordinario direttore di attori, guidando artisti come Bette Davis, Humphrey Bogart, Marlon Brando, Frank Sinatra, Elizabeth Taylor e Laurence Olivier in alcune delle loro più memorabili interpretazioni. Il debutto dietro la macchina da presa, dopo una discreta carriera da produttore, avviene nel 1945 in sostituzione di Ernst Lubitsch sul set di Il castello di Dragonwyck. Si cimenterà in tutti i generi, ma attribuendo una sempre maggiore importanza alla parola rispetto all’immagine, all’introspezione psicologica dei personaggi più che all’azione; nei suoi film, infatti, ricorrono l’esasperazione del melodramma, l’utilizzo della voce fuori campo (che moltiplica il punto di vista) e l’uso del flashback per ingannare le aspettative.

La rassegna sarà inaugurata venerdì 2 marzo alle ore 16.00, al Cinema Massimo in Sala Tre, dalla proiezione del film Il castello di Dragonwyck ( USA, 1946).
Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.