“Un pallone nel cuore”: un defibrillatore per i giovani atleti valenzani

Anche quest’anno, in occasione della 33° edizione della “Fera del Bunpat” che si svolgerà domenica 13 maggio a Valenza, l’associazione “Mano nella mano” organizzerà l’ormai consueto evento della “Pesca del giocattolo”. Tramite questa iniziativa l’associazione cerca di raccogliere fondi da utilizzare per progetti benefici o di utilità sociale. Con i fondi ottenuti dalla Pesca di quest’anno, l’associazione ha deciso di finanziare il progetto “Un pallone nel cuore”, nell’ambito del quale verrà acquistato un defibrillatore semi-automatico Dae, da donare al settore giovanile scolastico della società ValenzanaMado di Valenza. Il defibrillatore è uno strumento ormai essenziale, anche dal punto di vista legale, per svolgere attività sportive, di qualsiasi livello, in piena sicurezza e tranquillità per gli atleti.

L’associazione “Mano nella mano” è un’associazione volontaria di cittadini, non soddisfatti dal lavoro del comune in alcuni ambiti o comunque volenterosi di dare il proprio contributo al miglioramento della città. Già da alcuni anni l’associazione organizza, nell’ambito dell’evento del Bunpat, la “Pesca del giocattolo”, e nelle edizioni precedenti ha contributo a sostenere alcune progetti ritenuti utili per la comunità valenzana. “Mano nella mano” si conferma quindi sensibile alle esigenze dei cittadini e pronta a dare il proprio aiuto per cercare di realizzarle.

Stefano Lenti