Crac Italtrading, ai domiciliari anche il commercialista Dante Davio

La Guardia di Finanza di Milano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare per 7 persone coinvolte nel crac Italtrading.

Il passivo del crac è 200 milioni di euro e viene contestata anche l’emissione di fatture false per 53 milioni. Eseguito anche un sequestro da 5 milioni di euro.

Ai domiciliari sono finiti l’ex amministratore delegato di Italtrading Giovanni Pannaccione Apa, l’ex membro del C.d.A. di Libera Energia Carlo Bambini, l’ex presidente di Libera Energia Fabrizio Longa (che era anche ex presidente del Parco Scientifico Tecnologico di Tortona), gli ex componenti del collegio sindacale di Italtrading e Geifin (anch’essa fallita) Guido Guetta Ascer, il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Tortona il commercialista Dante Davio e l’ex presidente del collegio sindacale delle due società Umberto Buzzi. Emessa anche una misura interdittiva a carico di Isabella Liguori, ex componente del collegio sindacale di Geifin.