In Solvay la prima sperimentazione dell’apprendistato duale all’interno di un’azienda chimica del territorio


Ilaria Mercadante è una giovane studentessa che frequenta il quinto anno – indirizzo chimico – dell’Istituto Tecnico Industriale “Ascanio Sobrero” di Casale Monferrato. La sua motivazione e la sua passione per la chimica, unite al desiderio di sperimentare e sperimentarsi in un progetto innovativo e dal forte impatto formativo, hanno reso possibile la sua partecipazione al progetto di apprendistato duale attivato dallo Stabilimento Solvay di Spinetta Marengo.

Assunta con un regolare contratto di lavoro per la durata dell’intero anno scolastico, Ilaria dovrà lavorare e studiare, alternare giornate a scuola (per un terzo del monte ore previsto) a giornate in azienda (per i restanti due terzi), in una logica di rivisitazione in chiave moderna dello studente lavoratore che consegue il titolo di studio anche grazie alle ore di formazione teorica e di training on the job svolte in azienda.

Tutto ciò è possibile grazie all’accurata e preliminare progettazione congiunta tra scuola e azienda, che deve necessariamente tenere conto sia dei fabbisogni formativi, sia di quelli professionali. Solvay e l’Istituto Sobrero sono, quindi, nuovamente testimoni di una preziosa sinergia, essendo riusciti a costruire insieme un percorso in cui l’azienda stessa interviene quale ente educativo, sostituendosi alla scuola nel trasferire alcune conoscenze e competenze del programma ministeriale.

Ilaria è stata inserita come analista presso il Laboratorio Fluidi di Spinetta Marengo, seguita dalla tutor aziendale Silvia Rossi, responsabile del laboratorio stesso. Sarà per lei l’opportunità di apprendere tecniche analitiche complesse e di approcciare a metodi non disponibili in un laboratorio scolastico.

L’apprendistato duale si propone, quindi, come il tassello sino ad ora mancante tra l’alternanza scuola-lavoro di cui Solvay è attivo promotore da oltre 10 anni (circa 300 studenti sono stati accolti nei laboratori di controllo qualità e all’interno dei servizi tecnici), e l’apprendistato professionalizzante che è stato lo strumento per inserire 120 ragazze e ragazzi, tra i migliori diplomati tecnici della nostra Provincia.

Fadila Hechaichi, Responsabile del Gruppo per la valorizzazione dei giovani “Oggi è un giorno molto importante per rafforzare la strategia di Solvay in Italia nell’area dell’education. Creare le condizioni per implementare programmi di Apprendistato duale è ciò che Solvay ha bisogno. Infatti crediamo che questo sia il miglior modo per preparare al meglio studenti interessati ad entrare nel mondo del lavoro. Questo ci aiuterà ad attrarre i migliori talenti”.

Andrea Diotto, Direttore di Solvay Spinetta Marengo: “Il progetto conferma lo spirito di innovazione continua che contraddistingue il DNA della nostra Società. Sono fiero, come responsabile di questo importante stabilimento, di testimoniare il nostro impegno e la nostra dedizione nel creare più futuro per i giovani e più futuro per Spinetta”.