Luglio 13, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

All’interno dei colloqui commerciali di Damian Lillard per i Trail Blazers

All’interno dei colloqui commerciali di Damian Lillard per i Trail Blazers

Adrian VojnarowskiSenior insider dell’NBA6 luglio 2023, 06:45 ET7 minuti per leggere

La guardia Damian Lillard ha chiesto uno scambio ai Portland Trail Blazers il 1° luglio.Sam Forencich/NBAE tramite Getty Images

Per le squadre che chiedono a gran voce di scambiare Damian Lillard, il messaggio dei Portland Trail Blazers è stato chiaro: fai la tua migliore offerta e rendi la tua squadra la nostra destinazione di scambio preferita. Il direttore generale Joe Cronin non ha intenzione di gestire un cancello di trasferimento ai Miami Heat e consegnare i migliori blazer della storia alla sua squadra bersaglio.

La proprietà prevede di onorare la richiesta di Lillard con uno scambio, ma i funzionari di Blazers stanno dicendo alle squadre che trasferiranno Lillard solo per il massimo ritorno di risorse disponibili. Portland è alla ricerca di un pacchetto strisciante all-star di ambite scelte al draft e giovani giocatori di alto profilo. Per l’estate, Cronin ha avuto il mercato delle scommesse su Miami.

Durante l’esecuzione dell’uscita del più grande giocatore nella storia del franchise, i dirigenti che parlano con Cronin lo descrivono come privo di emozioni. Affari per Lillard, affari per Blazer.

Mentre Cronin esplora la scena più ampia, l’agente di Lillard, Aaron Goodwin, ha chiamato potenziali partner commerciali e messo in guardia dal scambiare il suo cliente, hanno detto i team manager a ESPN. Goodwin dice alle organizzazioni al di fuori di Miami che scambiare per Lillard scambia per un giocatore infelice. Poiché la sovrapposizione continua, questa è una manovra dell’agente rispettabile per tagliare le offerte e aprire un percorso verso una destinazione predeterminata.

I direttori generali che hanno parlato con ESPN hanno suggerito che la pressione non influirà sul modo in cui vanno avanti. Avranno Lillard con un contratto di quattro anni e pensano che la sua macchina virtuale funzionerà ancora bene e bene.

Un anno fa, Lillard ha inseguito i Blazers nel tratto Supermax e ha ottenuto un contratto quadriennale del valore di $ 176 milioni, inclusa una media annuale di $ 60 milioni quando aveva 35 e 36 anni. Questo rende più difficile per i Blazer scambiare Lillard, non più facile. Alcune squadre vedono questa estensione come una piaga sul loro cappello.

READ  NHL Trade Grades: l'aggiunta di Chris Tanev è una grande vittoria per le stelle

In un mondo perfetto, Portland vorrebbe esaudire il desiderio di Lillard di giocare per Miami. Inoltre, in un mondo perfetto, Lillard non avrebbe firmato quell’estensione e l’avrebbe chiesto un anno dopo. In definitiva, scambiare una superstar è un processo imperfetto per un piccolo franchising di mercato. Cronin ha chiarito che la sua lealtà è per il futuro del franchise, non per il suo passato.

L’età e l’enorme contratto di Lillard complicano il suo valore, che probabilmente atterrerà da qualche parte tra due grandi scambi per i Phoenix Suns prima e dopo il loro nuovo accordo di contrattazione collettiva. Un pacchetto storico per Kevin Durant e un affare molto più leggero per Bradley Beal: è una vasta gamma di risorse. Il contratto da 208 milioni di dollari di Bell e la clausola di non scambio erano fattori unici.

Per quanto sgradevole possa essere il potenziale pacchetto degli Heat per i Blazers, potrebbe superare il mercato? E se non possono, osano tenere Lillard e aspettare che il processo finisca per vedere se le offerte fluttuano? Brooklyn non aveva l’accordo Durant a luglio che aveva alla scadenza commerciale di febbraio.

Miami non può offrire più di due scelte al primo giro (2028 e 2030), cinque anni di scambi al primo giro, la scelta al primo giro del 2022 di Nikola Jovic e i diritti sulla scelta al primo giro del 2023 di Jaime Jacques Jr., entrambe stanno ruotando prospettive. . Poiché ha appena firmato il suo contratto di base, Jaquez non può essere ceduto fino al 31 luglio.

Portland non vuole la guardia Tyler Herro e i quattro anni e i 120 milioni di dollari dovuti per la sua estensione, ma i team hanno detto a ESPN che consegneranno una buona scelta al primo turno ai Blazers – forse qualcosa di più – per diventare il facilitatore affrontando Herro in un accordo a tre.

Sulla scia di precedenti richieste di scambio, come quelle fatte da Durant la scorsa stagione o Anthony Davis nel 2019, ci sono differenze derivanti dalla determinazione di Lillard a concludere un affare a Miami. I Los Angeles Lakers e i Suns hanno accumulato premi elevati durante frequenti viaggi alla lotteria e hanno trasformato quelle risorse in futuri giocatori All-Star. Miami ha saltato i playoff tre volte nelle ultime 15 stagioni, rendendo difficile ottenere il pacchetto necessario per il tipo di blockbuster che i Blazers vogliono negoziare. Questo è anche il caso dei Los Angeles Clippers, che hanno un interesse nel commercio di Lillard, hanno detto fonti.

READ  Gli Yankees scambiano Luke Voight con Padres

Le scelte del draft di solito sono più vicine alla fine del primo round, quindi Portland vorrà un mix di scelte e piccoli elementi costitutivi come i Brooklyn Nets e i New Orleans Pelicans ottenuti dagli accordi di Durant e Davis: Mikal Bridges e Cam Johnson a Brooklyn, Brandon Ingram e Lonzo Ball a New York Orleans. Non solo scelte, ma un giocatore come Lauri Markkanen, che è stato acquisito dagli Utah Jazz nello scambio di Donovan Mitchell con i Cleveland Cavaliers.

Cronin ha deciso di rivelare una serie di giocatori e scelte che riflettono lo status di Lillard come uno dei primi 10 giocatori al mondo, anche se i Blazers non ottengono la serie completa di accordi mostruosi per Davis e Durant. Per questo motivo, c’è motivo di aspettarsi un processo metodico e macinante che potrebbe estendersi fino a luglio e agosto. Per Cronin e Blazers, la Las Vegas Summer League è un’opportunità per confrontarsi faccia a faccia con i dirigenti del team, separando coloro che contattano Lillard per una chiamata di routine semplicemente per compiacere un proprietario o una superstar da coloro che sono legittimamente desiderosi. entrare nelle basi della negoziazione di uno scambio.

Bobby Marks analizza il potenziale pacchetto commerciale termico di Lillard

Bobby Marks descrive in dettaglio come sarebbe un’offerta di scambio dei Miami Heat per Damian Lillard.

I piccoli team di mercato come lo Utah non possono permettersi di ottenere giocatori come Lillard in free agency, ma armati di opzioni per reclutare e sviluppare giovani giocatori, possono diventare pericolosi osservatori nel processo di scambio. Fonti hanno detto che Jazz ha chiamato per controllare Lillard, ma non è uno sviluppo significativo. Lo spettacolo sarà uno sviluppo. In primo luogo, i Jazz dovrebbero considerare se il programma di 33 anni di Lillard ha senso per la loro giovane squadra – e possono ottenerlo a un costo ragionevole per rimanere flessibile per la prossima giovane stella che diventa disponibile negli scambi?

READ  Fonti - Caldwell-Pope conclude un accordo di free agent con Magic

Forse Lillard non è adatto al jazz, ma lo farà da qualche parte, prima o poi. Forse quest’estate, forse è la disperazione per il pessimo inizio di regular season di un’altra squadra. Alcune squadre stanno arrivando in modo aggressivo per un nuovo fuoriclasse disponibile. Quelli con risorse limitate offrono tutto con la consapevolezza che probabilmente saranno leggeri su ciò che è necessario per renderli un valido partner commerciale. Altre squadre stanno aspettando, ai margini dell’operazione. Sperano che un’offerta contenuta, unita a promozioni moderate, alla fine assicurerà loro una stella. Così Toronto è sbarcata a San Antonio Kawhi Leonard Cinque estati fa.

Ed è così che Miami potrebbe ancora finire per sbarcare Lillard. Aspetta, aspetta la confusa incertezza del funzionamento e spera che i giorni estivi delle festività natalizie mangino le ambizioni dei concorrenti. Senza uno scambio, Portland potrebbe sempre riportare Lillard per iniziare il ritiro a settembre. Inviterà un ambiente teso per tutti, specialmente per il nucleo giovane e brillante dei giocatori dell’organizzazione. Quel che è peggio è accontentarsi di un cattivo affare.

Di tanto in tanto, i rappresentanti di Lillard avvertono i team di pubbliche relazioni che un incubo di pubbliche relazioni può finire. Alcuni possono evitare i colloqui di lavoro, mentre altri possono limitare le risorse che sono disposti a portare a Portland. Tuttavia, alcuni dirigenti vedranno ancora l’opportunità di ottenere una guardia All-NBA. Basta che i Blazer abbiano un solo socio in affari.

Tutti sono entusiasti di andare avanti, ma Cronin ha il dovere di ottenere il massimo valore dall’affare Lillard. Se quest’estate non riesce a produrre qualcosa di meglio sul mercato, ci vorrà un po’ di forza per fissare il gruppo di pedoni di Miami, rifiutandosi di lasciar andare Damian Lillard e riportarlo indietro per iniziare la stagione.

Questo è il mestiere della vita di Joe Cronin nella NBA. Non devi andare veloce, ma devi andare a destra.