Dicembre 8, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Anwar funziona in Malesia, governo inclusivo | Notizie elettorali

Kuala Lumpur Malesia – Anwar Ibrahim ha iniziato a lavorare come primo ministro della Malesia dopo essersi impegnato a guidare un governo inclusivo nella nazione multietnica e multireligiosa del sud-est asiatico.

Anwar ha prestato giuramento dal re venerdì alle 9:00 (01:00 GMT) presso l’ufficio del primo ministro nella capitale amministrativa del paese, Putrajaya.

Nella sua prima conferenza stampa di giovedì sera, l’anziano statista di 75 anni ha delineato i suoi piani per il Paese.

Ha detto che non prenderà uno stipendio e che il suo governo “garantirà e proteggerà i diritti di tutti i malesi, specialmente degli emarginati e dei poveri, indipendentemente dalla razza o dalla religione”.

Ha anche sottolineato l’importanza della riforma.

“Non scenderemo mai a compromessi sul buon governo, sulla lotta alla corruzione, sull’indipendenza giudiziaria e sul benessere dei malesi ordinari”, ha affermato.

Anwar è stato nominato primo ministro dal re sabato scorso dopo un’elezione inconcludente che ha dato più seggi alla sua coalizione Pakatan Harapan (PH), ma non ha raggiunto la maggioranza necessaria per formare un governo. PH governerà il paese per la prima volta in una coalizione tra il Kapungan Party Sarawak (GPS), il principale partito nello stato del Sarawak nel Borneo malese, e il Barisan Nasional (PN), che ha dominato la politica malese fino al 2018. Una truffa multimiliardaria ha avuto luogo nel fondo statale 1MDB.

All’inizio della sua conferenza stampa di giovedì sera, Anwar ha ricevuto una telefonata di congratulazioni dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan dopo aver condiviso un video sui social media della sua conversazione con il presidente indonesiano Joko Widodo. Anwar ha descritto l’Indonesia come un “vero amico” della Malesia e ha affermato di essere concentrato sul rafforzamento delle relazioni tra i due paesi.

Anwar ha risposto alle domande in una fitta conferenza stampa a tarda notte giovedì, dove ha delineato i piani per la sua amministrazione. [Vincent Thian//Pool via Reuters]

Anche il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha notato l’affluenza alle urne e si è congratulato con Anwar e con il popolo malese.

READ  DK Metcalf, Seahawks accettano un'estensione di tre anni, $ 72 milioni, ora il sesto wide receiver della NFL più pagato

“Non vediamo l’ora di approfondire la nostra amicizia e cooperazione basata su principi democratici condivisi e sul rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto”, ha affermato Blinken. “Siamo impegnati a lavorare con la Malesia per promuovere una regione indo-pacifica libera e aperta, connessa, prospera, sicura e resiliente”.

“Conferma di maggioranza”

La nomina di Anwar a primo ministro conclude un importante percorso politico per il nato nel 1947 nello stato settentrionale di Penang. Dopo aver lasciato il segno come focoso attivista studentesco, il giovane Anwar è stato attratto dalla United Malays National Organization (UMNO). L’allora partito di coalizione BN al governo, dove è cresciuto rapidamente.

La sua scioccante espulsione nel 1998 e le successive accuse di detenzione e corruzione hanno alimentato l’opposizione politica in Malesia, sollecitando richieste di riforma – note come “riforma” – e contribuendo a un graduale riallineamento della politica del paese. Anwar ha scontato un secondo processo per sodomia e una condanna prima di essere graziato e rilasciato dal carcere nel 2018.

James Tsai, in visita al Malaysian Studies Program presso l’Istituto ISEAS-Yusof Ishak di Singapore, ha dichiarato: “Solo un uomo come Anwar può contenere le contraddizioni della Malesia e trasformare il paese in una nuova pagina della storia. “Molti direbbero che è esattamente ciò di cui la nazione ha bisogno. Dopo anni di frustrazione, la generazione riformista può tirare un sospiro di sollievo”.

Il governo del PH di Anwar è crollato sotto la spinta dei conservatori malesi, un secondo mandato per una coalizione riformista dopo 22 mesi nella sua ultima amministrazione. Il Paese si trova in uno stato di instabilità da quando negli anni si sono insediati due Primi Ministri.

Anwar sembra desideroso di tracciare una linea rispetto alle manovre politiche e afferma che un voto di fiducia per mostrare la forza della nuova coalizione sarà il primo punto all’ordine del giorno mentre il parlamento si riunisce per la prima volta il 19 dicembre.

READ  Capital rilascia il rapper AI FN Mega dopo il contraccolpo

“Abbiamo una maggioranza davvero solida”, ha detto venerdì in una conferenza stampa, rappresentando i due terzi dei 222 seggi in parlamento. Una maggioranza di quelle dimensioni darebbe alla coalizione il potere di cambiare la costituzione.

L’ex primo ministro Muhyiddin Yassin, che ha guidato la coalizione nazionale Perikatan (BN) che ha cercato di formare un governo dopo l’impiccagione del parlamento, si è congratulato con Anwar per la sua nomina venerdì.

In una dichiarazione, il PN ha affermato che svolgerà un “ruolo di controllo ed equilibrio” in parlamento.

La coalizione conservatrice ha ottenuto il secondo voto più alto nelle elezioni, insieme al partito islamista della Malesia PAS, che ha ottenuto più seggi tra i suoi membri ed è emerso come il più grande partito in parlamento.

Insieme all'aspetto serio di Muhyid, è circondato da leader di altri partiti della sua coalizione, tra cui Abdul Hadi Awang di Baz.
Il leader del PN Muhyiddin Yassin (al centro) sfida Anwar a dimostrare la sua maggioranza in una conferenza stampa poco prima dell’insediamento di Anwar. Anwar in seguito ha affermato che il voto di fiducia sarà il primo punto all’ordine del giorno quando il Parlamento si riunirà il mese prossimo. [Arif Kartono/AFP]

Giovedì il leader del PN ha esortato Anwar a “dimostrare” la sua maggioranza.

Tuttavia, Muhyiddin non ha tenuto un voto parlamentare dopo essere stato nominato primo ministro dal re nel 2020, quando le lotte di potere all’interno della coalizione PH hanno portato al suo crollo.

Muhyiddin faceva parte del governo PH ma ha abbandonato la nave con altri politici. Rimase in carica solo per 17 mesi prima che anche lui venisse abbattuto dalla politica – fu sostituito da Ismail Sabri Yacob di Umno.

Ismail Sabri ha lavorato sotto la pressione delle fazioni del suo partito per più di un anno prima di indire le elezioni a novembre.

Costruire la fiducia

Gli analisti hanno affermato che era importante per Anwar imparare le lezioni del primo governo del PH e creare fiducia per garantire la longevità della sua amministrazione.

“Molto dipenderà da chi nominerà nel suo gabinetto e se potranno lavorare insieme”, ha detto Bridget Welsh. “Ci sono molte lezioni da imparare dal primo governo di Pakatan Harapan in termini di costruzione della fiducia, gestione delle aspettative e comunicazione. Queste saranno le sfide per il futuro.

READ  Celtics contro. Heat Score, Takeaways: Fuggi dal Boston Rally e passa alla finale NBA dopo aver vinto il Wire-to-Wire Game 7.

Venerdì, in una conferenza stampa, ha nuovamente insistito per ridurre le dimensioni del gabinetto, che negli ultimi anni è salito a quasi 70 ministri e viceministri. Welsh ha affermato che è fondamentale che gli incaricati siano qualificati ed esperti date le sfide che la Malesia deve affrontare e che ciò rifletta le realtà socio-economiche della Malesia e la sua popolazione giovanile.

Il paese è prevalentemente musulmano malese e l’Islam è la religione ufficiale, ma ci sono significative minoranze etniche come cinesi, indiani e popolazioni indigene.

La razza e la religione sono state a lungo questioni delicate nel paese. Le tensioni sono aumentate durante le due settimane di campagna elettorale, con la polizia che ha messo in guardia i malesi questa settimana dal pubblicare contenuti “provocatori”.

Gerald Joseph, che fino all’inizio di quest’anno è stato il commissario per i diritti umani della Malesia e un attivista di lunga data per la democrazia, ha affermato di aver accolto con favore il potenziale per la Malesia di aprire un nuovo capitolo, citando diverse recenti riforme come l’abbassamento e l’età del voto automatico. Voter Registration, 2018 è stato lanciato sotto PH.

Il nuovo primo ministro dovrebbe concentrarsi sulle riforme in parlamento, tra cui garantire la nomina di un oratore neutrale e conferire potere alle commissioni speciali.

Joseph ha detto ad Al Jazeera: “Anwar deve mettersi alla prova come qualsiasi altro primo ministro. “Dovrebbe fare un lavoro di riforma. Deve fare il lavoro di governo.