Giugno 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Centinaia di ossa di mammut scoperte in una cantina austriaca

Centinaia di ossa di mammut scoperte in una cantina austriaca

H. Baru-Souchon/OeAW-OeAI

Durante la ristrutturazione della sua cantina a Gobelsburg, nella regione di Krems, Andreas Bernerstorfer ha scoperto enormi ossa che si sono rivelate appartenere a un mammut dell’età della pietra.



CNN

Centinaia di Mammut Sono state rinvenute ossa in una cantina austriaca, in un ritrovamento descritto come di “sensazione archeologica”.

Si ritiene che i resti abbiano tra i 30.000 e i 40.000 anni, secondo gli esperti.

Andreas Bernerstorfer ha fatto la sorprendente scoperta lo scorso marzo mentre rinnovava la sua cantina nel villaggio di Gobelsburg, a circa 70 chilometri a nord-ovest di Vienna.

La scoperta è stata descritta come la più importante del suo genere in più di un secolo, secondo i ricercatori dell’Accademia austriaca delle scienze (OeAW), che ora stanno recuperando le ossa, descrivendola come una “sensazione archeologica”, hanno detto mercoledì. comunicato stampa.

Bernerstorfer ha deciso di eseguire alcuni lavori per livellare il pavimento della cripta, ha detto giovedì alla CNN in una videochiamata l’archeologa Hanna Barrow Suchon, ricercatrice dell’OeAW.

“Voleva livellare il pavimento della sua cantina perché era inclinato e ha rimosso del cemento al centro”, ha detto.

“Quasi subito trovò le ossa, che inizialmente pensò fossero di legno. Poi guardò più da vicino e si ricordò la storia di suo nonno che negli anni ’60 aveva ampliato la volta e aveva trovato alcuni molari di mammut.

Bernerstorfer ha segnalato il ritrovamento all’Ufficio archeologico federale, che lo ha riferito all’OeAW perché, come ha detto Barro Suchon alla CNN, “Siamo esperti dell’età della pietra”.

Lei e il suo team di archeologi hanno iniziato gli scavi all’inizio di maggio. “È diventato subito chiaro che non si trattava solo di poche ossa di mammut, ma di un numero molto elevato di ossa di mammut”, ha detto.

READ  L'Azerbaigian ferma l'attacco al Karabakh dopo un accordo di cessate il fuoco con i separatisti armeni

Baro Suchon ha detto che avevano “almeno 300 ossa”, che sono state trovate ammassate insieme.

H. Baru-Souchon/OeAW-OeAI

L’area scavata è relativamente piccola, quindi il team spera di tornare più tardi quest’estate per continuare le indagini.

“Pensiamo di avere per lo più animali completi. Non sono anatomicamente correlati ma probabilmente abbiamo tutte le parti”, ha detto, aggiungendo che la collezione recuperata include alcuni reperti rari, tra cui un osso della lingua.

Gli archeologi ritengono che le ossa appartengano a tre mammut separati. Il sito che hanno scavato misura solo 12 metri quadrati, ma sperano di tornarci in agosto per continuare le loro ricerche.

“Adoro fare l’archeologa. Ho scavato molte cose interessanti, ma ho sempre desiderato scavare i mammut”, ha detto, aggiungendo che la scoperta delle ossa di mammut è stata la prima volta per lei. “Posso negarlo”.

H. Baru-Souchon/OeAW-OeAI

Sono state scoperte più di 300 ossa dense, anche se è probabile che molte altre siano state sepolte sotto la volta.

Siti simili furono scavati altrove in Austria e nei paesi vicini più di 100 anni fa, il che significa che non sono disponibili per la ricerca moderna.

“È la prima volta che siamo in grado di indagare su qualcosa di simile in Austria utilizzando metodi moderni. Si tratta di un’opportunità di ricerca unica”, ha detto Baro Suchon nel comunicato stampa.

Gli scavi, finanziati dall’Ufficio Archeologico Federale e dalla Provincia della Bassa Austria, sollevano molte domande, tra cui se questi animali siano stati uccisi dai cacciatori dell’età della pietra.

“Sappiamo che gli esseri umani cacciavano i mammut, ma sappiamo ancora molto poco su come lo facessero”, ha detto Baru Suchon, aggiungendo che in questo sito potrebbe essere stata piazzata una trappola per animali.

READ  Nove lavoratori sono dispersi dopo che una frana ha colpito una miniera d'oro in Türkiye

Una volta che i ricercatori avranno terminato il loro lavoro, le ossa verranno trasferite al Museo di Storia Naturale di Vienna per il restauro.

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.