Dicembre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli utili della Wall Street Bank scendono con l’avvicinarsi delle nuvole economiche, alcune hanno superato le aspettative

Gli utili della Wall Street Bank scendono con l'avvicinarsi delle nuvole economiche, alcune hanno superato le aspettative

(Reuters) – I profitti delle maggiori banche di Wall Street sono diminuiti nel terzo trimestre mentre si preparavano a un’economia più debole mentre l’investment banking è stato duramente colpito, ma gli investitori hanno visto il rialzo con alcune banche che hanno battuto le stime.

JPMorgan Chase & Co (JPM.N)Morgan Stanley (MS.N)Citigroup Inc (CN) Wells Fargo & Co (WFC.N) Ha mostrato un calo dell’utile netto dopo che i mercati turbolenti hanno soffocato l’investment banking e gli istituti di credito hanno messo da parte denaro più piovoso per coprire le perdite dei mutuatari inadempienti.

“Siamo in un ambiente in cui è un po’ strano”, ha affermato Jamie Dimon, amministratore delegato di JPMorgan, che ha affermato che mentre la banca aveva sperato per il meglio, siamo sempre rimasti vigili e preparati per risultati negativi.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Le banche centrali di tutto il mondo stanno lottando con l’aumento dell’inflazione che dovrebbe causare un rallentamento economico. La Federal Reserve ha alzato il tasso di interesse di riferimento da quasi zero a marzo all’attuale range del 3,00% al 3,25% e ha indicato ulteriori aumenti.

Tassi più alti tendono ad aumentare i profitti delle banche, ma il rischio più ampio di recessione economica dovuto all’aumento dell’inflazione, alle strozzature della catena di approvvigionamento e alla guerra in Ucraina potrebbe influire sugli utili futuri.

In una teleconferenza, Dimon ha affermato che i consumatori statunitensi sono rimasti forti e che non si aspettava una recessione, ma “ci sono molti venti contrari là fuori”.

Ha avvertito che i soldi che le persone hanno nei loro conti correnti “probabilmente saranno esauriti entro la metà del prossimo anno” poiché devono affrontare venti contrari come inflazione, tassi di interesse elevati e tassi ipotecari elevati.

READ  Home Depot batte i profitti in mezzo al crollo immobiliare; Basso in coperta

Le banche stanno stanziando più soldi in preparazione al colpo di un possibile rallentamento economico. JPMorgan ha stanziato $ 808 milioni di riserve, Citi ha aggiunto $ 370 milioni alle riserve e Wells ha ricevuto un aumento di $ 385 milioni di accantonamenti per perdite su crediti.

Tuttavia, le azioni JPMorgan e Wells Fargo sono aumentate fortemente, rispettivamente del 2,5% e del 3,7%, mentre le azioni Citi sono aumentate dell’1,2% poiché il calo degli utili non è stato così profondo come si temeva.

JPM ha anche affermato che spera di poter riprendere i riacquisti di azioni all’inizio del prossimo anno, sebbene altre banche siano meno ottimiste poiché Citi ha affermato che i riacquisti sono ancora in sospeso e Wells Fargo ha affermato di essere rimasto cauto sui riacquisti.

“JPMorgan ha fornito una solida serie di risultati, dall’alto verso il basso”, ha scritto in una nota Susan Ruth Katzky, analista di Credit Suisse. “Almeno altrettanto importante è l’evidenza della preparazione del management attraverso qualunque svolta prenderà la macroeconomia; aspettatevi che quest’ultima sia al centro dell’attenzione”.

JPMorgan ha riportato un calo del 17% dell’utile del terzo trimestre a $ 9,74 miliardi, sebbene questo sia stato inferiore al previsto. Wells Fargo ha registrato un calo del 31% a 3,53 miliardi di dollari, ma ha anche superato le aspettative. Citi ha riportato un calo del 25% a 3,5 miliardi di dollari, che ha anche superato le aspettative.

“La maggior parte di queste banche sta generando più entrate che mai a causa della variazione dei tassi di interesse”, ha affermato Chris Marinac, direttore della ricerca presso Janie Montgomery Scott. “E quello è stato il primo trimestre in cui hai avuto il pieno impatto della Fed, perché la Fed è aumentata un po’ a maggio”.

JPMorgan ha affermato che il reddito netto da interessi è aumentato del 34% a un record di $ 17,6 miliardi, in crescita del 34%.

“Nel complesso sembra che le banche stiano beneficiando di un contesto di tassi più elevati e chiaramente abbiamo visto che le banche sono in grado di guadagnare, in termini di entrate, a tassi di interesse più elevati”, ha affermato Eric Theoret, analista macroeconomico globale presso Manulife Investment Management.

Marinac ha detto che gli investitori vorranno vedere le banche costruire riserve a questo punto del ciclo economico.

“Si stanno preparando per un atterraggio duro, perché stanno costruendo riserve”, ha detto Marinac. “Ma non è necessariamente una cosa negativa.”

Mentre un certo numero di banche è riuscito a superare le aspettative, Morgan Stanley ha annunciato un calo del 30% degli utili a 2,49 miliardi di dollari, che non si discosta dalle stime. Le sue azioni sono scese del 5%.

I guadagni di Morgan Stanley hanno mostrato che i ricavi dell’investment banking si sono più che dimezzati a 1,3 miliardi di dollari con cali nei settori della consulenza, delle azioni e del reddito fisso della banca.

Grafica Reuters

James Gorman, presidente e CEO di Morgan Stanley, ha affermato che le prestazioni della sua azienda sono state “resilienti ed equilibrate in un ambiente instabile e stimolante”.

L’interesse delle società per fusioni e acquisizioni e offerte pubbliche iniziali è svanito, colpendo particolarmente le banche nell’investment banking. Le fusioni e acquisizioni globali sono crollate nel terzo trimestre con volumi negli Stati Uniti in calo di quasi il 63% poiché l’aumento del costo del debito ha costretto le aziende a rimandare grandi acquisizioni.

READ  Le azioni crollano con Fed, guadagni e dati sul lavoro sul ponte

E mentre le banche erano ottimiste sulla loro capacità di resistere a un’economia potenzialmente più difficile, alcuni osservatori erano preoccupati per le prospettive di crescita a lungo termine.

“Sullo sfondo di venti contrari economici, i forti rapporti sugli utili di questa mattina si sposteranno rapidamente nello specchietto retrovisore”, ha affermato Peter Torrente, National Head of Banking and Capital Markets di KPMG negli Stati Uniti. I timori di inflazione, che mostrano pochi segnali di rallentamento. verso il basso, gettando un’ombra sulle prospettive future”.

Torrente ha affermato che mentre le entrate bancarie riflettono il vantaggio di tassi di interesse più elevati e la continua domanda di prestiti, l’accumulo di accantonamenti per perdite su prestiti riflette anche l’incertezza sulla strada da percorrere.

“Nel prossimo trimestre e oltre, il rischio di credito, la crescita dei prestiti e i saldi dei depositi saranno aree chiave da tenere d’occhio nel settore bancario”, ha affermato Torrente.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Saeed Azhar, Lanan Nguyen e David Barbuchia a New York, Noor Zainab Hussain, Nikit Nishant, Mahnaz Yasmin, Suita Singh e Manya Saini a Bengaluru Scrittura di Megan Davis Montaggio di Lanana Nguyen, Mark Potter, David Gregorio e Chizu Nomiyama

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.