Aprile 15, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il commissario NHL Gary Bettman sul futuro dei Winnipeg Jets: “Penso che questo sia un mercato forte”

Il commissario NHL Gary Bettman sul futuro dei Winnipeg Jets: “Penso che questo sia un mercato forte”

WINNIPEG — Non è la presenza di Gary Bettman a Winnipeg a preoccupare i tifosi dei Jets. E' il suo scopo.

Il commissario NHL arriva nella maggior parte dei mercati nel corso di una stagione tipica. Si è rivolto ai media a Winnipeg la scorsa stagione, aprendo il suo intervento dicendo che non aveva alcuna emergenza da affrontare o novità da annunciare.

La visita di questa stagione è arrivata con la percezione di rischi più elevati, ma Bettman è stato chiaro nel suo sostegno a True North come gruppo di proprietà e Winnipeg come mercato NHL.

“Penso che ci siano state molte speculazioni sul motivo per cui sono qui oggi”, ha detto Pittman martedì a Winnipeg. “È qui che l'hockey è importante. Penso che questo sia un forte mercato NHL. Penso che la proprietà abbia assunto impegni straordinari nei confronti dei Jets, in questa arena, nell'area del centro, comprese centinaia di milioni di dollari. Non sono sicuro del perché la gente ipotizza che la NHL non sarà qui in un modo o nell'altro.

Lo ha rivelato il presidente dei Jets Mark Chipman L'atleta La scorsa settimana, le vendite di abbonamenti a Winnipeg sono diminuite del 27% in tre anni, passando da circa 13.000 a poco meno di 9.500 biglietti.

“Non sarei onesto con voi se non dicessi: 'Dobbiamo tornare a 13.000'”, ha detto Chipman la settimana scorsa. “Il posto in cui ci troviamo adesso, non funzionerà a lungo termine. Non è così.”

Bettman ha detto nel 2011 che i Jets dovevano riempire il loro edificio ad ogni partita affinché la NHL funzionasse a Winnipeg. Martedì, ha qualificato tale affermazione in merito alla diminuzione delle passività degli abbonamenti.

“So che Mark Chipman e David Thompson non sono solo interessati a restare nella NHL. Vogliono prosperare”, ha detto Bettman. “Questo verrà risolto. Non la considero una crisi, ma penso che, come per qualsiasi squadra in qualsiasi mercato, ci debba essere cooperazione tra la comunità, i tifosi e il club e penso che alla fine arriverà anche qui.

Pittman ha parlato con ottimismo simile durante la sua visita a Winnipeg la scorsa stagione. I Jets hanno giocato con una capacità del 93,6% nel 2022-23, secondo Hockey Reference, ma tale numero è sceso all’87,3% finora in questa stagione.

Parlando ai giornalisti martedì, Bettman ha minimizzato le preoccupazioni che il franchise debba affrontare un imminente trasferimento se la base degli abbonamenti non verrà aumentata presto.

READ  'Prestazione straordinaria': Kylian Mbappe ha dato il massimo nella finale della Coppa del Mondo

“Chiaramente la partecipazione deve migliorare”, ha aggiunto Pittman. “Ho fiducia nell’organizzazione e, cosa più importante, ho fiducia in questa comunità”.

Chipman ha recentemente preso in mano la situazione, invitando gli ex possessori di abbonamenti a farsi un'idea migliore del motivo per cui stavano rinunciando ai loro posti. Ha anche fatto visite a domicilio: Chipman è stato raggiunto dai fuoriclasse Josh Morrissey e Mark Scheifele per un'ultima visita a casa di un ex abbonato. Fa parte di una strategia generale per migliorare il servizio clienti e le vendite a True North, che Chipman ha ammesso non era molto buona quando la squadra ha esaurito l'intero inventario di abbonamenti in pochi minuti, quindi ha esaurito l'edificio per la maggior parte degli otto consecutivi. le stagioni.

“Per 10 anni non siamo stati un'organizzazione di vendita; “Eravamo un'organizzazione di servizi e, a dire il vero, non sono sicuro che fossimo un'organizzazione di servizi così brava”, ha detto Chipman. L'atleta.

Chipman era altrettanto contrito durante il suo discorso ai fan riuniti al Canada Life Centre prima della partita di martedì. Parlando insieme a Bateman e al vice commissario Bill Daly, Chipman si è scusato per i passati fallimenti del servizio clienti, in particolare per quanto riguarda la mancanza di flessibilità con i pacchetti di abbonamenti. Il servizio clienti è stato citato da alcuni ex abbonati come motivo della loro partenza.

All'inizio della giornata, Morrissey ha espresso il suo entusiasmo per l'opportunità di incontrare i fan dei Jets con Chipman e Scheifele.

“Non potrebbe essere più canadese di così, secondo me. Una pista di pattinaggio all'aperto su tre cortili con alberi in mezzo al ghiaccio,” ha detto Morrissey. “Penso che sia la cosa che ho sempre apprezzato dell'organizzazione dei Jets. , e Mr. Chipman, è il loro impegno per la città di Winnipeg e il loro amore per Winnipeg.

“Penso che questo sia solo un altro esempio di come cerca di convincere i giocatori a interagire con alcuni grandi fan e a far parte di questa comunità.”

L'investimento di True North nei Jets è pesante e continuo: Winnipeg ha acquisito l'ex capitano Blake Wheeler in questa offseason, prima di firmare l'acquisizione commerciale Gabriel Vilardi a luglio e le star di lunga data Scheifele e Connor Hellebuyck per abbinare estensioni AAV di sette anni da 8,5 milioni di dollari in ottobre. Winnipeg ha rifirmato Nino Niederreiter con un contratto biennale poco dopo, e all'inizio di questo mese ha acquisito Sean Monahan da Montreal per proseguire la sua corsa ai playoff. A settembre True North ha inoltre stanziato 13 milioni di dollari per lavori di ristrutturazione del Canadian Life Centre.

READ  Eagles News: Jeffrey Lowery rilascia una dichiarazione sul ritiro di Ray Deedinger

Ecco altre note e citazioni dalla disponibilità di Bettman martedì con i media di Winnipeg.

Sulla pandemia e sul perché gli aerei faticano a riempire l’arena

Pittman ha esaminato una lunga lista di ragioni per cui Winnipeg potrebbe avere difficoltà, concludendo la sua lettera dicendo che non importa come i Jets siano arrivati ​​qui: crede che True North li guidi in avanti.

“C'è chi dice che la gente non voleva venire in centro la sera. C'è chi dice che la squadra avrebbe dovuto fare meglio, anche se è andata molto bene. C'è chi dice che il viaggio con l'abbonamento non era bello all'inizio. C'è chi dice “È stata la pandemia. Tutti i nostri club hanno affrontato la pandemia. Potrebbe aver influenzato alcuni mercati più di altri, ma ancora una volta siamo dove siamo. Siamo concentrati sul fatto che crediamo in questo mercato e la proprietà crede in questo mercato.”

Per sostenere le imprese a Winnipeg

Uno dei temi principali dei colloqui di Winnipeg è stata la relativa mancanza di sostegno da parte delle aziende rispetto ad altri mercati. I Jets vendono il 15% dei loro abbonamenti agli interessi aziendali.

Pittman e Daly hanno incontrato uomini d'affari locali durante il loro viaggio a Winnipeg. A Bettman è stato chiesto se ha bisogno di vedere qualche limite alle passività degli abbonamenti aziendali.

“Non è quello che voglio vedere. Quello che vuoi fare è avere un franchising che abbia un forte sostegno da tutti i luoghi da cui proviene, sia che si tratti della comunità imprenditoriale che acquista i biglietti, sia che si tratti della comunità imprenditoriale che pubblicizza e promuove e essere attivo nel club”, ha detto Pittman. “A questo proposito, penso che il club abbia ricevuto un supporto molto forte”.

Bettman ha anche ammesso che se True North potesse tornare indietro al 2011, quando vendette i suoi primi pacchetti di abbonamenti, sarebbe stato saggio riservare “quattro o cinquemila biglietti” per le entità aziendali.

READ  Saluti dall'isola di Ovechkin: Caps ha battuto i Panthers 6-1

“Non l'hanno fatto, ma questa è storia”, ha detto Pittman. “Siamo dove siamo, quindi andiamo avanti.”

Sulla timeline per una buona salute

Pittman ha detto che né lui né True North stanno emettendo ultimatum o scadenze. Invece, l’obiettivo è assicurarsi che la base di fan sia “massimamente coinvolta”.

“Non operiamo sotto la spada di Damocle o sul filo della spada”, ha detto Pittman. “Fa parte dell'evoluzione di ciò che i franchise attraversano a volte. Ricordo un certo numero di altri franchise canadesi, ad esempio, alcuni di loro sono piccoli mercati, altri sono basi di abbonamenti obsolete. E hanno dovuto ricostruire con fan più giovani. Succede. Cerchiamo di essere chiari su una cosa: penso che questo sia un mercato NHL forte. Si adatterà”.

Aerei come un tipico franchising

Bettman ha espresso sconcerto per il livello di ansia dei tifosi riguardo alla prospettiva di un trasferimento. Ha indicato le “centinaia di milioni” di dollari che True North ha investito nella squadra, nell'arena e nel centro della città.

“Ecco perché chiunque suggerisca che l'agenda della proprietà non si concentri su Winnipeg è ridicolo.”

Daly ha ampliato le sue lodi a Bateman.

“Quello che direi è che questa squadra è ampiamente vista in tutto il campionato come una franchigia modello”, ha detto Daly. “Buona gestione da cima a fondo, mettendo in campo una squadra di hockey competitiva, spendendo al massimo. Ma investono anche, come ha detto Gary, nella comunità e in tutte le loro iniziative filantropiche e investimenti nella città. Speriamo di avere 32 di questi.”

Winnipeg riceve una compartecipazione alle entrate

Bettman ha confermato che i Jets stanno ricevendo e continueranno a ricevere pagamenti in conformità con il sistema di condivisione delle entrate della NHL. Alla domanda se ci fosse qualche pressione all'interno del consiglio dei governatori della lega su Winnipeg per migliorare le sue entrate legate all'hockey (HRR), Bettman è stato inequivocabile.

“Se la tua domanda suggerisce in qualche modo che ci sia una preoccupazione a livello di consiglio riguardo a questo franchise, la risposta è assolutamente nulla.”

Lettura obbligatoria

(Immagine di Gary Bettman: Bruce Bennett/Getty Images)