Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il DNA di due milioni di anni rivela l’antico ecosistema della Groenlandia “senza pari sulla Terra”

Il DNA di due milioni di anni rivela l'antico ecosistema della Groenlandia "senza pari sulla Terra"

Conosciuta come la “Terra del sole di mezzanotte e delle slitte trainate da cani”, la Groenlandia settentrionale è un deserto artico con enormi iceberg. Ma non è sempre stato così: due milioni di anni fa era “un ecosistema forestale diverso da qualsiasi altro sulla Terra”.

Una scoperta storica e “straordinaria” e a Nuovo studio Una pubblicazione su Nature questa settimana rivela quanto stia cambiando il paesaggio dei ghiacciai. I ricercatori hanno trovato DNA di 2 milioni di anni – il più antico mai scoperto – sepolto in depositi di argilla e quarzo conservati nel permafrost nell’estremo nord della Groenlandia.

“Finalmente è stato aperto un nuovo capitolo che copre un ulteriore milione di anni di storia e per la prima volta possiamo guardare direttamente al DNA di un antico ecosistema che risale a tanto tempo fa”, ha detto uno dei ricercatori, Eske Willerslev dell’Università di Cambridge. Ha detto in a comunicato stampa. “Il DNA può degradarsi rapidamente ma abbiamo dimostrato che, nelle giuste condizioni, ora possiamo tornare indietro nel tempo più di quanto chiunque avrebbe potuto immaginare”.

screenshot-2022-12-09-at-10-11-59-am.png
Posizione geografica e sequenza sedimentazionale dei reperti della Groenlandia.

natura


Willerslev, con Kurt H. Kjær dell’Università di Copenaghen, ha scoperto 41 esemplari, ciascuno di pochi milionesimi di millimetro, ma con una quantità inestimabile di informazioni. Quei piccoli campioni hanno rivelato che l’area di congelamento un tempo ospitava molti Più animalie piante e microrganismi che esistono oggi, comprese le lepri e la citronella.

Uno dei ritrovamenti più sorprendenti, tuttavia, sono state le tracce di animali che pensava non fossero mai stati nel paese: renne e industriali. L’area in cui è stato trovato il DNA è solitamente nota solo a galli forcelli, lepri e buoi muschiati, secondo natura.

Wellerslev ha detto alla rivista Nature of the Animal contratto unilaterale nell’ovest del paese. “Non avrebbero dovuto essere in giro in quel momento.”

mastodonte
Illustrazione di un animale

/ Immagini Getty


Secondo Mastodonti Museo di storia naturale di San DiegoErano grandi mammiferi del Pleistocene simili per dimensioni e caratteristiche al moderno elefante. Si pensava che gli animali, che si estinsero 13.000 anni fa, vivessero principalmente in Nord e Centro America.

I ricercatori hanno anche trovato prove che l’ambiente relativamente vuoto di oggi era una volta “un ecosistema boscoso diverso da qualsiasi altro sulla Terra”, secondo Nature, pieno di pioppi, abeti e tassi che in genere non crescono più a nord.

“Nessuno si sarebbe aspettato questo ecosistema nel Nord terra verde In questo momento, ha detto Willerslev.

Ulteriori scoperte di granchi a ferro di cavallo e alghe verdi supportano la convinzione degli scienziati che il clima della Groenlandia settentrionale due milioni di anni fa fosse molto più caldo di quanto non sia oggi.

Per quanto sorprendenti siano le loro scoperte, i ricercatori sono altrettanto entusiasti di ciò che questo potrebbe significare in studi futuri utilizzando il DNA antico.

“Record di DNA altrettanto dettagliati per piante e vertebrati potrebbero sopravvivere altrove”, afferma lo studio. “Se questi oggetti si riprenderanno, miglioreranno la nostra comprensione della variabilità climatica e delle interazioni biotiche durante le prime epoche più calde del Pleistocene attraverso l’alto Artico”.

READ  Allineamento telescopio Webb Consente all'immagine di mostrare una stella