Febbraio 27, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il leader di Hong Kong ha detto che la polizia indagherà sui prelievi sospetti dal registro delle donazioni di organi

Il leader di Hong Kong ha detto che la polizia indagherà sui prelievi sospetti dal registro delle donazioni di organi

L’amministratore delegato di Hong Kong, John Lee, ha affermato che la polizia indagherà sulle richieste sospette di persone che cercano di rinunciare al programma di donazione di organi della città e ha condannato il presunto tentativo di danneggiare il programma come vergognoso.

Il sistema di registrazione della donazione di organi della città ha ricevuto quasi 5.800 richieste di prelievo nei cinque mesi trascorsi da dicembre, quando il governo ha sollevato la possibilità di istituire un programma di mutuo aiuto per il trapianto di organi con la Cina continentale. Più della metà delle richieste pull risulta non valida, sia come applicazioni duplicate che provenienti da persone che non si sono mai registrate.

In un regolare briefing con i media martedì, Lee ha indicato coloro che hanno ritirato le loro domande senza mai registrarsi, definendo sospette le mosse.

“Condanno fermamente coloro che stanno cercando di danneggiare questo nobile sistema che salva vite attraverso la donazione di organi”, ha detto. “Questo è un atto vergognoso”.

Hong Kong, un’ex colonia britannica tornata in Cina nel 1997, ha un sistema separato per confrontare gli organi donati con i pazienti e non ha un meccanismo permanente per condividere gli organi dei cadaveri con le istituzioni della Cina continentale. I trapianti transfrontalieri erano consentiti caso per caso.

Con il sistema opt-in, Hong Kong ha attualmente più di 357.000 iscritti nel centro finanziario di 7 milioni di persone. Le donazioni di organi hanno incontrato resistenza sia a Hong Kong che in Cina a causa del desiderio culturale radicato di mantenere intatti i cadaveri.

Lunedì il governo ha rilasciato una dichiarazione dai toni forti, affermando di non poter escludere che un piccolo numero di persone tenti di ritirarsi nel tentativo di minare la reputazione del regime e aumentare l’onere amministrativo. Senza nominare alcuna piattaforma o individuo, ha affermato che un piccolo numero di persone ha denigrato la virtù della donazione di organi promuovendo l’idea che i donatori dovrebbero controllare online i riceventi. Ha aggiunto che alcuni hanno esortato altri a ritirarsi dal sistema.

READ  Ministero della Difesa: la Corea del Nord lancia un apparente missile balistico contro il Giappone

Sul forum LIHKG simile a Reddit a Hong Kong, dove i sostenitori della democrazia hanno discusso le strategie per il movimento antigovernativo del 2019, alcuni utenti erano scettici sul sistema proposto. Altri hanno pubblicato un collegamento per effettuare prelievi dal registro.

Il governo di Hong Kong ha lanciato la proposta dopo che una bambina ha subito il primo trapianto di cuore della città a dicembre utilizzando un cuore donato dalla Cina continentale. Ha affermato che il programma di assistenza per gli organi in esame potrebbe essere attivato immediatamente dopo che il personale medico non è stato in grado di abbinare localmente un organo donato a un paziente idoneo.

Il litigio politico sul proposto programma di mutuo soccorso rifletteva la sfiducia di alcuni residenti di Hong Kong nei confronti del sistema sanitario cinese, nonché le loro lamentele nei confronti di Pechino, che ha represso il movimento democratico della città con una radicale legge sulla sicurezza nazionale..

Gli standard medici a Hong Kong sono tra i più alti al mondo. Sebbene il sistema medico cinese sia progredito negli ultimi decenni, molti residenti di Hong Kong rimangono scettici sui servizi sanitari che fornisce. Accuse di prelievo forzato di organi In Cina, in particolare la presa di mira delle minoranze detenute, ha accresciuto le preoccupazioni per la cooperazione transfrontaliera con le agenzie.

Nel 2015 Pechino ha smesso di trapiantare organi Preso da prigionieri giustiziati in risposta a preoccupazioni per i diritti umani e in seguito ha fornito dati alla comunità internazionale per dimostrare che sta combattendo i trapianti illegali di organi.

READ  Il premier cinese Li Keqiang ha affermato che la Cina è profondamente preoccupata per la crisi ucraina