Giugno 24, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il New York Times per risolvere il suo dipartimento sportivo

Il New York Times per risolvere il suo dipartimento sportivo

Il New York Times ha dichiarato lunedì che scioglierà la sua sezione sportiva e farà affidamento sulla copertura di squadre e partite dal suo sito web, The Athletic, online e su carta stampata.

Joe Kahn, direttore esecutivo di The Times, e Monica Drake, vice caporedattore, hanno annunciato il cambiamento nella redazione come “un’evoluzione nel modo in cui copriamo gli eventi sportivi”.

“Abbiamo in programma di concentrarci più direttamente sulle notizie ad alto impatto e sul giornalismo aziendale su come lo sport si interseca con il denaro, il potere, la cultura, la politica e la società in generale”, hanno scritto i redattori in una e-mail alla redazione del Times lunedì mattina. “Allo stesso tempo, ridurremo la copertura giornalistica di partite, giocatori, squadre e campionati”.

La chiusura dell’ufficio sportivo, che ospita più di 35 giornalisti e redattori, è un cambiamento importante per The Times. La copertura del dipartimento di giochi, atleti e proprietari di squadre, e la sua colonna sportiva in particolare, è stata un punto fermo del giornalismo sportivo americano. La sezione ha coperto momenti e figure chiave dell’ultimo secolo degli sport americani, tra cui Muhammad Ali, la nascita del libero arbitrio, George Steinbrenner, le sorelle Williams, Tiger Woods, il doping nel baseball e gli effetti mortali delle commozioni cerebrali nella National Football League . .

La mossa segna un’ulteriore fusione nella redazione di The Athletic, che The Times ha acquistato nel gennaio 2022 per 550 milioni di dollari, aggiungendo una pubblicazione di circa 400 giornalisti che coprono più di 200 squadre sportive professionistiche. Pubblica circa 150 articoli al giorno.

Lo staff di The Athletic fornirà ora la maggior parte della sua copertura di eventi sportivi, atleti e campionati ai lettori di The Times e, per la prima volta, gli articoli di The Athletic appariranno sul quotidiano The Times. L’accesso online a The Athletic, gestito separatamente dalla redazione del Times, è incluso per coloro che si abbonano alla suite di prodotti The Times.

READ  I Braves acquisiscono Robinson Kano - MLB Trade Rumors

Il signor Kahn e la signora Drake hanno affermato che i giornalisti dell’ufficio sportivo si sposteranno in altre posizioni nella redazione e non sono previsti licenziamenti. Un set su Work Desk riguarderà il denaro e il potere nello sport, mentre nuovi ritmi relativi allo sport verranno aggiunti ad altre sezioni. Le mosse dovrebbero essere completate entro l’autunno.

Quando The Times ha acquistato The Athletic, i dirigenti hanno affermato che l’accordo avrebbe aiutato la società ad attrarre un pubblico più ampio. L’hanno aggiunto a un pacchetto di abbonamento che include il sito di notizie di punta Times, oltre a Cooking, il servizio di revisione dei prodotti di Wirecutter e giochi.

Come azienda, The Athletic deve ancora realizzare profitti. Ha registrato una perdita di 7,8 milioni di dollari nel primo trimestre di quest’anno. Ma il numero di abbonati paganti è salito a più di tre milioni a marzo 2023, da poco più di un milione quando è stato acquisito.

Lo scorso novembre, il Times ha nominato il senior editor del Washington Post Stephen Ginsburg direttore esecutivo di The Athletic. A giugno, The Athletic ha licenziato quasi 20 giornalisti e trasferito più di altri 20 a nuovi lavori. I suoi leader hanno affermato che l’outlet non assegna più almeno un giornalista a ciascuna squadra sportiva.

L’acquisizione di The Athletic ha sollevato interrogativi sul futuro del dipartimento sportivo del Times, che comprendeva molti giornalisti di spicco. Era la rubrica sportiva dei tempi iniziato B John Kieran nel 1927, e in seguito avrebbe caratterizzato un illustre gruppo di scrittori, tra cui Robert Lipsit, William Roden, Harvey Araton, Selina Roberts, George Vesey e Ira Berko.

READ  Joey Chestnut: Al campione di hot dog è stato vietato di partecipare al Concorso di pastori vegetariani di Nathan

Tre editorialisti di Sports of The Times, Arthur Daley, Reed Smith e Dave Anderson, hanno vinto i premi Pulitzer per i loro scritti sportivi. Un altro giornalista sportivo, John Branch, aveva vinto vincitore del Premio Pulitzer nel 2013 per le sue riprese di una valanga mortale nello stato di Washington, e Josh Haner ha vinto un premio per la fotografia nel 2014 per aver documentato il recupero di un sopravvissuto all’attentato alla maratona di Boston.

Negli ultimi anni, con l’avvento dei media digitali, la sezione sportiva del Times ha iniziato a ridimensionarsi, così come molti altri quotidiani nazionali e locali. Il dipartimento ha perso il suo reparto di stampa quotidiana indipendente. Non a tutte le squadre di casa viene assegnato un buon giornalista. I punteggi quadrati sono scomparsi.

Domenica scorsa, un gruppo di quasi 30 membri dell’ufficio sportivo del The Times ha inviato una lettera al signor Kahn e ad AG Sulzberger, editore del The Times, rimproverando la società per aver lasciato il suo staff sportivo “girare nel vento” da quando ha acquistato The Sportsman.

Il signor Kahn e altri membri della testata del Times si sono incontrati lunedì con l’ufficio sportivo. L’incontro è stato controverso, secondo due persone presenti, poiché i giornalisti sportivi hanno insistito sul motivo per cui non erano stati informati sui piani dell’azienda. Il signor Kahn ha detto che era “ingiusto” dire che Headline aveva aspettato di condividere l’intero piano e che l’organizzazione aveva lavorato duramente per trovare lavoro per tutti, hanno detto le due persone.

In una e-mail alla società lunedì, Sulzberger e Meredith Cobbett-Levian, amministratore delegato di The Times, hanno scritto: “Sebbene sappiamo che questa decisione sarà deludente per alcuni, crediamo che sia quella giusta per i nostri lettori”.

READ  Punti di atterraggio di Jim Harbaugh: le tre principali destinazioni logiche della NFL per l'allenatore del Michigan del 2024