Ottobre 4, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il petrolio sale mentre la forza del dollaro si allenta, ma la Fed preme

Il petrolio sale mentre la forza del dollaro si allenta, ma la Fed preme

Gru della pompa dell’olio presso il giacimento di petrolio e gas di scisto di Vaca Muerta nella provincia patagonica di Neuquén, Argentina, 21 gennaio 2019. REUTERS/Agustin Markarian/file Foto

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • La Federal Reserve degli Stati Uniti terrà la sua riunione politica il 26 e 27 luglio
  • La Libia prevede di aumentare la produzione di petrolio a 1,2 milioni di barili al giorno entro due settimane – NOC
  • L’UE adegua le sanzioni per aprire accordi petroliferi russi con paesi terzi
  • La Russia non fornirà petrolio ai paesi che impongono massimali sui prezzi: la Banca centrale

HOUSTON (Reuters) – I prezzi del petrolio sono aumentati lunedì, spinti dai timori sull’offerta, dall’indebolimento del dollaro USA e dal rafforzamento del mercato azionario, ma i prezzi sono in oscillazione poiché alcuni temono che l’aumento dei tassi di interesse statunitensi possa frenare la domanda di carburante.

I future sul greggio Brent per settembre sono aumentati di $ 1,86, o 1,8%, a $ 105,06 al barile entro le 1402 GMT entro le 11:35 ET (1535 GMT), mentre i future sul greggio US West Texas Intermediate sono aumentati di $ 1,94, o del 2%, a $ 96,61 al barile. botte.

“Un dollaro leggermente più debole e mercati azionari in miglioramento stanno sostenendo il petrolio”, ha affermato Giovanni Stonovo, analista petrolifero di UBS. (.stoxx)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

I futures sul petrolio sono stati volatili nelle ultime settimane, sotto la pressione dei timori che i tassi di interesse più elevati potrebbero frenare l’attività economica e quindi smorzare la crescita della domanda di carburante, ma sostenuti dalla scarsa offerta soprattutto dopo l’invasione russa delle sanzioni ucraine e occidentali su Mosca.

READ  Elon Musk ha detto a Twitter che voleva rinunciare al suo accordo per acquistarlo

“Le economie degli Stati Uniti e dell’Europa stanno rallentando e con la Fed pronta ad aumentare nuovamente i tassi di interesse questa settimana, i trader rimangono molto cauti”, ha affermato Dennis Kessler, vicepresidente senior del trading di BOK Financial.

I funzionari della Federal Reserve hanno indicato che è probabile che la banca centrale statunitense aumenti i tassi di interesse di 75 punti base nella riunione del 26-27 luglio.

La Cina, la seconda economia più grande del mondo, non ha subito una contrazione nel secondo trimestre, crescendo solo dello 0,4% su base annua. Leggi di più

Ma il forte premio mensile sul secondo mese indica ancora una scarsa offerta nel breve termine. Lo spread si è attestato a 4,82 dollari al barile venerdì, il livello più alto di sempre escludendo i rally legati alla scadenza nei due mesi precedenti.

La National Oil Corporation libica ha dichiarato che mira a riportare la produzione a 1,2 milioni di barili al giorno entro due settimane, da circa 860.000 barili al giorno.

Ma gli analisti si aspettano che la produzione libica rimanga instabile poiché le tensioni persistono dopo gli scontri tra fazioni politiche rivali nel fine settimana. Leggi di più

I prezzi sono stati supportati anche dalle “aspettative che le forniture di petrolio russe diminuiranno nei prossimi mesi, poiché i piani ampiamente previsti per limitare i prezzi del petrolio russo potrebbero avere un effetto più negativo sui prezzi del petrolio di quanto sperato”, ha affermato Warren Patterson, capo delle materie prime. Strategia presso ING.

L’Unione Europea ha dichiarato la scorsa settimana che consentirà alle compagnie statali russe di spedire petrolio verso paesi terzi in base a un emendamento alle sanzioni concordato dagli Stati membri la scorsa settimana volto a ridurre i rischi per la sicurezza energetica globale. Leggi di più

READ  I futures Dow scendono: cosa fare dopo il rally del mercato azionario di oggi; La Fed aumenterà i tassi

Ma il governatore della Banca centrale russa, Elvira Nabiullina, ha dichiarato venerdì che la Russia non fornirà petrolio ai paesi che hanno deciso di imporre un tetto al prezzo del suo petrolio. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Yuka Obayashi a Tokyo; Montaggio di David Evans, Louise Heavens, Tomasz Janowski e David Gregorio

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.