Febbraio 2, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il telescopio spaziale Hubble della NASA registra un buco nero che dimena la stella a forma di ciambella

Il telescopio spaziale Hubble della NASA Registra in dettaglio gli ultimi momenti di una stella mentre viene divorata da un buco nero.

L’agenzia ha affermato che il processo ha trasformato la stella in una forma simile a una ciambella.

Quando una stella si avvicina abbastanza, la presa gravitazionale del buco nero la fa a pezzi violentemente, eruttando un’intensa radiazione in quello che è noto come “evento di interruzione delle maree”.

Gli astronomi stanno usando il telescopio per capire meglio cosa sta succedendo, usando la sua forte sensibilità agli ultravioletti per studiare la luce dell’AT2022dsb “spuntino stellare”.

Il WEBB della NASA rivela la formazione stellare nelle “bande di polvere” di Kloster

Questa sequenza di illustrazioni dell’artista mostra come un buco nero può divorare una stella che passa. 1. Una stella ordinaria passa vicino a un buco nero supermassiccio al centro della galassia. 2. I gas esterni della stella vengono trascinati nel campo gravitazionale del buco nero. 3. Una stella viene fatta a pezzi quando le forze di marea la trascinano via. 4. Il resto stellare viene trascinato in un anello circolare attorno al buco nero e alla fine ricadrà nel buco nero, emettendo un’enorme quantità di luce e radiazioni ad alta energia.
(Crediti: NASA, ESA, Leah Hustak (STScI))

La stella si trova a 300 milioni di anni luce di distanza nel cuore della galassia ESO 583-G004.

Gli astronomi hanno rilevato quasi 100 eventi di disturbo delle maree attorno ai buchi neri utilizzando vari telescopi.

L’agenzia ha recentemente riferito che un altro evento simile è stato rilevato da un osservatorio spaziale ad alta potenza nel marzo 2021.

“Siamo entusiasti di poter ottenere questi dettagli su ciò che stanno facendo i detriti. Gli eventi di marea possono dirci molto sul buco nero”, Emily Engelthaler, del Center for Astrophysics | Harvard e Smithsonian, ha detto in una dichiarazione.

Il James Webb Telescope della NASA trova il primo pianeta extrasolare all’incirca delle stesse dimensioni della Terra

per qualsiasi galassia con Un enorme buco nero supermassiccio Al centro, si stima che lo strappo stellare avvenga solo poche volte ogni 100.000 anni.

Questo evento AT2022dsb è stato rilevato per la prima volta il 1° marzo 2022 dall’All-Sky Instrument Survey of Supernovae, una rete di telescopi terrestri.

Il resto stellare viene attirato in un anello circolare attorno al buco nero e alla fine ricadrà nel buco nero, emettendo un'enorme quantità di luce e radiazioni ad alta energia.

Il resto stellare viene attirato in un anello circolare attorno al buco nero e alla fine ricadrà nel buco nero, emettendo un’enorme quantità di luce e radiazioni ad alta energia.
(Crediti: NASA, ESA, Leah Hustak (STScI))

La collisione è stata abbastanza vicina alla Terra e abbastanza luminosa grazie alla spettroscopia ultravioletta per un periodo di tempo più lungo del solito.

“Normalmente, questi eventi sono difficili da notare. Probabilmente ottieni alcune osservazioni all’inizio del disturbo, quando è davvero luminoso. Il nostro software è diverso in quanto è progettato per guardare alcuni eventi di marea nel corso di un anno per vedere cosa succede “, ha spiegato Peter Maksim del Centro astrofisico. L’abbiamo visto abbastanza presto da poterlo osservare nelle fasi estremamente intense dell’accrescimento del buco nero. Abbiamo visto diminuire il tasso di accumulazione man mano che si accorcia nel tempo”.

Clicca qui per l’app FOX NEWS

I dati vengono interpretati come provenienti dalla figura circolare La regione gassosa che un tempo era una stella.

READ  Il razzo Artemis 1 della NASA potrebbe subire venti dannosi mentre si avvicina la tempesta

Conosciuta come il toro, la regione orbita attorno a un buco nero al centro.