Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Cina critica gli ultimi tagli alle esportazioni statunitensi di patatine

La Cina critica gli ultimi tagli alle esportazioni statunitensi di patatine

PECHINO (AFP) – La Cina sabato ha criticato l’ultima decisione statunitense di inasprire i controlli sulle esportazioni Ciò renderebbe difficile per la Cina ottenere e produrre chip informatici avanzati, definendolo una violazione delle regole economiche e commerciali internazionali che “isolerebbero e si ritorcerebbero contro” gli Stati Uniti.

“Per la necessità di mantenere il loro dominio scientifico e tecnologico, gli Stati Uniti stanno violando le misure di controllo delle esportazioni per bandire e reprimere maliziosamente le società cinesi”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Mao Ning.

“Non solo danneggerà i diritti e gli interessi legittimi delle società cinesi, ma influenzerà anche gli interessi delle società americane”, ha affermato.

Mao ha anche affermato che “l’armamento e la politicizzazione” degli Stati Uniti della scienza e della tecnologia, nonché le questioni economiche e commerciali non fermeranno il progresso della Cina.

Stava parlando dopo che gli Stati Uniti hanno aggiornato venerdì i controlli sulle esportazioni che includevano l’aggiunta di alcuni chip informatici avanzati ad alte prestazioni e apparecchiature per la produzione di semiconduttori al loro elenco, nonché nuovi requisiti di licenza per articoli che verranno utilizzati nei supercomputer o per lo sviluppo di semiconduttori in Cina.

Gli Stati Uniti hanno affermato che i controlli sulle esportazioni sono stati aggiunti come parte degli sforzi in corso per proteggere la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e gli interessi di politica estera.

Le relazioni tra Stati Uniti e Cina si sono deteriorate negli ultimi anni a causa di problemi di tecnologia e sicurezza. Gli Stati Uniti hanno implementato una serie di misure e restrizioni progettate per impedire alla Cina di acquisire la tecnologia dei chip, mentre la Cina ha impegnato miliardi di dollari da investire nella produzione di semiconduttori.

READ  Le azioni scendono davanti ai dati sull'inflazione negli Stati Uniti, ostacoli agli utili

Le tensioni hanno colpito le società di semiconduttori negli Stati Uniti e nel mondo, che esportano chip o producono chip in Cina. Aziende di semiconduttori come Nvidia e AMD hanno registrato un calo del 40% dei prezzi delle azioni nell’ultimo anno.

“Comprendiamo l’obiettivo di garantire la sicurezza nazionale ed esortiamo il governo degli Stati Uniti ad attuare le regole in modo mirato, e in collaborazione con i partner internazionali, per contribuire a livellare il campo di gioco e mitigare i danni involontari all’innovazione americana”, secondo l’industria dei semiconduttori Association, che rappresenta l’industria dei semiconduttori statunitense, in una dichiarazione.