Novembre 30, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Putin ordina la confisca del progetto petrolifero e del gas Sakhalin 1 guidato da Exxon

Putin ordina la confisca del progetto petrolifero e del gas Sakhalin 1 guidato da Exxon

MOSCA/HOUSTON (Reuters) – Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato venerdì un decreto per creare un nuovo operatore per la sua azienda, la ExxonMobil. (XOM.N) Progetto petrolifero e del gas Sakhalin-1 nell’Estremo Oriente della Russia.

La mossa di Putin che colpisce il più grande investimento della Exxon in Russia imita la strategia che ha usato per controllare altre proprietà energetiche nel paese.

Il decreto conferisce al governo russo il potere di decidere se gli azionisti stranieri possono detenere partecipazioni nel progetto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Exxon possiede il 30% della partecipazione dell’operatore in Sakhalin-1 con la russa Rosneft (ROSN.MM)India, ONGC Videsh (ONVI.NS) e la giapponese SODECO come partner.

La produzione di petrolio del progetto Sakhalin 1 è scesa a soli 10.000 barili a luglio da 220.000 barili al giorno prima che la Russia invadesse l’Ucraina.

Naviga verso l’uscita

Exxon ha cercato di uscire dalle sue operazioni in Russia e trasferire il suo ruolo in Sakhalin 1 a un partner da marzo, a seguito delle sanzioni internazionali imposte a Mosca.

Il governo russo si è scontrato con Exxon, con il produttore di petrolio che ha minacciato di deferire il caso all’arbitrato internazionale.

Exxon ha rifiutato di commentare il decreto di venerdì.

La giapponese SODECO non è stata immediatamente disponibile per un commento, ma un funzionario del ministero dell’industria, che detiene una partecipazione del 50% nella società, ha affermato che stava raccogliendo informazioni e parlando con i partner. Il Giappone ha smesso di acquistare greggio dalla Russia da giugno. Leggi di più

Exxon ha ricevuto una commissione di svalutazione di 4,6 miliardi di dollari ad aprile a causa delle sue attività russe e ha affermato che stava lavorando con i partner per spostare l’operazione Sakhalin 1. Ha anche tagliato la produzione di energia e sta trasferendo i dipendenti fuori dal paese.

READ  Il fondatore di Twitter Jack Dorsey lancia un quiz su un social network rivale

Ad agosto, Putin ha emesso un decreto che secondo Exxon rendeva difficile l’uscita sicura ed ecologicamente sicura da Sakhalin-1. Il produttore statunitense ha quindi emesso un “Memorandum of Difference”, un atto legale prima dell’arbitrato.

Il decreto emesso venerdì afferma che il governo russo sta istituendo una società russa, gestita dalla controllata di Rosneft Sakhalinmorneftegaz-RF, che deterrà i diritti degli investitori in Sakhalin-1.

Il decreto affermava che i partner stranieri avrebbero un mese dopo la costituzione della nuova società per chiedere al governo russo partecipazioni nella nuova entità.

Putin ha utilizzato una strategia simile in un decreto di luglio per assumere il pieno controllo di Sakhalin 2, un altro progetto di gas e petrolio nell’Estremo Oriente russo, con Shell. (coincidenza) E le società giapponesi Mitsui & Co (8031.T) e Mitsubishi Corp. come partner.

La Russia ha approvato le richieste dei due consigli commerciali giapponesi che cercano di trasferire le loro partecipazioni a un nuovo operatore. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Reuters. Rapporti aggiuntivi di Yoshifumi Takemoto e Yuka Obayashi a Tokyo; Montaggio di Cynthia Osterman e Clarence Fernandez

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.