Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Gran Bretagna invierà 14 dei suoi principali carri armati e altre armi in Ucraina

LONDRA (Reuters) – L’ufficio del primo ministro Rishi Sunak ha dichiarato sabato scorso che la Gran Bretagna invierà 14 dei suoi principali carri armati insieme a ulteriore supporto di artiglieria in Ucraina, respingendo le critiche dell’ambasciata russa a Londra.

L’ufficio del primo ministro britannico ha dichiarato in una dichiarazione che uno squadrone di 14 carri armati Challenger 2 andrà nel paese nelle prossime settimane, e che dovrebbero seguire circa 30 cannoni semoventi AS90, presidiati da cinque cannonieri.

Il Regno Unito inizierà anche ad addestrare le forze ucraine all’uso di carri armati e artiglieria nei prossimi giorni.

“Mentre il popolo ucraino si avvicina al suo secondo anno di vita sotto gli incessanti bombardamenti russi, il primo ministro si impegna a garantire che l’Ucraina vinca questa guerra”, ha dichiarato un portavoce del primo ministro in una nota.

Insieme ai suoi più stretti consiglieri militari, ha analizzato il quadro militare, ha esaminato l’impatto strategico del sostegno britannico e ha identificato una finestra in cui riteneva che il Regno Unito ei suoi alleati potessero avere il massimo impatto.

L’annuncio segue una telefonata con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sabato scorso, durante la quale Sunak ha delineato “l’ambizione del Regno Unito di intensificare il nostro sostegno all’Ucraina, anche attraverso la fornitura di carri armati Challenger 2 e sistemi di artiglieria aggiuntivi”.

L’ufficio di Sunak ha dichiarato all’inizio di questa settimana che la Gran Bretagna coordinerà il proprio sostegno con gli alleati dopo che Germania, Francia e Stati Uniti hanno indicato la scorsa settimana che avrebbero fornito veicoli blindati all’Ucraina.

L’ufficio ha anche affermato che lunedì il segretario alla Difesa informerà il parlamento britannico sui dettagli del supporto alla sicurezza.

READ  Milionari si uniscono alle proteste di Davos per chiedere "tassaci ora" | Davos

L’ambasciata russa a Londra ha affermato che la decisione di inviare carri armati prolungherebbe lo scontro e porterebbe a più vittime, compresi civili, prova del “coinvolgimento sempre più chiaro di Londra nel conflitto”.

“Per quanto riguarda i carri armati Challenger 2, è improbabile che aiutino le forze armate ucraine a invertire la tendenza sul campo di battaglia, ma diventeranno un importante obiettivo legittimo per l’artiglieria russa”, ha affermato l’ambasciata. agenzia di stampa.

carro armato da combattimento

Il Challenger 2 è un carro armato progettato per attaccare altri carri armati ed è in servizio con l’esercito britannico dal 1994. È stato schierato in Bosnia ed Erzegovina, Kosovo e Iraq, secondo l’esercito.

“Il primo ministro e il presidente Zelensky hanno accolto con favore altri impegni internazionali in questo contesto, inclusa l’offerta della Polonia di fornire una compagnia di carri armati Leopard”, ha detto il portavoce di Sunak.

Zelensky, nel suo video discorso notturno rilasciato prima del dettagliato annuncio britannico, ha descritto gli aiuti attesi come “importanti” per la difesa dell’Ucraina.

“Questo è ciò di cui abbiamo veramente bisogno”, ha detto Zelensky. “E credo che decisioni simili saranno ancora prese da altri partner, quelli che capiscono perché a un tale male non può essere data una sola possibilità”.

(Segnalazione di Michael Holden e Lydia Kelly) Montaggio di Mark Heinrich, Angus McSwan, Thomas Janowski e Deba Babbington

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.