Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La NASA afferma che l’allineamento non sarà visibile il 3 giugno

La NASA afferma che l’allineamento non sarà visibile il 3 giugno


Se vuoi guardare uno spettacolo planetario, gli esperti dicono che la fine del mese potrebbe essere il momento migliore per vedere un vero spettacolo celeste.

Persone che si aspettano di vedere abbagliante Parata dei pianeti Lunedì 3 giugno potrebbero rimanere delusi da ciò che vedono nel cielo. Invece, gli esperti dicono che dovrebbero controllare le loro aspettative e aspettare fino alla fine del mese per vedere l’allineamento dei pianeti.

Gli ultimi due mesi sono stati ricchi di eventi per gli astronomi. Prima un’eclissi solare ad aprile, poi la rara apparizione dell’aurora boreale a maggio, e ora un’esibizione planetaria farà il suo debutto nel 2024.

Gli astronomi dovrebbero essere in grado di vedere sei pianeti: Giove, Mercurio, Urano, Marte, Nettuno e Saturno – allineati.

Tuttavia, gli esperti della NASA e gli astronomi senza frontiere concordano sul fatto che questo non sarebbe il momento migliore per osservare lo spettacolo planetario. Questo perché Urano, Mercurio e Giove saranno inghiottiti dalla luce solare e saranno troppo vicini all’orizzonte per essere visti.

Aurora boreale: L’aurora boreale negli Stati Uniti era debole rispetto all’ultima volta che Madre Natura si è presentata: cosa sapere

Gli esperti dicono di avere pazienza: verso la fine di giugno il pianeta sarà molto più ampio

“Per me, la cosa più vicina a una parata planetaria è il 29 giugno, quando ci sono Saturno e la Luna nel terzo quarto e Marte e Giove allineati nel cielo all’alba”, ha detto Preston Dechess, uno specialista di impegno pubblico presso Jet della NASA. Vie aeree. Lo ha detto Propulsion Lab a USA TODAY. Deitches ha un background in astronomia e ospita lo spettacolo della NASA.che cosa succedeuna serie di video mensili che descrivono cosa succede nel cielo notturno.

READ  [RD/KP14] Tutti i dettagli su Chemicards Manabu

Quando si arriverà alla parata planetaria del 3 giugno, sarà quasi impossibile vedere tutti i pianeti ad occhio nudo, afferma Andrew Fazekas, direttore delle comunicazioni di Astronomers Without Borders.

Sia Fazekas che Deches concordano sul fatto che sarebbe meglio vedere lo spettacolo planetario il 29 giugno.

Il 3 giugno Giove, Mercurio e Urano saranno “molto vicini al Sole”, ha detto Fazekas. Pertanto, sarà difficile vedere quei tre pianeti.

Quindi, le persone che decidono di svegliarsi prima dell’alba di lunedì mattina solo per intravedere questo fenomeno celeste potrebbero prepararsi alla delusione.

In questo caso, le cose buone arrivano a chi sa aspettare. Aspettare fino alla fine del mese darà agli osservatori delle stelle maggiori possibilità di vedere i pianeti.

“Se sei paziente e aspetti fino alla fine del mese, questi pianeti si allontaneranno dal sole e si alzeranno nel cielo del primo mattino. Quindi, avrai maggiori possibilità di individuare i pianeti”, ha detto Fazekas a USA. OGGI. loro in paradiso.

Non solo le persone avranno una visione migliore della parata planetaria se aspettano fino al 29 giugno, ma saranno in grado di osservare le stelle da venerdì sera a sabato mattina, invece di doverla vedere durante la settimana lavorativa come fanno loro. Questo lunedì mattina.

Lui gioca

Dai un’occhiata alla “parata dei pianeti” nel cielo

Il 3 giugno e il 28 agosto, gli skywatcher potranno vedere l’allineamento di sei pianeti nel cielo dell’alba.

L’eccitazione di un’eclissi solare e dell’aurora boreale creano un fermento per mettere in mostra il pianeta

La gente si aspetta di vedere qualcosa di straordinario la mattina del 3 giugno, ha detto Fazekas. Ma teme che le previsioni fissate da due eventi celesti molto popolari, le eclissi solari e l’aurora boreale, e l’entusiasmo sui social media, potrebbero aumentare un po’ le aspettative delle persone e portare a un’esperienza poco brillante.

READ  La scoperta dei microfossili che ridefinisce l'evoluzione della vita

Aggiunge di temere che un pessimo esperimento pubblicizzato online possa rubare l’entusiasmo della gente per l’astronomia.

“La mia preoccupazione è che rendiamo le persone disilluse e poi non vorranno più farlo di nuovo”, ha detto Fazekas.

Secondo Fazekas non ha mai visto così tante persone interessate ad osservare il cielo e non vuole che l’eccitazione finisca.

Cosa potrai vedere?

Secondo un programma chiamato SkySafari Pro, sarai in grado di vedere quanto segue durante la visualizzazione della costellazione del 29 giugno:

  • Giove, che sarà il più vicino all’orizzonte
  • Urano
  • Marte
  • la luna
  • Nettuno
  • Saturno

Cos’è una parata planetaria?

Fondamentalmente accade quando i pianeti formano una linea retta e sembrano marciare nel cielo notturno formando una sorta di spettacolo spaziale.

Noto anche come allineamento planetario maggiore Delaware in lineaparte della rete USA TODAY.

Di quale attrezzatura hai bisogno per assistere alla parata planetaria?

Secondo Fazekas, per vedere alcuni pianeti saranno comunque necessari binocoli e telescopi.

“Nettuno è un pianeta che ha bisogno di potenti binocoli o di un piccolo telescopio per poterlo vedere”, ha detto Fazekas. “E non è nemmeno facile da trovare.”

Le persone che escono ad osservare le stelle venerdì 28 giugno potranno vedere Nettuno proprio accanto alla luna. Il 29 giugno sarà lontano dalla Luna e sarà invece sopra di essa.

App come Skyview sull’App Store di Apple possono trasformare i telefoni delle persone in uno strumento che li aiuta a identificare gli oggetti celesti nel cielo notturno.

Dove potrai vedere la sfilata dei pianeti?

Secondo Fazekas, le persone dovranno fare quanto segue per avere una visione della processione planetaria:

  • Sveglia presto, prima dell’alba.
  • Trova un punto libero rivolto verso il cielo est o sud-est.
  • Prepara il tuo binocolo o telescopio per vedere i pianeti che non sono visibili ad occhio nudo.
READ  Il razzo SpaceX Falcon 9 subisce una rara interruzione dell'ultimo secondo durante il lancio del satellite Starlink (video)