Aprile 23, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Russia ha rotto lo stallo in Ucraina: l'ex segretario alla Difesa americano

La Russia ha rotto lo stallo in Ucraina: l'ex segretario alla Difesa americano

Robert Gates, ex direttore della Central Intelligence Agency degli Stati Uniti e segretario alla Difesa, ha dichiarato mercoledì che l'esercito russo ha rotto lo stallo nella guerra ucraina, in seguito al successo della campagna di Mosca per il controllo della città in prima linea di Avdiivka.

“Non è più una situazione di stallo. I russi hanno ripreso slancio”, ha detto Gates al giornalista del Washington Post David Ignatius in un'intervista online. “Tutto quello che leggo è che i russi sono all'offensiva lungo il fronte di 600 miglia”.

Ha osservato che la Russia ha subito pesanti perdite durante la guerra, ma con l’Ucraina che ora si trova ad affrontare una carenza di artiglieria a causa del debole sostegno americano, “i russi sentono che la situazione è cambiata e, sebbene ci sia molto altro da fare, l’iniziativa è passata”. negli Stati Uniti”, ha detto Gates.

“Stanno ricevendo sempre più rifornimenti: ho letto che per ogni colpo di artiglieria sparato dalle forze ucraine, i russi ne sparano 10”, ha aggiunto.

Funzionari russi hanno annunciato lunedì che le loro forze hanno cessato il controllo della principale città ucraina di Avdiivka dopo aver preso il pieno controllo della grande cokeria della città. La costosa operazione rappresenta la prima grande vittoria della Russia da mesi, e il suo guadagno più significativo dalla presa della vicina Bakhmut la primavera scorsa.

Il presidente Biden ha attribuito la colpa delle perdite sul campo di battaglia in Ucraina direttamente ai repubblicani della Camera, che si sono rifiutati di sostenere ulteriori aiuti a Kiev senza un’importante riforma dell’immigrazione.

READ  Notizie sulla guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Gates ha osservato che gli alleati europei della NATO, “che spesso critichiamo”, hanno intensificato il loro sostegno all’Ucraina, ma non hanno la capacità di inviare armi immediatamente. Ha stimato che i tempi di produzione vedrebbero il sostegno della NATO arrivare sul campo di battaglia nel 2025.

Attualmente “l’unica vera ancora di salvezza militare viene dagli Stati Uniti”. “E come tutti sappiamo, questo significa fermarsi adesso.”

Gli aiuti all’Ucraina restano alla Camera, dove il presidente Mike Johnson (R-LA) è intrappolato tra i moderati che sostengono l’Ucraina e i membri di estrema destra che si oppongono senza fare concessioni significative ai democratici al confine.

Gates ha criticato specificamente il Congresso per essere stato troppo lento nell’approvare le principali capacità sul campo di battaglia durante la guerra, come i sistemi missilistici che consentivano attacchi contro la Crimea occupata dai russi, cosa che ha definito “un gioco da ragazzi”.

“Il Congresso discuterà per un anno o più se inviare carri armati ucraini e dopo un anno invieranno carri armati”, ha detto. Ha aggiunto che queste armi avrebbero potuto arrivare un anno e mezzo fa e che il loro ritardo ha limitato le capacità dell’Ucraina.

Gates ha affermato che i tempi dell’attuale pacchetto di aiuti – Biden ha richiesto altri 60 miliardi di dollari, che facevano parte del pacchetto di aiuti bipartisan approvato dal Senato all’inizio di questo mese – sarebbe un fattore critico per far sì che l’Ucraina sopravviva a un rinnovato attacco russo nel 2017. 2024.

“Uno dei valori principali del pacchetto di aiuti ora presentato è che fornirà all’Ucraina una significativa capacità di difesa aerea e i mezzi per creare un forte cuscinetto di difesa in modo da non perdere ulteriore territorio”. Ha detto Gates.

READ  Qual è la struttura indo-pacifica, chi c'è al suo interno e perché è importante

Ha aggiunto che l’approvazione del pacchetto manderebbe un messaggio alla Russia che “non riuscirà a raggiungere i suoi obiettivi”, ed è un passo necessario verso un cessate il fuoco, la ricostruzione dell’Ucraina e la sua eventuale adesione alla NATO.

Copyright 2024 Nexstar Media Inc. tutti i diritti sono salvi. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.