Luglio 13, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le azioni Nvidia crollano dopo la notizia dell’annullamento degli ordini cinesi

Le azioni Nvidia crollano dopo la notizia dell’annullamento degli ordini cinesi

Il logo NVIDIA visto presso la sede centrale dell’azienda a Santa Clara, California, nel maggio 2022. Per gentile concessione di NVIDIA/Handout tramite REUTERS/File Photo Ottenere i diritti di licenza

NEW YORK (Reuters) – Le azioni di Nvidia Corp (NVDA.O) sono scese di circa il 5% al ​​livello più basso in quasi cinque mesi dopo che un Wall Street Journal ha riportato che il colosso dell’intelligenza artificiale (AI) potrebbe dover cancellare fino a 5 Miliardi di dollari in ordini anticipati di chip alla Cina in conformità con le nuove restrizioni del governo americano.

Nvidia è stata informata la scorsa settimana che gli ordini di chip AI previsti per la consegna l’anno prossimo alle principali società tecnologiche cinesi, tra cui Alibaba Group (9988.HK), ByteDance (proprietario di TikTok) e Baidu (9888.HK), sono soggetti alle ultime restrizioni all’esportazione annunciate da Nvidia. . Il Wall Street Journal, citando persone a conoscenza della questione, ha riferito che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.

Le azioni Nvidia sono scese al minimo di 392,30 dollari, in calo del 4,7%, al livello più basso da metà giugno. Il titolo, che è stato uno dei principali motori del guadagno del 22% del Nasdaq di quest’anno, è sceso di quasi il 20% rispetto al massimo record di chiusura di 493,55 dollari raggiunto il 31 agosto. L’ultimo calo è stato del 2,09%.

“Il titolo è ipervenduto”, ha affermato Tom Plumb, CEO e lead portfolio manager di Plumb Funds, che annovera Nvidia come una delle sue maggiori partecipazioni.

“In precedenza, Nvidia aveva affermato che ciò non avrebbe avuto un impatto a breve termine, ma piuttosto a lungo termine. Ci aspettiamo ancora un trimestre molto forte e pensiamo che sia un ottimo contratto a lungo termine, anche se non stiamo aggiungendo nuove posizioni a causa alla volatilità”, ha aggiunto Plumb.

READ  Alibaba punta ad aggiungere una quotazione iniziale a Hong Kong, attirando gli investitori cinesi dopo la repressione

Un portavoce di Nvidia ha detto che c’è “forte domanda” per i suoi chip avanzati, che spesso richiedono molto tempo per essere prodotti, e che sta lavorando per allocare ordini per una “vasta gamma di clienti” negli Stati Uniti e altrove.

“Questi nuovi controlli sulle esportazioni non avranno un impatto tangibile nel breve termine”, ha detto in una nota un portavoce di Nvidia.

All’inizio di questo mese, l’amministrazione Biden ha imposto restrizioni sull’esportazione in Cina di ulteriori chip di intelligenza artificiale progettati da Nvidia e altri, una mossa volta a impedire a Pechino di ricevere la più recente tecnologia statunitense per rafforzare le sue forze armate.

Le nuove regole entreranno in vigore a novembre e includeranno controlli sulle esportazioni verso paesi tra cui Iran e Russia.

“Penso che Nvidia abbia un prezzo perfetto e qualsiasi volo possa avere un impatto enorme quando si ha un titolo che viene scambiato a 20 volte le vendite e 40 volte gli utili”, ha affermato Thomas Hayes, presidente di Great Hill Capital a New York.

(Relazione di Chibuike Ojoh a New York – Preparazione di Mohammed per il Bollettino arabo) Ulteriori relazioni di Stephen Nellis a San Francisco e Amruta Khandekar a Bangalore; A cura di Lance Tupper, Michelle Price, Jonathan Oatis e Debba Babington

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Chibuike riporta le ultime notizie, concentrandosi su finanza e mercati. In precedenza si è occupato di società di private equity statunitensi e ha conseguito un master in giornalismo presso la New York University e la Napier University di Edimburgo. Contatto: 332-999-6154