Settembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le forze russe si ritirano mentre l’Ucraina cerca di espandere la controffensiva

Le forze russe si ritirano mentre l'Ucraina cerca di espandere la controffensiva

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • L’Ucraina è ora sotto attacco sia a sud che a est
  • Affronta la resistenza russa su entrambi i fronti
  • Il contrattacco orientale è rallentato
  • Biden dice che la guerra sembra a lungo termine nonostante il successo di Kiev
  • La Casa Bianca afferma che probabilmente nuovi aiuti militari statunitensi all’Ucraina

IZUM, Ucraina, 14 settembre (Reuters) – L’Ucraina ha detto che sta cercando di estendere il suo sbalordito contrattacco a est, ma i funzionari filo-russi hanno detto che per ora sono ancora in piedi e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto che la guerra sembra ancora una guerra. Lunga distanza nonostante il recente successo di Kiev.

Le forze russe hanno subito una straordinaria inversione di tendenza questo mese dopo che le forze ucraine hanno effettuato una rapida incursione corazzata con forze speciali nella regione nord-orientale di Kharkiv, costringendo a volte la Russia a un ritiro rapido e caotico.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato martedì in un discorso a tarda notte che il suo esercito ha liberato circa 8.000 chilometri quadrati (3.100 miglia quadrate) di terra fino a questo mese, un’area più o meno equivalente all’isola di Cipro.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La Reuters non è stata immediatamente in grado di verificare l’intera portata dei successi sul campo di battaglia rivendicati dall’Ucraina.

Ribadendo il suo desiderio di liberare tutto il suo paese con la forza, Zelensky ha affermato che quelle che ha definito “misure di stabilizzazione” – la completa messa in sicurezza e l’eradicazione di qualsiasi elemento filo-russo – sono state completate in circa la metà di quei territori.

READ  ESCLUSIVO: Zelensky afferma che l'Ucraina non rinuncerà al territorio in cambio della pace con la Russia

Oleksiy Aristovich, consigliere di Zelensky, ha affermato che le forze ucraine stanno ora attaccando la città di Lyman, controllata dai russi, nella regione di Donetsk, cercando di ottenere guadagni territoriali nella vicina regione di Luhansk controllata dai russi.

“Ora c’è un attacco a Lyman”, ha detto Aristovich in un video pubblicato su YouTube, prevedendo un combattimento per la città di Svatovo, dove ha detto che i russi avevano bunker di stoccaggio.

“E questo è ciò che temono di più: prendere Lyman e poi avanzare verso Lyschansk e Severodonetsk”, ha detto, riferendosi a due città gemelle nella regione di Luhansk catturate dalla Russia dopo pesanti combattimenti a giugno e luglio.

Denis Pushilin, presidente della Repubblica popolare di Donetsk, appoggiata dalla Russia, ha affermato che le forze pro-Mosca sono riuscite a respingere le forze ucraine che hanno cercato di sfondare a Lyman e che la situazione si è stabilizzata per il momento.

“Niente ha funzionato per il nemico”, ha detto Pushlin, aggiungendo che anche gli attacchi ucraini a Lyman settentrionale e meridionale erano stati respinti.

Alla domanda se l’erroneo contrattacco dell’Ucraina a est abbia segnato una svolta nella guerra di sei mesi, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto che era difficile da prevedere.

“Ovviamente gli ucraini hanno fatto molti progressi”, ha detto Biden. “Ma penso che ci vorrà molto tempo”.

Le forze russe controllano ancora circa un quinto dell’Ucraina nel sud e nell’est, sebbene Kiev sia ora all’offensiva in entrambe le regioni.

READ  La guerra russo-ucraina: cosa sappiamo il giorno 41 dell'invasione russa | Ucraina

La Casa Bianca, che ha fornito miliardi di dollari in armi e sostegno all’Ucraina, ha affermato che è probabile che gli Stati Uniti annunceranno un nuovo pacchetto di aiuti militari nei “prossimi giorni”.

L’avanzata più rapida dell’Ucraina da quando le forze russe sono state espulse dalla capitale a marzo ha ribaltato le sorti della guerra di sei mesi

Il papa critica la guerra

Papa Francesco ha affermato mercoledì che Dio non ha diretto le religioni verso la guerra, in una critica implicita al patriarca ortodosso russo Kirill, che sostiene l’invasione dell’Ucraina e boicotta una conferenza di leader religiosi.

Parlando il secondo giorno di un viaggio in Kazakistan, Francesco ha detto: “Dio è pace. Egli ci guida sempre sulla via della pace, non sulla via della guerra”. Leggi di più

In una mossa che suggerisce che il presidente russo Vladimir Putin aveva obiettivi di guerra molto più ampi quando ha ordinato a decine di migliaia di truppe in Ucraina il 24 febbraio, tre persone vicine alla leadership russa hanno detto a Reuters che Putin ha rifiutato un accordo provvisorio con Kiev come guerra. sembrare.

Hanno detto che l’accordo avrebbe soddisfatto la richiesta della Russia che l’Ucraina rimanesse fuori dalla NATO ed è stato mediato dal principale inviato di Putin in Ucraina. Il Cremlino ha affermato che il rapporto Reuters non ha “assolutamente nulla a che fare con la realtà”. Leggi di più

Oltre alle battute d’arresto in Ucraina, le autorità russe devono affrontare sfide anche in altre ex repubbliche sovietiche.

Circa 100 persone sono state uccise questa settimana nei combattimenti più mortali tra Azerbaigian e Armenia dalla guerra del 2020, spingendo Putin a chiedere la calma. Leggi di più

Le agenzie di stampa russe, citando il servizio di frontiera kirghiso, hanno affermato che mercoledì sono scoppiate sparatorie tra le guardie che pattugliavano il confine tra Kirghizistan e Tagikistan. Leggi di più

READ  La Cina sta costruendo un ponte su un confine conteso dell'Himalaya con l'India

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Andrew Osborne; Montaggio di Frank Jack Daniel

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.