Giugno 22, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Iran e l’Arabia Saudita si accordano per ristabilire le relazioni | Notizia

L’Iran e l’Arabia Saudita si accordano per ristabilire le relazioni |  Notizia

storia dello sviluppo,

I due rivali regionali dovrebbero riaprire le loro ambasciate entro due mesi non appena le relazioni, compreso un patto di sicurezza, saranno ripristinate dopo i colloqui di Pechino.

Iran e Arabia Saudita hanno concordato di ristabilire le relazioni e riaprire le ambasciate entro due mesi, secondo i media statali iraniani e sauditi.

L’accordo è arrivato dopo i colloqui avvenuti nella capitale cinese, Pechino.

Venerdì, l’agenzia di stampa iraniana ha riferito che “a seguito dei colloqui, l’Iran e l’Arabia Saudita hanno concordato di riprendere le relazioni diplomatiche e riaprire le due ambasciate… entro due mesi”.

Noor News, che è collegata al Consiglio supremo per la sicurezza nazionale dell’Iran, ha pubblicato foto e video che ha descritto come realizzati in Cina durante l’incontro. Mostrava Ali Shamkhani, il segretario del consiglio, con un funzionario saudita e un funzionario cinese chiamato Wang Yi dalla televisione di stato.

“Dopo aver attuato la decisione, i ministri degli Esteri dei due Paesi si incontreranno per preparare lo scambio di ambasciatori”, ha affermato la televisione di stato iraniana.

L’agenzia di stampa saudita ha confermato l’accordo pubblicando anche il comunicato congiunto di Arabia Saudita e Iran, in cui si afferma che i due Paesi si impegnano a rispettare la sovranità dello Stato ea non interferire negli affari interni dell’altro.

La dichiarazione menziona anche che Riyadh e Teheran hanno concordato di attivare l’accordo di cooperazione in materia di sicurezza firmato nel 2001.

La tensione è sempre stata alta tra le rivali regionali.

L’Arabia Saudita ha tagliato i rapporti con l’Iran nel 2016 dopo che i manifestanti hanno invaso le postazioni diplomatiche saudite.

READ  I Democratici alla Camera stanno aiutando Johnson a evitare la sconfitta sui conti degli aiuti esteri, nonostante le defezioni del GOP

L’Arabia Saudita aveva giustiziato un eminente studioso sciita giorni prima, scatenando manifestazioni.

Ma ci sono stati sforzi più recenti da entrambe le parti per cementare i legami.

“Negli ultimi due anni, ci sono stati incontri tra funzionari sauditi e iraniani a Baghdad”, ha detto il corrispondente di Al Jazeera Ali Hashem. “Gli iracheni hanno avviato colloqui di mediazione nel 2021. Tutto si è fermato durante le elezioni irachene del 2021”, ha affermato.

Nessuna notizia dopo cinque tornate di colloqui. Riunioni si sono svolte anche a livello di sicurezza ad Amman. Si è concentrato principalmente sulla situazione nello Yemen.

L’Iran e l’Arabia Saudita sono su fronti opposti di una disputa su una serie di questioni regionali, in paesi diversi come il Libano, la Siria e lo Yemen.

Pertanto, il miglioramento delle relazioni tra Teheran e Riyadh potrebbe avere un impatto sulla politica in tutto il Medio Oriente.

“La situazione della sicurezza nella regione, come nel caso dello Yemen e del Libano, si deteriora e soffre quando ci sono disaccordi tra i due paesi”, ha detto Hashem. Con questo accordo, è possibile che si inizino a vedere compromessi in questi paesi. Questo accordo potrebbe portare alla creazione di una migliore situazione di sicurezza nella regione. Hanno molta influenza in questi paesi”.

Adnan Tabatabai, CEO del think tank CARPO, ha dichiarato ad Al Jazeera che “la Cina ha un enorme interesse a non vedere il contesto di sicurezza intorno alla regione del Golfo Persico precipitare nel caos, per scivolare nella situazione che abbiamo visto nel 2019 quando i corsi d’acqua di Hormuz erano i luoghi dei bombardamenti.” e vari attacchi.

READ  Le esplosioni hanno distrutto due torri radio nella regione separatista della Transnistria in Moldova

“Ci sono interessi intrinseci dei cinesi nel cercare di usare l’influenza che hanno sia su Teheran che su Riyadh per fare alcuni sforzi per bilanciare queste relazioni e finalizzare ciò che gli iracheni e gli omaniti hanno effettivamente iniziato”.

Un portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha affermato che gli Stati Uniti erano a conoscenza delle notizie secondo cui le relazioni diplomatiche tra Iran e Arabia Saudita erano riprese, ma hanno riferito maggiori dettagli ai sauditi.

In generale, accogliamo con favore qualsiasi sforzo per contribuire a porre fine alla guerra nello Yemen e calmare le tensioni nella regione del Medio Oriente. “L’allentamento e la diplomazia insieme alla deterrenza sono i pilastri fondamentali della politica che il presidente Biden ha delineato durante la sua visita nella regione lo scorso anno”, ha detto a Reuters il portavoce.