Settembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Los Angeles Sparks Nika Ogomyek affronta i “problemi di viaggio in corso che devono essere affrontati” della WNBA

Los Angeles Sparks Nika Ogomyek affronta i "problemi di viaggio in corso che devono essere affrontati" della WNBA

Scintille di Los Angeles spicca Nika Ogomec Ha detto tramite i social media lunedì sera che la “crescita trasformazionale” nella WNBA è ostacolata dai continui problemi di viaggio e da quelli che vede come “argomenti onerosi” contro possibili soluzioni.

Ogwumike e gli Sparks hanno avuto problemi di viaggio domenica al Dulles Airport della Virginia dopo la vittoria sui Washington Mystics. Dopo due ritardi, il volo di Sparks è stato cancellato e riprenotato lunedì mattina.

“Per la prima volta in 11 stagioni, ho dovuto dormire in aeroporto” In un video pubblicato sui social media nelle prime ore di lunedì mattina, ha detto Ogomek. “Mezzo addormentato in un aeroporto, metà in un hotel. Non c’erano abbastanza stanze dopo che il nostro volo è stato ritardato e ritardato (di nuovo) e poi cancellato all’una di notte ora 1:44 e ora siamo ‘qui fino alle 9′”

Sparks ha preso un volo lunedì mattina ed è tornato a Los Angeles a mezzogiorno. Ospiteranno il Connecticut Sun martedì sera mentre la WNBA conclude la sua ultima settimana di stagione regolare.

Diverse fonti hanno detto a ESPN che ogni giocatore di Sparks ha effettivamente una camera d’albergo, ma non tutti si trovano nello stesso hotel a causa del numero limitato di camere disponibili. Ma a causa del ritardo e della necessità di tornare in aeroporto con un breve anticipo per il volo riprogrammato, alcuni giocatori hanno scelto di rimanere in aeroporto. Lo ha confermato anche il giocatore di Sparks Lexi Brown sui social media.

READ  Buffalo Bills Hall of Famers intende aiutare a sparare a vittime e famiglie

Secondo un rapporto della CNN, domenica più di 900 voli sono stati cancellati in tutto il paese e sabato quasi 700 sono stati cancellati poiché le compagnie aeree hanno continuato a confrontarsi con problemi tra cui carenza di personale e condizioni meteorologiche.

La situazione dei viaggi della WNBA continua a essere un problema che i giocatori sollevano sui social media e la reputazione di Ogwumike come presidente del Comitato Esecutivo della Players Association ha attirato l’attenzione sulla sua posizione.

Il commissario NBA Kathy Engelbert ha affermato più volte che l’NBA non ha voli charter a causa dei costi elevati. Ma, in una conferenza stampa prima dell’All-Star Game di luglio, ha annunciato che la lega avrebbe affittato tutte le partite delle finali WNBA. La WNBA può anche scegliere di affittare all’inizio dei playoff se le squadre attraversano più fusi orari con un tempo limitato tra le partite.

L’ultimo contratto collettivo della WNBA, firmato nel gennaio 2020, non include alleanze e le regole della lega vietano a nessuna delle dodici squadre di scegliere di affittare individualmente perché ciò potrebbe creare uno svantaggio competitivo tra di loro. All’inizio di quest’anno è stato rivelato che New York Liberty è stata multata di $ 500.000 per aver utilizzato charter nella scorsa stagione. Engelbert ha anche smentito la notizia secondo cui il proprietario della Liberty Joseph Tsai aveva offerto alla lega un piano che avrebbe coperto i charter per tutte le squadre WNBA.

Con il suo ruolo di spicco nel sindacato, Ogwumike è stata determinante per superare l’ACB, ma ha notato in una dichiarazione sui social media che molto è cambiato riguardo ai viaggi aerei dalla pandemia di COVID-19, e questo deve essere preso in considerazione.

READ  Rafael Nadal vuole giocare in semifinale nonostante l'infortunio

“In questi tempi senza precedenti, la forma richiesta di viaggio commerciale continua a essere un enorme fardello per i nostri giocatori e il loro corpo”, ha scritto Ogoomyc. “Si tratta di un serio problema di salute e sicurezza che deve essere affrontato.

“Il vantaggio competitivo è un argomento oneroso che è troppo accolto. È una frase che impedisce la crescita trasformativa nei nostri campionati. Gruppi di proprietà nuovi ed emergenti hanno dimostrato la capacità e l’entusiasmo di investire le risorse necessarie per far crescere questo campionato nelle aree che lo richiedono più.”

A luglio, l’allenatore del Minnesota Lynx Sheryl Reeve ha espresso la sua frustrazione per quella che secondo lei era la lenta reazione della lega ai problemi con i Lynx che si erano recati a Washington per una partita. Alla domanda a riguardo, l’allenatore dei Mystics Mike Tybolt inizialmente ha detto che era “stanco di sentire” i ritardi di viaggio della WNBA e che non si sente dispiaciuto per Lynx perché succede a tutte le squadre. Tuttavia, in seguito si è scusato per le sue osservazioni.

Alla luce dei problemi di Sparks di domenica, Ogoomyc, con il sostegno del sindacato, lunedì ha scritto sui social media che spera che ciò porti a ulteriori miglioramenti nei viaggi.

“Ribadiamo il nostro appello permanente alla proprietà e alla squadra della lega a lavorare insieme per identificare una soluzione gestibile a questo problema le cui origini sono complesse, ma la cui riparazione è semplice”, ha scritto Ogomec. “È ora di consentire alle squadre di investire in voli charter tra le partite, a partire dai playoff WNBA del 2022 e proseguendo con l’intera stagione a partire dal 2023.

READ  Aaron Rodgers e Shailene Woodley parlano delle cose "aprendosi" alla riconciliazione

“Nello spirito di collaborazione, invitiamo le compagnie aeree private e commerciali a riconoscere questa audace opportunità di leadership: American, Delta, JetBlue, Southwest, United, NetJets, Wheels Up e JetSuiteX, tra gli altri: ti invitiamo a incontrarci al tavolo e condividi i nostri giocatori WNBA per aiutare a eliminare l’avversario più duro che affrontano in ogni stagione: viaggiare”.