Luglio 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina lancia altri attacchi alla Crimea dopo aver colpito due navi da guerra: aggiornamenti in tempo reale

L’Ucraina lancia altri attacchi alla Crimea dopo aver colpito due navi da guerra: aggiornamenti in tempo reale
Vicino al cantiere navale dove mercoledì l’esercito ucraino ha colpito, a Sebastopoli, in Crimea.credito…Reuters

Mentre i suoi soldati combattono dure battaglie per penetrare le linee russe pesantemente fortificate nell’Ucraina meridionale e orientale, Kiev sta lavorando per intensificare i suoi attacchi nella penisola di Crimea occupata, nel tentativo di minare lo sforzo bellico del Cremlino indebolendo costantemente le sue capacità di combattimento.

Nelle ultime settimane, gli attacchi alla penisola – un hub logistico cruciale per lo sforzo bellico russo – hanno subito un’accelerazione. Giovedì, sia l’Ucraina che la Russia hanno annunciato nuovi attacchi, il giorno dopo che l’esercito ucraino ha colpito due navi nel quartier generale della flotta del Mar Nero, in uno degli attacchi più audaci di Kiev alle infrastrutture militari russe dall’inizio della guerra.

“La strada verso la vittoria sul campo di battaglia è sconfiggere la logistica dei russi”, ha detto in una dichiarazione mercoledì Andriy Yermak, consigliere senior del presidente ucraino, dopo gli attacchi in Crimea. Ha aggiunto che la sconfitta della Russia dipende dal fatto che non si dia a Mosca “l’opportunità di mantenere la capacità militare necessaria per condurre una guerra d’aggressione”.

Il Cremlino controlla rigorosamente le informazioni diffuse dai suoi funzionari in Crimea, ed è spesso difficile valutare l’impatto dei singoli attacchi su aeroporti, porti, basi, complessi missilistici e linee di rifornimento russi. Mosca mantiene ancora potenti sistemi di difesa aerea e ha dimostrato la sua capacità di adattarsi alle nuove minacce ucraine.

Tuttavia, è chiaro che la frequenza e la gravità degli scioperi sono in aumento.

L’esercito ucraino ha dichiarato giovedì di aver colpito i sistemi di difesa missilistica terra-aria Triumph vicino a Yevpatoria, nella Crimea occidentale. Il successo dell’operazione non può essere verificato immediatamente in modo indipendente, ma dimostra gli sforzi dedicati dell’Ucraina per colpire le difese aeree russe e rendere più efficaci gli attacchi futuri. Il Ministero della Difesa russo non ha commentato questa affermazione.

READ  Nello scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina, gli americani si chiedevano se la morte stesse arrivando

Un funzionario della sicurezza ucraino, che ha parlato dei dettagli delle operazioni in condizione di anonimato, ha affermato che l’attacco di giovedì al sistema di difesa includeva droni e missili.

Il giorno precedente, missili da crociera ucraini sembravano aver colpito un sottomarino russo di classe Kilo e una grande nave da sbarco in un cantiere navale a Sebastopoli, quartier generale della flotta del Mar Nero in Crimea. Funzionari russi hanno ammesso che due navi nel bacino di carenaggio sono state danneggiate e le immagini satellitari hanno indicato la presenza di un sottomarino e di una nave da sbarco sul posto.

Mentre la Russia cerca modi più sicuri per sostenere le proprie forze in Ucraina, le grandi navi da sbarco costituiscono un’importante risorsa logistica e la nave, a seconda dell’entità del danno, sarà la seconda ad essere messa fuori servizio a causa di un attacco ucraino in Ucraina. ultime settimane.

Ben Parry, ricercatore senior per gli studi sulla guerra terrestre presso l’International Institute for Strategic Studies, un think tank britannico, Ha scritto giovedì La “profonda battaglia” dell’Ucraina contro obiettivi lontani dal fronte, inclusa la Crimea, “ha mostrato segni di successo nell’interrompere le operazioni militari russe” che “potrebbero mettere le forze ucraine sulla strada del successo o almeno ridurre significativamente la potenza di combattimento russa”.

L’attacco a Sebastopoli è avvenuto pochi giorni dopo che le forze speciali ucraine avevano annunciato di aver recuperato diverse piattaforme petrolifere e di gas nelle acque tra Odessa e Crimea. Non è stato possibile verificare in modo indipendente l’affermazione dell’Ucraina e il ministero della Difesa russo non ha commentato.

Analisti militari e Agenzia di intelligence militare britannica La Russia afferma di aver installato installazioni radar e sistemi missilistici a lungo raggio su tali piattaforme utilizzate per attaccare l’Ucraina e difendersi dagli attacchi alle strutture russe in Crimea. Funzionari militari ucraini hanno affermato che uno degli obiettivi dell’operazione era indebolire la capacità dei russi di individuare minacce contro la Crimea.

READ  I manifestanti si riuniscono in tutto il Nord America nel terzo anniversario dell'abbattimento del PS752 da parte dell'Iran

L’Ucraina ha anche utilizzato droni navali per colpire le navi russe nel Mar Nero. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato in un comunicato che la nave pattuglia russa Sergei Kotov è stata presa di mira da cinque imbarcazioni senza pilota prima dell’alba di giovedì. I russi hanno affermato che l’attacco è stato sventato, affermazione che non ha potuto essere verificata in modo indipendente.

La Crimea è stata un punto di partenza per l’invasione di Mosca quasi 19 mesi fa, e rimane un anello vitale nella catena di approvvigionamento russa che mantiene decine di migliaia di soldati russi armati e nutriti.