Febbraio 3, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Plesiosaurus: I cacciatori di fossili in Australia hanno scoperto uno scheletro di 100 milioni di anni

Plesiosaurus: I cacciatori di fossili in Australia hanno scoperto uno scheletro di 100 milioni di anni



Cnn

I ricercatori hanno salutato la scoperta di un gigantesco scheletro di rettile marino di 100 milioni di anni in Australia come una svolta che potrebbe fornire indizi vitali sulla vita preistorica.

Tre cacciatori di fossili dilettanti hanno trovato i resti di un giovane plesiosauro di sei metri (19 piedi), noto anche come Elasmosaurus, in una stazione di bestiame nel remoto Queensland occidentale ad agosto.

Espen Knutsen, curatore senior di paleontologia presso il Museo del Queensland, ha paragonato la scoperta alla scoperta della Stele di Rosetta, un antico blocco di granito egiziano riscoperto nel 1799 che ha aiutato gli esperti a decifrare i geroglifici.

“Non abbiamo mai trovato un corpo e una testa insieme e questo potrebbe essere la chiave per la ricerca futura in quest’area”, ha affermato Knutsen in una dichiarazione mercoledì confermando la scoperta, aggiungendo che potrebbe fornire ai paleontologi una visione più approfondita delle origini, dell’evoluzione e dell’ecologia. dal periodo cretaceo nella regione.

“Poiché questi plesiosauri erano due terzi del collo, la testa era spesso separata dal corpo dopo la morte, rendendo molto difficile trovare un fossile che conservasse entrambi insieme”, ha detto.

La scoperta è stata fatta da paleontologi dilettanti noti come “Rock Chicks”: Cassandra Prince, sua sorella Cynthia e la collega Sally, che usa solo il suo nome.

Gli elasmosauri, che crescevano tra gli 8 ei 10 metri di lunghezza, vivevano nel Mare Eromanga, che copriva gran parte dell’Australia interna con acqua profonda 50 metri circa 150 milioni di anni fa.

Knutsen ha detto alla CNN che quando un Elasmosaurus moriva, il suo corpo in decomposizione si gonfiava di un gas che lo faceva salire sulla superficie dell’acqua, e la testa si spezzava spesso quando i predatori scavavano il cadavere, rendendo rari i reperti dell’intero corpo.

Ha aggiunto che poiché l’ultima scoperta era un piccolo esemplare, avrebbe fatto luce su come la forma del corpo dell’elasmosauro è cambiata dalla giovinezza all’età adulta.

“Daremo un’occhiata alla chimica dei suoi denti e questo può dirci qualcosa anche sul suo habitat in termini di habitat, se ha migrato per tutta la sua vita, se è un tipo di habitat di sopravvivenza, e anche nella sua dieta”.

Antichi rettili marini come i plesiosauri e gli ittiosauri non sono classificati come dinosauri anche se vissero più o meno nello stesso periodo. I plesiosauri si sono evoluti da antenati che vivevano sulla terra e quindi non avevano branchie e dovevano emergere occasionalmente per prendere aria. Non è ancora noto per quanto tempo possano rimanere sott’acqua.

Appassionati di caccia ai fossili Cassandra Prince con Espen Knutsen del Queensland Museum.

È l’ultima grande scoperta preistorica fatta in Australia negli ultimi anni.

Nel giugno dello scorso anno, Gli scienziati hanno confermato La scoperta del 2007 di uno scheletro fossilizzato nel Queensland è stato il più grande dinosauro del paese. Soprannominato “Cooper”, il dinosauro era alto circa due piani ed era lungo quanto un campo da basket.

Due mesi dopo, gli scienziati hanno scoperto che esisteva una specie di Drago volante che sorse sull’Australia 105 milioni di anni fa. I ricercatori hanno descritto lo pterosauro come una “bestia terrificante” che predava giovani dinosauri.

READ  La straordinaria immagine del telescopio cattura il grandioso design della galassia a spirale