Luglio 2, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stati Uniti: le questioni NATO della Turchia con Svezia e Finlandia saranno risolte

Stati Uniti: le questioni NATO della Turchia con Svezia e Finlandia saranno risolte

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato venerdì di essere fiducioso che le obiezioni della Turchia all’adesione di Finlandia e Svezia alla NATO possano essere superate rapidamente, forse in tempo per un vertice dei leader dell’alleanza alla fine del prossimo mese.

In una conferenza stampa a Washington con il ministro degli Esteri finlandese in visita Pekka Haavisto, Blinken ha affermato che gli Stati Uniti non hanno motivo di credere che le preoccupazioni della Turchia non possano essere affrontate. I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che l’alto diplomatico turco ha affermato che Finlandia e Svezia devono compiere “passi concreti” prima che Ankara possa aumentare i loro membri.

“Gli Stati Uniti sostengono pienamente l’adesione di Finlandia e Svezia all’alleanza e sono fiducioso che entrambi diventeranno presto membri della NATO”, ha affermato Blinken. “Non vediamo l’ora di poter chiamare Finlandia e Svezia nostri alleati”.

Haavisto ha affermato che il suo paese e la Svezia hanno avuto “buoni negoziati” con i turchi negli ultimi giorni sulle loro preoccupazioni e ha affermato che queste discussioni continueranno con l’obiettivo di risolverle prima del vertice della NATO a Madrid alla fine di giugno.

“Abbiamo deciso di continuare quei colloqui”, ha detto Haavisto. Crediamo che questi problemi sollevati dalla Turchia possano essere risolti. Ci auguriamo che alcuni risultati vengano raggiunti prima del vertice della NATO”.

La scorsa settimana Svezia e Finlandia hanno presentato domanda scritta per entrare a far parte della NATO. La mossa rappresenta una delle più grandi ramificazioni geopolitiche della guerra russa in Ucraina e potrebbe riscrivere la mappa della sicurezza dell’Europa.

Le domande di adesione richiedono il supporto di tutti i 30 attuali paesi della NATO, ma la Turchia, che comanda il secondo esercito più grande dell’alleanza, si oppone a loro. Ha citato il presunto sostegno ai militanti curdi, che la Turchia considera terroristi, e le restrizioni alla vendita di armi alla Turchia.

READ  I viaggiatori ora possono andare in Giappone, ma i turisti nazionali rimangono al centro dell'attenzione

Venerdì scorso, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che le delegazioni negoziali di Finlandia e Svezia hanno ricevuto documenti che dettagliano le preoccupazioni della Turchia, come informazioni relative ai gruppi terroristici, durante la loro visita in Turchia questa settimana. Ha detto che Ankara stava aspettando risposte specifiche.

Çavuşoğlu ha detto che un “approccio” che convinceremmo comunque la Turchia al momento giusto, siamo amici e alleati, “non sarebbe corretto”. Ha sottolineato che “questi paesi devono fare passi concreti”.

miniatura del video di YouTube

“Comprendiamo le preoccupazioni per la sicurezza della Finlandia e della Svezia, ma… tutti devono anche comprendere le legittime preoccupazioni per la sicurezza della Turchia”, ha aggiunto.

La Turchia questa settimana ha elencato cinque “garanzie concrete” che la Svezia aveva richiesto, compreso ciò che ha affermato che avrebbe “posto fine al sostegno politico al terrorismo”, “eliminato la fonte del finanziamento del terrorismo” e “fermato il sostegno alle armi” per vietare il Partito dei lavoratori del Kurdistan ( PKK) e la sua milizia curda siriana.

Le richieste chiedevano anche la revoca delle sanzioni sulle armi contro la Turchia e la cooperazione globale contro il terrorismo.

Cavusoglu ha fatto le osservazioni in una conferenza stampa con i ministri degli esteri in visita di Polonia e Romania, entrambi alleati della NATO, che hanno entrambi espresso un forte sostegno alle offerte di Finlandia e Svezia.

“Non c’è dubbio che abbiamo bisogno che Svezia e Finlandia aderiscano alla NATO per rafforzarla”, ha affermato il ministro degli Esteri polacco Zbigniew Rau.

Il ministro degli Esteri rumeno Bogdan Aurescu ha concordato, affermando che la loro adesione rafforzerebbe la nostra difesa e sicurezza collettiva.

READ  Snake Island: un piccolo appezzamento di terra gioca un ruolo importante nella guerra della Russia contro l'Ucraina

___

Segui la copertura dell’AP sulla guerra su https://apnews.com/hub/russia-ukraine