Novembre 28, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

William Shatner parla della sua ricaduta con l’amico Leonard Nimoy in Star Trek, bacio storico con Nichelle Nichols

William Shatner reflects on fallout with ‘Star Trek’ pal Leonard Nimoy, historic kiss with Nichelle Nichols

William Shatner non sa cosa sia successo tra lui e la sua ragazza L’attore Leonard Nimoy è il co-protagonista di “Star Trek”.

L’attore, noto soprattutto per aver interpretato l’ufficiale Vulcaniano dalle orecchie a punta Mr. Spock nella serie di fantascienza degli anni ’60, è morto nel 2015 all’età di 83 anni. Suo figlio, Adam Nimoy, ha annunciato che la star è morta per la fine della BPCO nella sua casa di Los Angeles con la famiglia al suo fianco.

Shatner, riconosciuto dai fan come il Capitano Kirk, ha recentemente scritto un libro intitolato “Go Bold: riflessioni su una vita di stupore e meraviglia”. In esso, l’attore ha francamente riflettuto sulla sua decennale amicizia con Nimoy e su come sembrava andare storto.

Shatner ha ammesso a Fox News Digital di non capire ancora cosa è andato storto.

William Shatner spiega perché il suo viaggio nello spazio “sembrava un crimine”: “Ho visto la morte e ho visto la vita”

Da sinistra: Leonard Nimoy nei panni del signor Spock e William Shatner nei panni del capitano James T. Kirk nell’episodio “Il cervello di Spock” di “Star Trek”. È stato trasmesso il 20 settembre 1968.
(Foto CBS via Getty Images)

“L’ignoranza faceva parte del danno”, ha spiegato il 91enne. “Leonard ed io ci conosciamo da 50 anni. Eravamo fratelli. Era il fratello che non ho mai avuto. Eravamo nel dominio dell’altro più e più volte… eravamo davvero buoni amici. Poi è successo qualcosa… mai più per scoprirlo, ma negli ultimi sei mesi della sua vita non ha voluto comunicare con me, gli ho scritto. [I told him] lo amo. E sapevo che era molto malato. Stava morendo”.

Shatner ha affermato che durante gli ultimi mesi della vita di Nimoy non ha risposto alle sue chiamate. Non è mai stata data una ragione, il che ha reso la sua perdita ancora più dolorosa.

Ma alcuni anni dopo, la figlia di Nimoy ha contattato Shatner.

“Deve aver sentito di quanto sia stato doloroso”, ha detto Shatner. E lei disse: Sai, ti ho amato. E questo mi ha fatto sentire molto meglio”.

Clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter di intrattenimento

Nel 2016, Shatner ha detto a The Hollywood Reporter che si chiedeva se il rifiuto di Nimoy di prendere parte a un film che stava girando avesse spinto al suo silenzio.

“Ho creduto [Leonard] All’inizio stava scherzando e lo trattava come uno scherzo perché a volte fingeva e diceva “No, non lo farei” e poi diceva “Sì”, cosa che pensavo lo facesse”, disse Shatner all’epoca. Ma all’epoca intendeva davvero, no. … Non lo so, il che è triste, ed è permanente. Non so perché ha smesso di parlare con me”.

Un anno prima della sua morte, Nimoy è andato su Twitter e È stato annunciato che aveva una malattia ai polmoni. Nimoy lo ha collegato al fumo, un’abitudine che ha detto di aver abbandonato 30 anni fa. Nel gennaio 2015, un mese prima della sua morte, Nimoy ha twittato: “Non fumare. L’ho fatto. Vorrei non averlo capito”.

La sua ultima dichiarazione pubblica su Twitter, fatta poco prima della sua morte, è stata ponderata, ma agrodolce.

William Shatner condivide la memoria toccante di Leonard Nimoy, spiega perché ha a che fare con “The Unexplained”

Leonard Nimoy (apparso qui in Star Trek II: L'ira di Khan del 1982 con William Shatner) è morto nel 2015. Aveva 83 anni.

Leonard Nimoy (apparso qui in Star Trek II: L’ira di Khan del 1982 con William Shatner) è morto nel 2015. Aveva 83 anni.
(Foto CBS via Getty Images)

“La vita è come un giardino. I momenti perfetti possono essere goduti, ma non conservati, solo nella memoria”, ha scritto, seguito dal solito segno di “LLAP”, acronimo di “Live Long and Prosper”, dice Spock.

Shatner sa esattamente cosa direbbe al suo amico se fossero seduti insieme oggi.

“Beh, gli ho scritto un biglietto, poco prima che morisse”, ha detto Shatner. “Non credo che l’abbia letto. Non ho mai ricevuto risposta da questa sentita lettera, ma gli dirò quello che ho scritto nella nota”. Ciao, mio ​​Dio, sei mio amico. Se ho fatto qualcosa di sbagliato, dimmelo perché ti amo. Apprezzo la nostra amicizia. Perché non mi dici cosa hai fatto? Non lo farò di nuovo. Questa opportunità non è mai esistita, ma è quello che gli dirò”.

READ  L'attore raggiunge la vetta della classifica - Scadenza

Di recente, la squadra sopravvissuta di “Star Trek” ha subito un’altra devastante perdita. Nichelle Nichols, che ha infranto le barriere per le donne di colore a Hollywood quando il tenente Oora, ufficiale delle comunicazioni, è morto nell’agosto di quest’anno. Aveva 89 anni.

L’icona di “Star Trek” Nick Nichols cenere per esplodere nello spazio, Son Kyle chiama la missione aziendale “Grande onore”

Nichelle Nichols ha interpretato il tenente Nyota Uhura in Star Trek.

Nichelle Nichols ha interpretato il tenente Nyota Uhura in Star Trek.
(Foto CBS via Getty Images)

L’originale “Star Trek” è stato presentato in anteprima sulla NBC l’8 settembre 1966. Il cast multiculturale e multietnico è stato il messaggio del creatore Gene Roddenberry agli spettatori che nel lontano futuro, il tredicesimo secolo, la diversità umana sarà pienamente accettabile.

Durante la terza stagione dello show, il personaggio di Nichols e Shatner, Kirk, ha condiviso quello che è stato annunciato come il primo bacio interrazziale andato in onda in una serie televisiva americana. Nell’episodio “Il figliastro di Platone”, i loro personaggi, che hanno sempre mantenuto una relazione platonica, sono stati costretti a baciarsi dagli alieni che controllavano le loro azioni.

Preoccupati per la reazione dei telespettatori del sud, gli utenti del programma volevano una seconda ripresa della scena in cui si è verificato il bacio fuori dallo schermo. Ma Nichols ha detto nel suo libro:“Beyond Uhura: Star Trek and Other Memories”, in cui lei e Shatner hanno deliberatamente ingannato le battute per forzare l’uso dell’immagine originale.

Nonostante le preoccupazioni, l’episodio è andato in onda senza reazione. Nichols ha detto in un’intervista del 2010 con gli Archives of American Television:

L’attrice Nelly Nichols muore a 89 anni in “Star Trek”.

Nichelle Nichols nei panni di Uhura e William Shatner nei panni del capitano James T. Kirk in un episodio

Nichelle Nichols nei panni di Uhura e William Shatner nei panni del capitano James T. Kirk nell’episodio di “Star Trek” “I figliastri di Platone”. L’episodio è andato in onda il 22 novembre 1968.
(Foto CBS via Getty Images)

Shatner ha detto che ha ancora bei ricordi di aver fatto rivivere quella scena.

“Beh, dal mio punto di vista personale, è stressante”, ha spiegato. “C’era questa bellissima donna, ed era scritto che l’ho baciata. E così, l’ho baciata, ed è stato fantastico… Mi è davvero piaciuta l’esperienza. Baci qualcuno, ed è fantastico. Ci siamo divertiti entrambi e poi la ricaduta in bianco e nero – è una bella signora. Che alcune stazioni televisive del sud non abbiano mostrato questo episodio la prima volta – ora è diverso”.

READ  La prima foto di Ryan Gosling nei panni di Kane ci fa chiedere se abbiano mai permesso a un'attrice di 41 anni di interpretare Barbie

“Quindi, sì, se ero coinvolto in quel mondo, c’era un passo avanti, ‘Sono con te'”, ha detto. “Ma dal mio punto di vista, i due attori hanno passato un bel pomeriggio”.

Shatner ha condotto una carriera decennale di successo con spettacoli di successo, come “The Defenders”, “TJ Hooker” e “Boston Legal”. Ma nel suo libro contempla la vita e la morte. Ha anche dettagliato la sua esperienza di essere l’uomo più anziano di sempre Viaggio nello spazio all’età di 90 anni. Questo volo ha avuto luogo nell’anno 2021. L’avventura aerea è stata resa possibile grazie alla compagnia miliardaria di voli spaziali Jeff Bezos, Blue Origin. Il fondatore dell’impero amazzonico attribuisce a “Star Trek” il merito di aver acceso il suo interesse per i viaggi nello spazio.

William Shatner condivide parole chiare dopo il successo del volo Blue Origin: “Spero di non riprendermi mai da questo”

Il rappresentante di Star Trek William Shatner (a destra) saluta mentre il co-fondatore di Planet Labs Chris Buchwezen guarda la piattaforma di atterraggio del nuovo Blue Origin Shepherd dopo che sono volati nello spazio il 13 ottobre 2021.

Il rappresentante di Star Trek William Shatner (a destra) saluta mentre il co-fondatore di Planet Labs Chris Buchwezen guarda la piattaforma di atterraggio del nuovo Blue Origin Shepherd dopo che sono volati nello spazio il 13 ottobre 2021.
(Foto di Mario Tama/Getty Images)

Sebbene l’invecchiamento non sempre renda le cose facili, Shatner è determinato a continuare a perseguire la sua passione.

“Mi fa male la spalla”, ha detto. “Non posso correre come ho fatto. Sono riluttante a fare immersioni, adoro le immersioni. [But] L’ultima volta che mi sono immerso, sono rimasto senza fiato. Questo mi ha spaventato. Non so se posso più fare immersioni. Allora, cosa posso fare? Andare a cavallo e fare esercizio in piscina. questo è ciò che faccio “.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.