Giugno 20, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Zelenskyj lancia una sfida all’Occidente sui sistemi Patriot “immobili”.

Zelenskyj lancia una sfida all’Occidente sui sistemi Patriot “immobili”.

Kiev ha raddoppiato le sue richieste per i sistemi di difesa aerea Patriot, attualmente inutilizzati, dopo che la NATO si è impegnata ad aumentare le forniture all’Ucraina per proteggere i cieli del paese.

“I sistemi di difesa aerea possono essere definiti ‘patrioti’ solo se funzionano e salvano vite invece di restare fermi da qualche parte nelle basi di stoccaggio”, ha detto domenica Volodymyr Zelensky in un post sui social media. “I patrioti devono essere nelle mani degli ucraini adesso”.

L’intenso bombardamento aereo russo ha costretto l’Ucraina a intensificare la sua ricerca sempre più disperata di difese aeree a terra. Mosca ha lanciato attacchi missilistici su infrastrutture vitali e aree residenziali in Ucraina.

Bombardieri Patriot a nord di Atene presso la base aerea militare di Tatoi, il 30 luglio 2004, a Tatoi, in Grecia. “I patrioti possono essere chiamati sistemi di difesa aerea solo se funzionano e salvano vite umane invece di restare fermi da qualche parte…


Milos Pecanski/Getty Images

I missili Patriot di fabbricazione statunitense, il gold standard della difesa aerea a cui viene attribuita l’intercettazione dei missili ipersonici apparentemente inarrestabili della Russia, sono in cima alla lista dei desideri di Kiev.

“Dacci quei maledetti patrioti”, ha detto a Politico il ministro degli Esteri di Kiev Dmytro Kuleba alla fine di marzo. Poco dopo, Zelenskyj ha affermato che il Paese aveva bisogno di 25 sistemi Patriot, con un massimo di otto batterie ciascuno, “per coprire l’intera Ucraina”. Ha detto Kulibà Washington Post All’inizio di questo mese, la sua priorità immediata era mettere in sicurezza sette sistemi.

READ  Erdogan si vede con grande slancio contro Türkiye

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato giovedì che Berlino fornirà a Kiev un terzo sistema Patriot e ha esortato gli altri leader europei ad aumentare le donazioni alla difesa aerea.

L'attenzione si è rapidamente spostata sul numero di sistemi Patriot a disposizione di Kiev, dopo che anni di calo delle spese per la difesa in Europa avevano sollevato preoccupazioni sui dispositivi di protezione del suolo della NATO.

Gli eserciti europei hanno circa 100 batterie Patriot, ha affermato Josep Borrell, il massimo diplomatico dell'Unione Europea. Ma il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che ce ne sono “significativamente” meno di 100 in Europa.

“Sappiamo che molti paesi sono seduti su grandi quantità di sistemi Patriot e potrebbero non volere consegnarli direttamente”, ha detto mercoledì il primo ministro olandese Mark Rutte. “Possiamo acquistarlo da loro, possiamo consegnarlo all'Ucraina e abbiamo i fondi disponibili. È fondamentale.”

Burrell ha detto giovedì che c'erano sistemi Patriot disponibili nelle baracche, conservati “per ogni evenienza”.

Stoltenberg ha dichiarato venerdì ai media, a seguito di una riunione del Consiglio NATO-Ucraina, che l'alleanza rafforzerà l'arsenale di difesa aerea dell'Ucraina.

“La NATO ha identificato le capacità esistenti in tutta l'alleanza e ci sono sistemi che possono essere messi a disposizione dell'Ucraina”, ha affermato Stoltenberg.

Kuleba ha detto all’inizio di questo mese che erano in corso “negoziati attivi” per altri due sistemi Patriot, senza fornire ulteriori dettagli. Financial Times È stato riferito che l'Ucraina stava discutendo con Spagna e Polonia riguardo a questi sistemi, citando funzionari anonimi.

Sabato la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato più di 60 miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina dopo che gli aiuti potenzialmente rivoluzionari per Kiev languivano al Congresso per mesi impantanata in lotte politiche interne. I legislatori hanno anche concordato di fornire altri miliardi in aiuti ad altri alleati degli Stati Uniti. Il Senato voterà ora il pacchetto, prima di recarsi al presidente Joe Biden per la sua firma.

READ  Alberta Premier Smith prende di mira Trudeau dopo aver vinto le elezioni provinciali

Matthew Saville, direttore della scienza militare presso il Royal United Services Institute con sede nel Regno Unito, ha affermato che i sistemi di difesa aerea e missilistica saranno probabilmente una priorità in questo pacchetto dopo che l’Ucraina ha esaurito gran parte delle sue risorse contro i recenti attacchi aerei russi.