UPO e Fondazione CRAL insieme per lo sviluppo universitario del Polo Alessandrino anche nell’anno 2017/2018

Il radicamento e la crescita dell’offerta accademica dell’Università del Piemonte Orientale nei territori di Alessandria, di Novara e di Vercelli è da sempre legato al rapporto virtuoso di collaborazione con le Fondazioni bancarie cittadine.

Per l’anno accademico 2016-2017, che si sta concludendo, l’UPO ha beneficiato, relativamente al polo alessandrino, di una specifica convenzione siglata nell’ottobre del 2016 con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria; l’accordo, grazie a un contributo di oltre 150.000 Euro erogato da parte della Fondazione, ha reso possibile il potenziamento dell’attività didattica e di ricerca dei Dipartimenti di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali e di Scienze e innovazione tecnologica — tradotto nell’assunzione di giovani ricercatori — oltre al rafforzamento del Corso di Laurea triennale in Lettere attivo ad Alessandria e di recentissima istituzione.

Anche l’anno accademico 2017-2018 si aprirà nello stesso solco: il rettore dell’UPO Cesare Emanuel e il presidente della Fondazione CRAL Pier Angelo Taverna hanno, infatti, siglato una nuova convenzione grazie alla quale l’Ateneo avrà a disposizione un finanziamento di altri 150.000 Euro utili a garantire la continuità degli obiettivi e delle linee strategiche portate avanti grazie alla convenzione 2016-2017.

«Il supporto della Fondazione — sottolinea il rettore Emanuel — è la traduzione concreta di un rapporto proficuo e duraturo che è carico di significati per il territorio alessandrino. Esso ci consente di rendere più solida la nostra presenza nel Piemonte orientale arricchendo l’offerta didattica e migliorando i risultati della ricerca scientifica, ambiti di eccellenza riconosciuti come strategici e qualificanti per l’UPO anche dalle recenti indagini del MIUR