Un nuovo approccio alla finanza: gli investimenti a impatto sociale

Il mondo della finanza è da sempre molto attento al ritorno economico generato da un investimento, il quale deve essere compatibile con il suo profilo di rischio. Negli ultimi anni, tuttavia, sono stati introdotti nuovi strumenti che hanno anche uno specifico focus in termini “sociali”.

Si tratta della cosiddetta “finanza ad impatto sociale”, ossia investimenti che sono legati a obiettivi sociali misurabili, tali da creare contemporaneamente un ritorno per gli investitori e sostenere progetti, imprese o fondi di investimento in grado di creare benefici sociali compatibili con un risultato economico.

In questo modo ai tradizionali parametri “rischio-rendimento” si affianca anche la variabile “impatto sociale creato”, con la contestuale presenza di svariati strumenti finanziari a disposizione dell’investitore, che spaziano dal debito all’equity. Tra essi si possono citare a titolo di esempio: la venture philanthropy, i social impact bond/pay for result, i social impact funds o l’equity crowdfunding, tutte modalità (alcune tuttavia in fase ancora embrionale) che si stanno diffondendo in Italia e in Piemonte.

Questo nuovo approccio alla finanza risulta invece molto ben radicato nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Nel Regno Unito la sua diffusione deriva dalle attività istituzionali finalizzate a favorire questi investimenti, con la creazione di un contesto favorevole a tali strumenti e al ruolo chiave di Big Society Capital (un ente appositamente dedicato). Negli Stati Uniti, invece, lo sviluppo è frutto della crisi economica che ha indotto alcuni importanti enti filantropici a ripensare alle loro modalità di intervento, favorendo di fatto questo nuovo orientamento finanziario.

In tali paesi il successo di queste tipologie di operazioni è costituito innanzitutto dalla volontà dell’investitore di creare impatti sociali attraverso l’investimento e alla contestuale attesa di un ritorno finanziario. Inoltre, sono fondamentali la flessibilità del tasso di rendimento, le tipologie di strumenti finanziari utilizzati e la misurabilità degli effetti sociali creati.

Queste nuove modalità finanziarie potranno quindi produrre rilevanti impatti e positive ricadute anche in ambito locale. Esse sono, pertanto, degli strumenti innovativi con cui la finanza può favorire anche lo sviluppo locale, ad esempio con la creazione di nuovi posti di lavoro, attraverso il miglioramento del welfare, mediante il potenziamento dei servizi sociali, ecc., trasformando così il denaro in “strumento per il sociale” a favore delle nostre comunità.

Flavio Servato