Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

2022 è una storia spaziale fuori dal mondo

di operazioni scientifiche di successo Il telescopio spaziale James Webb della NASA A causa del lancio della capsula spaziale Orion, l’anno 2022 ha visto molte vittorie.

Ecco i momenti più importanti da ricordare:

Doppio test di reindirizzamento degli asteroidi (DART)

La missione DART (Double Asteroid Redirection Test) della NASA ha alterato con successo l’orbita di un asteroide a milioni di chilometri di distanza. Dopo aver analizzato più di due settimane dopo che la navicella spaziale ha colpito Dimorphos – la prima volta che l’umanità ha intenzionalmente alterato il moto di un corpo celeste e la prima dimostrazione su larga scala di una tecnica di deflessione di un asteroide – gli scienziati hanno scoperto che l’impatto cinetico ha accorciato l’orbita della Luna attorno suo asteroide genitore. Didimo con 32 minuti. Prima di allora, Dimorphos impiegava 11 ore e 55 minuti per fare il giro di Didymos. La scala ha un margine di incertezza di circa due minuti, più o meno.

L’immagine del Web Telescope della NASA rivela la prima formazione stellare in un “raro” ritrovamento

In questa immagine resa disponibile dalla NASA, i detriti eruttano dall’asteroide Dimorphos, a destra, pochi minuti dopo la deliberata collisione della missione Dual Asteroid Redirection Test (DART) della NASA il 26 settembre 2022, catturata dalla vicina agenzia spaziale italiana LICIACube. Martedì 5 ottobre 2022, la NASA ha dichiarato che il veicolo spaziale ha cambiato con successo la sua orbita.
((ASI/NASA via AP))

Il buco nero nella Via Lattea

Gli astronomi hanno svelato la prima immagine del buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea. L’immagine a colori è stata prodotta dalla collaborazione Event Horizon Telescope (EHT), utilizzando le osservazioni di una rete globale di radiotelescopi. Il buco nero si trova a circa 27.000 anni luce dalla Terra ed è 4 milioni di volte più massiccio del nostro Sole.

READ  Un razzo SpaceX lancia in orbita 53 satelliti Starlink e atterra in mare

Il rover Perseverance sta raccogliendo campioni da Marte

Il rover Perseverance della NASA dovrebbe iniziare la costruzione del primo deposito di campioni su un altro mondo. Secondo la NASA, questo segnerà un’importante pietra miliare nella campagna di ritorno del campione su Marte, che mira a fare Porta campioni da Marte sulla Terra studiare da vicino. Nel corso di circa 30 giorni, Perseverance depositerà un totale di 10 tubi contenenti campioni che rappresentano la diversità del record di rocce del cratere Jezero.

La navicella spaziale Orion schizza dopo il sorvolo della Luna

Sagittarius A (asterisco) catturato dalla collaborazione Event Horizon Telescope (EHT).

Sagittarius A (asterisco) catturato dalla collaborazione Event Horizon Telescope (EHT).
(Credito: collaborazione EHT)

Splendide immagini della NASA rivelano la superficie di IO, che è associata al vulcano

La capsula spaziale Orion della NASA è precipitata nell’oceano dopo 25 giorni Volo di prova senza equipaggio intorno alla luna, concludendo una missione che apre la strada agli astronauti nel prossimo viaggio sulla luna. La capsula è atterrata a ovest della Baja California, a più di 300 miglia a sud dell’area bersaglio originale.

Il James Webb Space Telescope ha iniziato le operazioni scientifiche

La NASA e i suoi partner internazionali hanno rilasciato la serie completa delle prime immagini e dati a colori dal James Webb Space Telescope. Le immagini includono l’esopianeta WASP-96 b, un gigante di gas caldo situato a circa 1.150 anni luce dalla Terra. In un’altra istantanea condivisa tramite una trasmissione internazionale, la Nebulosa planetaria meridionale, o “Eight-Burst”, viene mostrata in maggior dettaglio, precedentemente nascosta agli astronomi. Quindi, in un’immagine fornita dai partner dell’Agenzia spaziale europea (ESA), il Quintetto di Stephan – un gruppo visibile di cinque galassie – è visto sotto una nuova luce, a circa 290 milioni di anni luce di distanza. L’immagine finale mostrava il paesaggio scintillante della Nebulosa Carena – un vivaio stellare – con stelle nuove di zecca che prima erano completamente nascoste. I “pendii cosmici” catturati da Webb sono il bordo di una cavità gigante gassosa all’interno della regione di formazione stellare della Nebulosa Carena chiamata NGC 3324. La Nebulosa Carena si trova all’interno della galassia della Via Lattea a circa 7.600 anni luce di distanza. Ospita molte stelle massicce che sono molte volte più massicce del sole.

READ  Organismi di forse 830 milioni di anni sono stati trovati intrappolati in un'antica roccia

Da allora, il telescopio ha aiutato gli astronomi a scoprire le galassie più antiche confermate fino ad oggi.

Ciò che assomiglia molto a montagne rocciose in una sera illuminata dalla luna è in realtà il bordo della vicina e giovane regione di formazione stellare NGC 3324 nella Nebulosa Carena.  Scattata alla luce infrarossa dalla Near Infrared Camera (NIRCam) sul telescopio spaziale James Webb della NASA, questa immagine rivela regioni precedentemente oscurate della nascita delle stelle.

Ciò che assomiglia molto a montagne rocciose in una sera illuminata dalla luna è in realtà il bordo della vicina e giovane regione di formazione stellare NGC 3324 nella Nebulosa Carena. Scattata alla luce infrarossa dalla Near Infrared Camera (NIRCam) sul telescopio spaziale James Webb della NASA, questa immagine rivela regioni precedentemente oscurate della nascita delle stelle.
(Immagine: NASA, ESA, CSA, STScI)

Un astronauta nativo americano della NASA fa la storia

L’astronauta della NASA Nicole Mann ha fatto la storia come la prima donna nativa americana a lanciarsi nello spazio. Mann, un membro Wailacki delle tribù indiane della Rhubarb Valley, si è recato alla Stazione Spaziale Internazionale come comandante della missione SpaceX Crew-5 della NASA a bordo della navicella spaziale SpaceX Crew Dragon.

Clicca qui per l’app FOX NEWS

Lancio di un volo spaziale privato da Axiom-1

Axiom 1, la prima missione con equipaggio privato verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), è stata lanciata ad aprile. Il razzo Falcon 9 di SpaceX e la Crew Dragon Endeavour decollano dal Kennedy Space Center della NASA in Florida. La missione Ax-1 ha inviato quattro viaggiatori spaziali privati ​​in un viaggio di 10 giorni per condurre ricerche scientifiche e spingere i confini del volo spaziale commerciale.

Bradford Betz di Fox News e l’Associated Press hanno contribuito a questo rapporto.