Luglio 16, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Due persone sono morte in un’esplosione ad Amhara, in Etiopia, tra le proteste

Due persone sono morte in un’esplosione ad Amhara, in Etiopia, tra le proteste
  • Proteste contro la riassegnazione di una forza speciale ad Amhara
  • Un’esplosione a Bahir Dar ha ucciso due persone

NAIROBI (Reuters) – Almeno due persone sono morte in un’esplosione nella capitale della regione etiope di Amhara, scossa da giorni di proteste contro l’integrazione delle forze di sicurezza locali nella polizia nazionale e nell’esercito.

Membri dell’esercito locale di Amhara e delle milizie alleate hanno dichiarato di essersi opposti all’ordine del governo di sciogliere l’esercito o la polizia federale e di arruolarsi nell’esercito federale, scatenando giorni di proteste in molti paesi e città della regione.

L’esplosione di lunedì ha ucciso due persone e ne ha ferite altre a Bahir Dar, secondo un agente di polizia. Non è chiaro cosa abbia causato l’esplosione o se fosse collegata alle proteste.

Tre uomini che stavano guardando una partita di calcio in un bar sono stati uccisi e 15 feriti nell’incidente, ha detto Mitiko Tegne, direttore medico ad interim dell’ospedale Addis Alem della città.

Banche, scuole e uffici governativi sono stati chiusi martedì in un’altra città di Amhara, Debre Berhan, dopo giorni di proteste nella regione contro la mossa del governo.

I residenti hanno detto di aver sentito colpi di arma da fuoco e armi pesanti martedì mattina alla periferia della città.

In un incidente separato che evidenzia il deterioramento della situazione della sicurezza ad Amhara, la Croce Rossa etiope ha riferito che domenica notte uomini armati non identificati hanno sparato e ferito un’ostetrica e un autista di ambulanza nella regione centrale di Gondar.

“Chiediamo a qualsiasi gruppo armato di astenersi da tali attacchi e di rispettare il diritto internazionale umanitario”, ha detto il portavoce del gruppo Mesfin Dreij.

READ  Il direttore della CIA afferma che l'esercito di Putin ha molti problemi: "La manodopera è solo uno di questi"

L’ente di beneficenza ha detto che due operatori del Catholic Relief Services sono stati uccisi domenica nella regione di Amhara.

Due fonti umanitarie hanno affermato che anche il Programma alimentare mondiale ha sospeso la distribuzione degli aiuti ad Amhara da venerdì a causa delle proteste.

Gizacio Muluneh, portavoce dell’amministrazione regionale di Amhara, e il portavoce del governo federale Legis Tolo non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento sull’esplosione, sull’attacco al personale della Croce Rossa o sulla sospensione delle attività del WFP.

Un portavoce del Programma alimentare mondiale non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sulle notizie secondo cui le distribuzioni di aiuti ad Amhara erano state sospese.

I politici e gli attivisti di Amhara hanno condannato l’ordine del governo che richiede alle forze locali di ciascuna delle 11 regioni dell’Etiopia – che godono di un certo grado di autonomia – di integrarsi nella polizia o nell’esercito federale.

Dicono che lo scioglimento delle forze Amhara lascerebbe la regione vulnerabile agli attacchi delle regioni vicine, incluso il Tigray, i cui leader hanno concordato una tregua con il governo federale a novembre per porre fine a una guerra di due anni che ha ucciso decine di migliaia di persone.

Le forze di Amhara hanno combattuto a fianco dell’esercito federale in quel conflitto.

(Segnalazione di Giulia Paravicini e Hereward Holland) Scritto da Hereward Holland, George Obulutsa; Montaggio di Angus McSwan, Aaron Ross e Alex Richardson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.