Settembre 29, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I lavoratori poveri sopportano il peso maggiore dell’ondata di caldo in India

I lavoratori poveri sopportano il peso maggiore dell'ondata di caldo in India

NOIDA, India (Reuters) – Per l’operaio edile Yogendra Tundri, la vita in un cantiere alla periferia della capitale dell’India, New Delhi, è già abbastanza dura. Quest’anno le alte temperature da record lo rendono insopportabile.

Mentre l’India è alle prese con un’ondata di caldo senza precedenti, la stragrande maggioranza dei lavoratori poveri del paese, che generalmente lavorano all’aperto, sono esposti a temperature torride.

“C’è molto caldo e se non lavoriamo, cosa mangeremo? Per alcuni giorni lavoriamo e poi rimaniamo senza lavoro per alcuni giorni a causa della fatica e del caldo”, ha detto Tendre.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Le temperature nell’area di Nuova Delhi quest’anno hanno raggiunto i 45 gradi Celsius (113 Fahrenheit), causando spesso malattie a Tendri e sua moglie Lata, che lavora nello stesso cantiere. Questo a sua volta significa che perdono reddito.

È probabile che la forte ondata di caldo vedrà alcune parti di Delhi vedere temperature a nord di 120 gradi Fahrenheit lunedì, secondo il Dipartimento meteorologico indiano (IMD).

ha detto Lata mentre si trovava fuori dalla loro casa, una baracca improvvisata con il tetto di lamiera.

Gli scienziati hanno collegato l’inizio anticipato di un’estate soffocante al cambiamento climatico e affermano che più di un miliardo di persone nei vicini India e Pakistan sono in qualche modo a rischio a causa del caldo estremo.

L’India ha subito il suo marzo più caldo in più di 100 anni e parti del paese hanno registrato le temperature più alte di sempre ad aprile.

Molti luoghi, tra cui New Delhi, hanno visto la scala della temperatura superiore a 40 gradi Celsius. Più di due dozzine di persone sono morte per sospetto colpo di calore dalla fine di marzo e la domanda di elettricità è al livello più alto da diversi anni.

Il primo ministro Narendra Modi ha invitato i governi statali a mettere in atto misure per mitigare l’impatto del caldo estremo. Leggi di più

Tendri e Laata vivono con i loro due figli piccoli in una baraccopoli vicino al cantiere di Noida, città di New Delhi. Si sono trasferiti dal loro stato natale di Chhattisgarh nell’India centrale per cercare lavoro e salari più alti nella capitale.

In cantiere, i lavoratori scalano muri, posano cemento e trasportano carichi pesanti, usando sciarpe sbrindellate intorno alla testa come protezione dal sole.

Ma anche quando la coppia finisce il lavoro quotidiano, non si riposano abbastanza perché la loro casa è calda, avendo preso il calore del sole tutto il giorno.

I dati del governo federale hanno mostrato che lo stress da caldo è stata la causa più comune di morte, dopo un fulmine, da forze della natura negli ultimi 20 anni, ha affermato Avikal Somvanshi, ricercatore dell’ambiente urbano del Center for Science and Environment in India.

“La maggior parte di queste morti si verifica tra uomini di età compresa tra i 30 ei 45 anni. Questi sono uomini della classe operaia, colletti blu che non hanno altra scelta che lavorare nel caldo soffocante”, ha detto Somfanci.

Somvanshi ha affermato che non ci sono leggi in India che vietino l’attività all’aperto quando le temperature superano un certo livello, a differenza di alcuni paesi del Medio Oriente.

(in copertina) Di Sunil Kataria a Nuova Delhi; Scritto da Shilpa Jamkhandikar; Montaggio di Neil Follek e Bradley Perrett

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.