Dicembre 3, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I paesi hanno fatto promesse audaci sul clima l’anno scorso. Come stanno?

I paesi hanno fatto promesse audaci sul clima l'anno scorso.  Come stanno?

A Glasgow, più di 100 paesi Firma un impegno volontario Ridurre le emissioni di metano del 30% entro il 2030. Gli scienziati affermano che la riduzione del metano, un potente gas serra proveniente dai processi di petrolio e gas naturale, dal bestiame e dalle discariche, potrebbe essere un modo rapido per frenare l’aumento a breve termine delle temperature globali.

La maggior parte degli stati ha appena iniziato. Negli Stati Uniti, l’Environmental Protection Agency ha proposto, ma non finalizzato, nuove normative per limitare le emissioni di metano dalle operazioni di petrolio e gas, mentre il Congresso ha fornito 4,7 miliardi di dollari per tappare vecchi pozzi che perdono. Quest’estate anche gli Stati Uniti e l’Unione Europea Annuncio di una nuova partnership Con paesi come Canada, Giappone, Nigeria e Messico a investire quasi 60 milioni di dollari negli sforzi per tappare le perdite di metano e monitorare le emissioni via satellite.

Tuttavia, dozzine di altri paesi che hanno firmato l’impegno devono ancora fornire dettagli su come intendono affrontare il metano, secondo analisi recente dal World Resources Institute.

Anche le crescenti tensioni geopolitiche hanno rallentato i progressi: uno sviluppo importante a Glasgow Era un nuovo accordo tra Stati Uniti e Cina per lavorare insieme per ridurre le emissioni di metano. Ma la Cina ha interrotto bruscamente tutta la cooperazione sul clima tra i due paesi poco dopo la presidente della Camera Nancy Pelosi Ho visitato Taiwan ad agosto.

Più di 130 paesi Come ho promesso a Glasgow Per “fermare e invertire” la deforestazione entro il 2030 e destinare miliardi di dollari a questi sforzi. Ciò includeva Brasile, Indonesia e Repubblica Democratica del Congo, sede della maggior parte delle foreste tropicali del mondo.

READ  L'Ucraina afferma che la nave russa che trasportava grano ucraino è stata sequestrata dalla Turchia

Finora, il mondo non è sulla strada giusta per raggiungere questo obiettivo. Secondo il rapporto, il volume globale della deforestazione è diminuito del 6,3% tra il 2020 e il 2021 rapporto recente Per piattaforma pubblicitaria forestale. Questa è la buona notizia. La cattiva notizia è che la deforestazione dovrà diminuire più rapidamente, circa il 10% ogni anno, affinché i paesi raggiungano l’obiettivo del 2030.

Un certo numero di paesi, tra cui Indonesia, Malesia, Costa d’Avorio e Ghana, hanno compiuto progressi significativi nella protezione delle loro foreste, afferma il rapporto. Dopo aver sofferto per gli incendi boschivi e di torba nel 2016, l’Indonesia ha imposto norme più severe sull’industria dell’olio di palma, mentre le aziende hanno dovuto affrontare pressioni per ridurre la deforestazione.