Dicembre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I prezzi della sterlina e delle obbligazioni salgono alle stelle mentre Jeremy Hunt accelera i suoi piani fiscali

I prezzi della sterlina e delle obbligazioni salgono alle stelle mentre Jeremy Hunt accelera i suoi piani fiscali

“Finché non accadrà una di queste cose, non posso davvero fare un caso in nessun modo per vedere le mosse in corso qui”, ha detto il signor Turner.

In un segno di continua incertezza, gli investitori obbligazionari non hanno completamente invertito le loro mosse dalla dichiarazione del 23 settembre, nonostante la maggior parte delle politiche di dumping. I rendimenti obbligazionari del Regno Unito – una misura degli oneri finanziari del governo – sono ancora molto più elevati. Ad esempio, i rendimenti delle obbligazioni a cinque anni hanno chiuso lunedì al 3,94%, in rialzo dal 3,56% del 22 settembre.

Il signor Hunt ha affermato che l’eliminazione dei tagli alle tasse aumenterebbe di 32 miliardi di sterline (circa 36 miliardi di dollari) all’anno, ma ha avvertito che restano da prendere “decisioni difficili” sulla spesa, con ogni dipartimento governativo a cui è stato chiesto di trovare ulteriori tagli nonostante i budget ristretti.

“La credibilità finanziaria si guadagna duramente, ma si perde facilmente”, ha affermato in una nota Paul Johnson, direttore dell’Institute for Fiscal Studies, un think tank londinese. Ha affermato che gli annunci di lunedì “non sarebbero stati sufficienti da soli per colmare il divario nei piani fiscali del governo”. “E non basterà a riparare i danni causati dalla catastrofe delle ultime settimane”.

Ulteriori decisioni di spesa sono previste entro due settimane. Il 31 ottobre, il signor Hunt rilascerà un “piano fiscale a medio termine” completo, che dovrebbe includere il modo in cui il governo intende ridurre l’onere del debito britannico, lo stesso giorno l’Office of Budget Responsibility, un cane da guardia del governo, presenta la sua valutazione indipendente dell’impatto economico e finanziario delle politiche. Alla fine di agosto, il debito pubblico era di circa il 97% del PIL e il governo ha affermato che avrebbe ridotto il debito in percentuale del reddito nazionale a medio termine.

READ  Il Forum economico "Russian Davos" di Vladimir Putin a San Pietroburgo è davvero un grande e triste pasticcio

“Il signor Johnson dovrà ancora prendere alcune decisioni spaventose sulle tasse e sulla spesa di Halloween”, ha detto il signor Johnson. “Rimane difficile vedere da dove potrebbero derivare i grandi tagli alla spesa”.

All’incertezza si aggiungono le crescenti speculazioni sul fatto che la signora Truss potrebbe non essere in grado di mantenere la sua posizione di primo ministro per molto più tempo, ora che il suo programma di taglio delle tasse è andato a pezzi.