Maggio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il portavoce di Alexei Navalny conferma la sua morte e chiede che il suo corpo venga restituito alla famiglia

Il portavoce di Alexei Navalny conferma la sua morte e chiede che il suo corpo venga restituito alla famiglia



CNN

Il corpo del prigioniero Alexei Navalny, esponente dell'opposizione russa La sua portavoce, Kira Yarmysh, ha detto sabato che dovrebbe essere consegnato alla sua famiglia “immediatamente” e ha accusato i funzionari russi di mentire per ritardare il processo.

Un critico accanito del presidente russo Vladimir Putin, 47 anni, è morto venerdì dopo essersi sentito male mentre camminava in prigione e aver perso conoscenza, secondo il servizio carcerario russo. La causa della sua morte non è chiara.

La notizia della sua morte ha suscitato rabbia diffusa e alcuni leader occidentali hanno incolpato Putin.

Nella prima conferma da parte della squadra di Navalny della sua morte, Yarmysh ha detto che sua madre era stata informata.

“Alexey Navalny è stato ucciso. “La sua morte è avvenuta il 16 febbraio alle 14:17 ora locale, secondo la lettera ufficiale indirizzata alla madre di Alexei”, ​​ha detto Yarmysh in un post sui social media.

“Chiediamo che il corpo di Alexei Navalny sia consegnato immediatamente alla sua famiglia”, ha detto Yarmysh.

La posizione esatta del corpo di Navalny rimane poco chiara.

La madre di Navalny e il suo avvocato si sono recati nella prigione penale dove sabato era detenuto il critico del Cremlino per ricevere la conferma ufficiale della sua morte, secondo Yarmysh.

“Hanno aspettato per due ore, dopo di che uno dei dipendenti della colonia è venuto da loro e ha detto che il corpo di Alexei Navalny era a Salekhard.” [a nearby town]Yarmysh ha detto che gli investigatori del comitato investigativo della Federazione Russa lo hanno preso e che ora stanno conducendo un'indagine al riguardo.

READ  La Corea del Nord affronta un'epidemia di malattie infettive nel mezzo della battaglia contro il COVID

La squadra di Navalny ha scritto su Telegram che la colonia penale è stata chiusa nonostante il carcere avesse annunciato che sarebbe stata aperta e che il corpo di Navalny fosse lì.

Sabato più tardi, la madre e l'avvocato di Navalny si sono recati nella città di Salekhard, ma quando sono arrivati ​​all'obitorio è stato detto loro che il corpo non era lì, secondo la squadra di Navalny.

Yarmysh ha detto che il comitato investigativo russo ha informato più tardi sabato un altro avvocato di Navalny che il corpo non sarebbe stato consegnato ai parenti fino a quando le indagini non fossero state completate.

I risultati dovrebbero essere disponibili la prossima settimana.”Stanno chiaramente mentendo e facendo tutto il possibile per evitare di rilasciare il corpo”, ha aggiunto.

In aggiunta alla confusione, un dipendente dell'unico obitorio di Salekhard ha detto sabato all'agenzia di stampa Reuters che il corpo di Navalny non era arrivato.

Navalny ha rappresentato una delle minacce più gravi per Putin durante il suo governo, durato più di due decenni. Ha organizzato Proteste di piazza antigovernative Ha usato il suo blog e i social media per denunciare la presunta corruzione al Cremlino e negli affari russi.

È stato imprigionato dopo essere tornato in Russia nel 2021 dalla Germania, dove è stato curato dopo essere stato avvelenato con il Novichok, un agente nervino dell'era sovietica. Al suo arrivo, Navalny è stato rapidamente arrestato con accuse che ha negato di essere politicamente motivate.

Da allora Navalny è stato incarcerato, con crescenti preoccupazioni di lunga data per la sua sicurezza dopo essere stato trasferito in una colonia penale a nord del Circolo Polare Artico.

READ  Dan Yergin afferma che l'Asia diventerà il "mercato virtuale" per il petrolio russo

Ha trascorso le sue ultime settimane in una prigione siberiana, dove ha detto di aver dormito sotto un giornale per riscaldarsi.

Guarda questo contenuto interattivo su CNN.com

La condanna occidentale del Cremlino è stata rapida e feroce dopo la notizia della sua morte avvenuta venerdì. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha attribuito la colpa della morte di Navalny a Putin, mentre il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che la Russia ha “domande serie” a cui rispondere.

Sabato, parlando alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha affermato che Putin ha inviato un “messaggio chiaro” dopo la morte di Navalny.

“Dopo l'uccisione di Alexei Navalny, è ridicolo vedere Putin come il presunto capo legittimo di uno stato russo”, ha detto.

Nel frattempo, la moglie di Navalny, Yulia Navalnaya, ha chiesto che Putin fosse assicurato alla giustizia.

“Voglio che sappiano che saranno puniti per quello che hanno fatto al nostro Paese, alla mia famiglia, a mio marito”, ha detto in un commento emozionante che ha suscitato una standing ovation alla MSC venerdì.

Il giorno di San Valentino, due giorni prima che le autorità russe annunciassero la sua morte, Navalny ha pubblicato un messaggio sui social media a Yulia.

“Tesoro mio, tutto con te è come una canzone: ci sono città tra noi, le luci del decollo degli aeroporti, bufere di neve azzurre e migliaia di chilometri. Ma ti sento vicino ogni secondo, e ti amo sempre di più.”

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov Putin è stato informato di quanto riferito e che spettava ai medici determinare la causa della morte di Navalny.

READ  Mappa della guerra in Ucraina che mostra i "guadagni confermati" della Russia su tre fronti

Secondo OVD-Info, un gruppo che monitora gli arresti, più di 400 persone sono state arrestate in tutta la Russia per aver partecipato a veglie e marce dopo la morte di Navalny, con almeno altre 200 a San Pietroburgo. Non è chiaro quanti detenuti siano stati rilasciati da allora.

Un videoclip trasmesso dal canale indipendente SOTA sull'applicazione Telegram ha mostrato che oggi, sabato, a Mosca per il secondo giorno consecutivo le persone hanno portato fiori al Muro del Dolore in memoria di Navalny.

Il sito di notizie indipendente Muzahim Opiasnet ha riferito che circa 50 persone si sono radunate presso il Muro del Dolore per partecipare a una marcia prima che la polizia iniziasse a allontanare le persone dal memoriale.

Questa è una storia in via di sviluppo e verrà aggiornata.