Luglio 18, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La preoccupazione degli alleati cresce man mano che aumentano le vittime civili nella guerra di Israele contro Hamas

La preoccupazione degli alleati cresce man mano che aumentano le vittime civili nella guerra di Israele contro Hamas

DEIR AL-BALA, Striscia di Gaza (AP) – Il primo ministro israeliano ha respinto sabato le richieste degli alleati occidentali di fare di più per proteggere i civili palestinesi, mentre le truppe circondavano il più grande ospedale di Gaza, uccidendo cinque pazienti, tra cui un bambino prematuro, hanno detto i medici. L’ultimo generatore è rimasto senza carburante.

Israele ha descritto l’ospedale di Shifa come un posto di comando chiave di Hamas, affermando che i militanti usavano i civili lì come scudi umani e costruivano elaborati bunker al di sotto. Negli ultimi giorni, i combattimenti vicino a Shifa e in altri ospedali nella zona di guerra nel nord di Gaza si sono intensificati e le scorte sono finite.

“Non c’è elettricità. I dispositivi medici sono stati sospesi. I pazienti, soprattutto quelli in terapia intensiva, hanno iniziato a morire”, ha detto il direttore dello Shifa Mohammed Abu Selmiya, parlando al telefono al suono di spari ed esplosioni.

Abu Selmiya ha detto che le truppe israeliane “sparano a chiunque fuori o dentro l’ospedale” e impediscono il movimento tra gli edifici del complesso.

L’affermazione che le truppe israeliane fossero l’unica fonte di fuoco non può essere verificata in modo indipendente. Interrogato sulle notizie di truppe che sparavano nel complesso di Shifa, il portavoce militare israeliano Peter Lerner ha risposto soltanto che le truppe erano “nel bel mezzo di intensi combattimenti contro Hamas nelle vicinanze dell’area”. Ha detto che l’esercito sta adottando tutte le misure possibili per prevenire qualsiasi danno ai civili.

Il guasto del generatore ha ucciso cinque pazienti, tra cui un bambino prematuro, ha detto il portavoce del ministero della Sanità Medhat Abbas. Ha detto che Shifa si è presa cura di un totale di 37 bambini prematuri.

Israele ha aperto ogni giorno la strada principale verso sud per diverse ore per consentire ai civili di fuggire. Sabato, l’esercito ha annunciato per la prima volta una breve pausa nei combattimenti come parte di una finestra di evacuazione, chiamata specificamente per il campo profughi urbano di Jabaliya, vicino a Gaza City.

READ  Wordle 309 24 aprile Note: Stai lottando con Wordle oggi? Tre indizi per trovare la risposta | Gioco | Divertimento

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato che Hamas è responsabile di qualsiasi danno ai civili, citando accuse di lunga data secondo cui il gruppo militante utilizza i civili a Gaza come scudi umani. Mentre Israele ha esortato i civili a lasciare le zone di guerra, “Hamas sta facendo tutto il possibile per impedire loro di andarsene”, ha detto.

Dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha insistito per un cessate il fuoco e ha esortato altri leader a unirsi al suo appello, ha detto alla BBC che “non c’era alcuna giustificazione” per i bombardamenti in corso da parte di Israele.

Seguendo Hamas L’attentato mortale del 7 ottobre In Israele sono state uccise almeno 1.200 persone, mentre gli alleati di Israele difendevano il diritto del Paese a difendersi. Ma ora, nel secondo mese di guerra, crescono le differenze su quante persone pensano che Israele dovrebbe intraprendere la sua guerra.

Gli Stati Uniti hanno spinto per pause temporanee per consentire un’ampia distribuzione degli aiuti estremamente necessari ai civili nel territorio assediato. sono sempre peggiori. Tuttavia, Israele si spinge solo fino a un certo punto Accettato periodi giornalieri più brevi Durante questo periodo i civili potevano lasciare la zona di guerra terrestre nel nord di Gaza e viaggiare verso sud camminando lungo la principale arteria nord-sud del territorio.

Secondo gli osservatori delle Nazioni Unite, più di 150.000 civili sono fuggiti dal nord da quando queste finestre di evacuazione sono state annunciate per la prima volta una settimana fa. Sabato l’esercito ha annunciato una nuova finestra di evacuazione, affermando che i civili potrebbero utilizzare Central Road e Beach Road. Altre decine di migliaia rimangono nel nord di Gaza, molti negli ospedali e nelle strutture sovraffollate delle Nazioni Unite.

Cittadini palestinesi e difensori dei diritti si sono opposti alla descrizione israeliana delle zone di evacuazione meridionali come “relativamente sicure”, i bombardamenti israeliani continuano su tutta Gaza e gli attacchi aerei nel sud che, secondo Israele, hanno preso di mira i leader di Hamas ma hanno anche ucciso donne. Bambini.

READ  YouTube sospende la monetizzazione del canale di Dr Disrespect "a seguito di gravi accuse"

Gli Stati Uniti e Israele hanno opinioni diverse su come dovrebbe apparire la Gaza del dopoguerra. Netanyahu e i capi militari hanno affermato che dovrebbero essere dettati solo dalle esigenze di sicurezza di Israele. Israele sostiene che l’obiettivo principale della guerra è schiacciare il gruppo militante Hamas, che governa Gaza da 16 anni.

Il Segretario di Stato Anthony Blinken, Venerdì ha parlato con i giornalisti Durante un tour in Asia, ha esposto quelli che secondo lui erano i principi fondamentali per una Gaza del dopoguerra, alcuni dei quali sembravano andare contro l’approccio ristretto di Israele.

Questi principi includono “nessun spostamento forzato dei palestinesi da Gaza, nessun utilizzo di Gaza come base per attacchi terroristici o altri attacchi contro Israele, nessuna riduzione del territorio di Gaza, impegno per un governo della Cisgiordania guidato dai palestinesi, e in modo integrato. “

Litigi negli ospedali

Le preoccupazioni sono aumentate negli ultimi giorni poiché i combattimenti nei quartieri densamente popolati di Gaza City si sono avvicinati agli ospedali, che secondo Israele sono utilizzati dai militanti di Hamas.

Sabato i palestinesi hanno affermato che le truppe israeliane erano in vista del più grande ospedale Shifa di Gaza. Israele ha affermato che il principale centro di comando di Hamas si trova sotto l’ospedale, cosa che i funzionari di Hamas e Shifa hanno negato.

Migliaia di civili si sono rifugiati nel complesso di Shifa nelle ultime settimane, ma molti sono fuggiti venerdì dopo che diversi attacchi nelle vicinanze hanno provocato un morto e molti feriti.

Ci sono ancora 1.500 pazienti a Shifa, 1.500 operatori sanitari e da 15.000 a 20.000 persone in cerca di rifugio, ha detto il portavoce del ministero della Sanità Abbas alla televisione satellitare Al Jazeera.

“Il campus ora non ha cibo, acqua ed elettricità”, ha detto. “I reparti di terapia intensiva hanno smesso di funzionare.”

Abdullah Nasser, che vive vicino a Shifa, ha detto al telefono che l’esercito israeliano stava avanzando in profondità nella città dai suoi fianchi meridionale e settentrionale.

READ  La prestazione di 45 punti di Steph Curry contro i Clippers ha causato un'esplosione sui social media

“Stanno affrontando una forte resistenza, ma stanno facendo progressi”, ha detto.

Mohammed al-Masri, uno delle migliaia di persone ancora ricoverate in ospedale, ha detto di aver visto le truppe israeliane arrivare da ovest da una piattaforma più alta. “Sono qui”, ha detto. “Loro sanno.”

Migliaia di persone sono state evacuate da Shifa e da altri ospedali sotto attacco, ma i medici hanno detto che è improbabile che lo facciano tutti.

“Non possiamo sfrattarci e lasciarli entrare”, ha detto Mohammed Obeid, un chirurgo di MSF a Shifa, citato dall’organizzazione.

“Come medico, giuro di aiutare le persone che hanno bisogno di aiuto.”

Altri medici hanno riferito che parte del personale è corso per salvare se stesso e le proprie famiglie, ha affermato l’organizzazione, aggiungendo che tutti gli ospedali dovrebbero essere protetti.

Le vittime aumenteranno

Secondo il ministero della Sanità nella Gaza controllata da Hamas, dall’inizio della guerra sono stati uccisi 11.070 palestinesi, due terzi dei quali donne e minori. Non differenzia Tra morti civili e militanti. Si dice che circa 2.700 persone siano disperse, intrappolate o morte sotto le macerie.

Il ministero dell’Interno guidato da Hamas ha detto che sei persone sono state uccise in un attacco a una casa nel campo profughi di Nusirat sabato mattina. Il campo si trova nella zona di evacuazione meridionale.

Almeno 1.200 persone sono state uccise in Israele, soprattutto nell’attacco iniziale di Hamas, e 41 soldati israeliani sono stati uccisi a Gaza dall’inizio dell’offensiva di terra, dicono funzionari israeliani.

Quasi 240 persone rapite da Hamas in Israele sono tenute prigioniere.

Circa 250.000 israeliani Costretti ad abbandonare Forze israeliane e combattenti Hezbollah provenienti da comunità vicino a Gaza e lungo il confine settentrionale del Libano. Scambio di fuoco ripetuto.

___

Magdy racconta dal Cairo, Rising from Bangkok. La scrittrice dell’Associated Press Julia Frankel da Gerusalemme ha contribuito a questo rapporto.

___

Copertura AP completa https://apnews.com/hub/israel-hamas-war.