Gennaio 28, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lapid partecipa alla prossima protesta antigovernativa mentre i membri della coalizione attaccano la Corte Suprema

Shas: La corte ha minato la volontà di 400.000 elettori

Pochi istanti dopo che l’Alta Corte di giustizia ha squalificato il suo leader da una carica di gabinetto, il partito Shas ha rilasciato una dichiarazione accusando la corte di aver preso una decisione “politica” che ha minato la volontà dei 400.000 elettori di Shas.

Oggi, la corte ha effettivamente dichiarato le elezioni prive di significato. La decisione della corte è politica e macchiata di eccessiva irragionevolezza”, si legge nella dichiarazione.

Il leader dello Shas Aryeh Deri, un recidivo delinquente finanziario, è stato recentemente condannato per reati fiscali lo scorso gennaio e ha lasciato la Knesset come parte di un patteggiamento in cui si è impegnato a ritirarsi dalla vita politica. Invece, è tornato alla Knesset a capo degli 11 seggi di Shas a novembre, ea dicembre la coalizione ha accelerato la legislazione per aprirgli la strada per i posti del ministero dell’Interno e della Salute.

“L’intero movimento Shas è inorridito dalla decisione arbitraria e senza precedenti dell’Alta Corte di giustizia, contraria alla legge e alla giustizia, e la considera una grave violazione del diritto di voto e di essere eletto, che è la linfa vitale della democrazia”, La dichiarazione di Shas continua.Il partito ha anche promesso di soppesare i suoi prossimi passi, promettendo di consultarsi con i suoi rabbini su come affrontare la decisione della Corte.

All’inizio di questo mese, il ministro della Giustizia Yariv Levin ha proposto una legislazione per ribaltare il test di ragionevolezza con cui il tribunale ha annullato le nomine di Deri, e la sentenza probabilmente farà pressione sulla coalizione per accelerare questa, o un’altra soluzione, per ripristinare lo status di Deri come ministro.

READ  Sette corpi trovati sul luogo di un incidente in elicottero in Italia

La decisione arriva anche nel contesto di una più ampia battaglia di riforma giudiziaria sostenuta da Shas, ed è il culmine di decenni per il partito ultra-ortodosso Mizrahi che si lamenta di aver aggirato un tribunale che non riflette il suo modo di vivere.

“Oggi ampi segmenti della società israeliana si sentono esclusi dalla corte”, ha affermato Shas in una nota.