Dicembre 6, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le azioni asiatiche scendono davanti all’IPC statunitense, le preoccupazioni per le criptovalute aumentano

Le azioni asiatiche scendono davanti all'IPC statunitense, le preoccupazioni per le criptovalute aumentano
  • https://tmsnrt.rs/2zpUAr4
  • Dollaro ancora piatto, criptovaluta che aumenta i timori sugli spread
  • I mercati europei si preparano ad aprire al ribasso
  • Azioni della Cina continentale e di Hong Kong colpite dall’aumento dei casi di COVID
  • Focus sull’inflazione statunitense per i segnali di rallentamento dei rialzi dei tassi della Fed

SYDNEY (Reuters) – Giovedì i mercati azionari asiatici sono scivolati e il dollaro ha registrato guadagni durante la notte in vista del grande test di un rapporto sull’inflazione dei prezzi al consumo negli Stati Uniti, mentre il sentimento del mercato è diminuito quando il potenziale crollo di un importante scambio di criptovalute ha spaventato gli investitori. .

Senza risultati definitivi disponibili dalle elezioni di medio termine negli Stati Uniti, gli investitori si aspettavano dati sull’inflazione in arrivo nel corso della giornata, che probabilmente mostrerà un rallentamento dei numeri core mensili e annuali di ottobre rispettivamente allo 0,5% e al 6,5%. Secondo un sondaggio Reuters.

I mercati europei sono pronti a espandere l’umore cauto, con i futures Stoxx 50 dell’Eurozona in calo dello 0,7%. Tuttavia, i futures S&P 500 statunitensi sono aumentati dello 0,2% mentre i futures Nasdaq sono aumentati dello 0,3%.

Il più ampio indice MSCI delle azioni dell’Asia Pacifica al di fuori del Giappone (MIAPJ0000PUS.) È sceso dell’1,2%, influenzato da un calo dell’1,0% nelle classifiche cinesi (.CSI300) È sceso dell’1,8% nell’indice Hang Seng di Hong Kong (.HSI).

Indice Nikkei del Giappone (.N225) Ha perso l’1,0%.

La Cina sta ancora una volta lottando con la diffusione del COVID, con la città meridionale di Guangzhou che ha riportato migliaia di casi. società di mele (AAPL.O) fornitore Foxconn (2317.TW) Ha in programma di aggiornare le sue previsioni per il quarto trimestre giovedì, dopo che le rigide restrizioni COVID sono rimaste in vigore nel suo stabilimento principale in Cina nonostante la revoca del blocco.

READ  L'uscita di BP apre un nuovo fronte nella campagna dell'Occidente contro la Russia

Altrove, l’attenzione è rimasta sull’inflazione.

“La grande possibilità è che vediamo un numero più o meno in linea con le aspettative: è chiaramente difficile da chiamare e potrebbe essere necessario attendere la guida dei relatori federali nella prossima sessione per vedere come lo interpretano”, ha detto Chris . Weston, capo della ricerca presso Pepperstone Brokerage.

Il presidente della Minneapolis Federal Reserve Bank of Minneapolis, Neil Kashkari, ha dichiarato mercoledì che è “totalmente prematuro” discutere di qualsiasi svolta rispetto all’attuale inasprimento della politica della Fed.

Un gran numero di funzionari della Federal Reserve, tra cui il governatore del consiglio Christopher Waller, il presidente della Philadelphia Bank Patrick Harker e il presidente della Dallas Bank Laurie Logan, parleranno stasera.

Il mercato dei futures mostra attualmente che gli investitori ritengono che la Fed potrebbe scendere a 50 punti base il mese prossimo, mentre il tasso obiettivo della Fed potrebbe raggiungere il picco del 5,1% entro giugno prossimo.

Durante la notte a Wall Street, le azioni hanno chiuso in ribasso poiché i guadagni realizzati dai repubblicani alle elezioni di medio termine sembravano più modesti di quanto alcuni si aspettassero. I repubblicani erano ancora favorevoli alla conquista del controllo della Camera, ma le gare principali erano troppo vicine per essere convocate.

Nel mondo delle criptovalute, giovedì il prezzo di bitcoin è salito del 3,6% a 16.443 dollari, dopo essere sceso per due sessioni consecutive al livello più basso dalla fine del 2020.

Binance, il più grande scambio di criptovalute del mondo, ha dichiarato mercoledì alla fine di aver deciso di non acquisire il suo rivale più piccolo FTX, che ha dovuto affrontare una grave crisi di liquidità e ha rischiato il fallimento senza più capitale.

READ  Elon Musk ha definito ESG una truffa: il capo di Tesla ha fatto un favore agli investitori?

“Non si può negare la crescente relazione tra bitcoin e asset rischiosi”, ha affermato Stephen Innes, managing partner di SPI Asset Management. “Le notizie di FTX hanno un enorme impatto sui prezzi degli asset”.

“Gli spillover di Bitcoin non sono trascurabili e, data la proliferazione delle criptovalute, potrebbe significare una liquidazione più forzata di altri asset per coprire le richieste di margine poiché gli investitori in posizioni lunghe sono significativamente sbagliati”.

Giovedì, il dollaro USA ha mantenuto la maggior parte dei suoi guadagni overnight rispetto a un paniere di valute.

La sterlina è salita dello 0,4% rispetto al dollaro a 1,1409$, dopo essere scesa dell’1,6% nella sessione precedente.

Giovedì i rendimenti dei Treasury USA sono stati inferiori.

Il rendimento del titolo di riferimento a 10 anni è sceso di 8 punti base al 4,0751%, mentre il rendimento del titolo a due anni è sceso di 3 punti base al 4,5963%.

Nelle materie prime, giovedì i prezzi del petrolio hanno ridotto le perdite, dopo essere crollati di circa il 3% nella sessione precedente a causa dei timori sulla domanda dalla Cina e dell’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti.

I futures sul greggio statunitense si sono attestati allo 0,3% a 85,83 dollari al barile, mentre i futures sul greggio Brent si sono attestati a 92,71 dollari.

L’oro è stato più alto, con un prezzo spot di $ 1709,08 l’oncia.

Segnalato da Stella Keogh; Montaggio di Bradley Perrett e Sam Holmes

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.