Dicembre 9, 2023

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le orche continuano ad affondare le barche al largo delle coste della penisola iberica, innervosendo i marinai

Le orche continuano ad affondare le barche al largo delle coste della penisola iberica, innervosendo i marinai

Lo yacht Grazie Mamma II ha trasportato il suo equipaggio lungo le coste e gli arcipelaghi del Mar Mediterraneo. La sua ultima avventura è avvenuta al largo delle coste del Marocco la settimana scorsa, quando ha incontrato un gruppo di orche assassine.

Gli animali marini si sono scontrati con il timone dello yacht per 45 minuti, provocando gravi danni e perdite d’acqua. Secondo Morsky MileOperatori nautici polacchi. L’equipaggio è fuggito e i soccorritori e la Marina marocchina hanno cercato di mettere in salvo lo yacht, ma è affondato vicino al porto di Tangeri Med, ha riferito la compagnia operativa sul suo sito web.

La storia dell’affondamento aumenta le paure di molti marinai lungo la costa occidentale della penisola iberica, dove i biologi marini stanno studiando un fenomeno sconcertante: le orche assassine fuggono e si scontrano con le barche in interazioni che hanno interrotto dozzine di viaggi e causato l’affondamento delle barche. Ha causato almeno quattro barche Negli ultimi due anni ad affondare.

Le orche sono le più grandi della famiglia dei delfini, predatori giocosi che cacciano squali, balene e altre prede ma sono generalmente amichevoli con gli esseri umani in natura. Le orche vengono cacciate nello Stretto di Gibilterra in via di estinzioneI ricercatori hanno notato un aumento di comportamenti insoliti dal 2020: un piccolo gruppo di animali marini colpisce barche su strade trafficate intorno a Portogallo, Spagna e Marocco.

Mentre la maggior parte delle interazioni avviene nelle acque dell’Europa sudoccidentale e del Nord Africa, Secondo quanto riferito, anche l’orca sarebbe rimasta scioccata Secondo il Guardian, uno yacht si trova a circa 2.000 miglia a nord della costa scozzese.

READ  Le forze ucraine si arrendono a Mariupol registrati come prigionieri di guerra

“Le orche sono complesse, intelligenti e molto socievoli”, ha affermato Eric Hoyt, ricercatore presso Whale and Dolphin Conservation e autore di Orca: The Whale Called Killer. “Siamo ancora nelle fasi iniziali del tentativo di comprendere questo comportamento”.

I ricercatori hanno rifiutato l’idea che le orche assassine attacchino le navi. Invece, hanno ipotizzato che i timoni delle barche fossero diventati un giocattolo per giovani orche curiose e che questo comportamento fosse diventato una moda appresa diffondendosi tra la popolazione. Un’altra ipotesi, secondo i biologi Chi ha pubblicato uno studio Secondo i residenti lo scorso giugno, la collisione è stata un “comportamento passivo” dovuto a una brutta esperienza tra l’orca e la barca – anche se i ricercatori tendono a favorire la prima.

Non è chiaro cosa fermerà la collisione, divertente o meno, un punto che ha lasciato ansiosi i capitani che viaggiano da queste parti a scambiarsi consigli I gruppi Facebook sono dedicati al monitoraggio di tali interazioni.

“È stata un’estate interessante nascondersi nelle acque poco profonde”, ha detto Greg Blackburn, il capitano della nave con sede a Gibilterra. Ha detto che le orche assassine si sono scontrate con una barca che stava guidando a maggio e hanno masticato via il timone, anche se la nave è riuscita a tornare a riva.

L’incontro ha lasciato un’impressione: durante un recente viaggio a Barcellona, ​​il signor Blackburn ha dovuto attraversare un punto in cui la settimana precedente erano state avvistate le orche assassine. “Mi sono sentito male per circa tre ore, guardando costantemente l’orizzonte per vedere se appariva la pinna”, ha detto.

Ambientalisti, gruppi di soccorso marino e yacht club Partnership per vincere la sfida Per preservare le popolazioni vulnerabili e aiutare i marittimi a evitare i disastri. La Cruising Association, un club che supporta i marinai, ha raccomandato protocolli di sicurezza quando si incontrano orche assassine, come separare la barca e mantenere la calma. I capitani si scambiavano consigli per scoraggiare gli attacchi, tra cui gettare sabbia in acqua e battere forte sulla barca.

READ  La Finlandia, un nuovo membro della NATO, presta giuramento in un governo considerato il più di destra del paese da decenni

Prima di lasciare la spiaggia, anche i marittimi possono consultarsi Piattaforme digitali Che ora sta monitorando gli avvistamenti e le interazioni di orche segnalati nell’area. Questo potrebbe aiutarli a evitare gli animali, o ad affittare un percorso più vicino alla riva, ha detto Bruno Diaz Lopez, biologo e direttore del Bottlenose Dolphin Research Institute con sede in Galizia, Spagna.

“Abbiamo suggerito che le barche rimanessero in acque poco profonde”, ha detto, aggiungendo che hanno notato che più barche cambiavano i loro viaggi. “Il viaggio forse durerà più tempo, sì. Ma ne varrà la pena.”

Il signor Blackburn, lo skipper, ha detto di aver sentito parlare di persone che ricorrevano al lancio di fuochi d’artificio in mare per cercare di spaventare gli animali, aggiungendo che le barche servivano come case per le persone sull’oceano. “Alla fine, se dovessi proteggere la tua casa, cosa faresti?”

Ma l’oceano ospita le orche assassine e gli ambientalisti sostengono che spaventare gli animali non è una soluzione.

“Non si tratta di vincere una battaglia, perché questa non è una guerra”, ha detto Lopez. “Dobbiamo essere rispettosi.”