Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’ex ministro delle Maldive elogia i legami secolari con l’India

L’ex ministro delle Maldive elogia i legami secolari con l’India

“L’India ci ha sempre aiutato”, ha detto Maria Ahmed Didi.

L'ex ministro della Difesa delle Maldive Maria Ahmed Didi ha affermato lunedì che i commenti offensivi contro il primo ministro Narendra Modi mostrano la “miopia” del governo delle Maldive, aggiungendo che l'India è un alleato affidabile, fornendo assistenza in vari settori, compresa la difesa, e ha criticato qualsiasi tentativo per minare una relazione a lungo termine.

Ha anche espresso disappunto per le osservazioni sprezzanti e ha sottolineato che l'India è la “chiamata d'emergenza” delle Maldive, che viene sempre in soccorso nei momenti di bisogno.

“È miope da parte dell'attuale amministrazione… Siamo un Paese piccolo e amichevole con tutti, ma non possiamo negare che condividiamo un confine con l'India. Abbiamo preoccupazioni simili in termini di sicurezza. L'India ci ha sempre aiutato. ” “Anche nel settore della difesa, ci hanno aiutato con lo sviluppo delle capacità, fornendoci attrezzature e cercando di renderci più autosufficienti”, ha detto Maria Ahmad Didi.

Ha detto che le Maldive e l’India hanno la stessa mentalità nella ricerca della democrazia e del rispetto dei diritti umani. “È molto miope da parte dell'attuale governo pensare davvero che possiamo davvero cercare di non mantenere il vecchio rapporto che abbiamo sempre avuto con l'India…”, ha detto.

La scorsa settimana è scoppiata una grande disputa quando il viceministro delle Maldive, insieme ad altri membri del gabinetto e funzionari governativi, ha fatto riferimenti offensivi e sgradevoli alla visita del primo ministro Modi a Lakshadweep.

Nel frattempo, l'ex ministro della Difesa delle Maldive ha detto: “…L'India è stata la nostra chiamata al 911, quando ne abbiamo bisogno, vi chiamiamo e venite tutti in nostro soccorso. Quel tipo di amico. Quando vedete commenti così denigratori su amici come questo , è… “È triste per tutte le persone coinvolte.”

READ  Elezioni francesi: Emmanuel Macron e Marine Le Pen sulla buona strada per passare al ballottaggio, secondo i dati

Lei ha sottolineato l'importanza di mantenere le antiche relazioni con l'India ed ha espresso la sua preoccupazione per l'impatto negativo di tali dichiarazioni sull'amicizia tra i due paesi.

L’ex Ministro della Difesa delle Maldive ha affermato che, data la nostra stretta amicizia, il nostro status di vicini e la partecipazione alla comunità globale, è imperativo mantenere i nostri impegni internazionali.

Ha fatto riferimento alla storica politica “India First” e ha espresso la speranza che venga continuata, riconoscendo l'India come il vicino più vicino che fornisce costantemente sostegno nei momenti di bisogno.

“Credo che come amici intimi, come vicini e come parte della comunità globale, manterremo i nostri impegni internazionali e il governo delle Maldive manterrà la nostra tradizionale politica estera di essere amico di tutti. Abbiamo sempre avuto una politica India First , e spero che continuino a farlo”, ha detto. E che si rendano conto che voi siete il prossimo più vicino, che sarete le persone che sono sempre venute e che verranno anche in futuro quando se ne presenterà la necessità, e che che hai i sentimenti del popolo maldiviano perché anche noi siamo sempre andati in India per cure mediche”.

Ha sollecitato il riconoscimento dei sentimenti del popolo maldiviano e ha sottolineato i casi di richiesta di cure mediche in India e di vaccinazione contro il Covid-19 grazie agli aiuti indiani.

“Quando non avevamo le strutture per curare alcune malattie alle Maldive. Anche altrimenti, quando siamo stati colpiti da Covid, abbiamo anche ottenuto i vaccini con l'aiuto indiano. Abbiamo avuto molta cooperazione tra i due paesi. Abbiamo collaborato “Non è possibile per noi nemmeno pensare di poter sostituire i nostri vicini più prossimi”.

READ  La guerra ucraino-russa: ultime notizie - The New York Times

Il 2 gennaio, il primo ministro Modi ha visitato il territorio sindacale di Lakshadweep e ha condiviso diverse foto, tra cui una “esperienza esaltante” in cui tentava di fare immersioni subacquee.

In una serie di post sul sito

In un post ora cancellato, il vice ministro maldiviano per l’empowerment giovanile, Shiona, ha fatto un riferimento sarcastico e irrispettoso al primo ministro Modi.

Domenica il governo delle Maldive ha preso le distanze dalle osservazioni offensive del ministro Maryam Shiona, affermando che la sua opinione non riflette quella del governo.

Il governo ha aggiunto che verranno intraprese “azioni appropriate” contro il ministro, che sta vivendo una tempesta sui social media per il suo post.

Il governo ha aggiunto di ritenere che la libertà di espressione dovrebbe essere esercitata “in modo democratico e responsabile, e in modi che non diffondano odio e negatività e ostacolino le strette relazioni tra le Maldive e i suoi partner internazionali”.

Per quanto riguarda la presenza delle forze indiane alle Maldive, il ministro ha detto: “Non si trattava affatto della presenza delle forze indiane qui o qualcosa del genere. Erano qui per aiutarci su richiesta del nostro governo. Molti governi successivi hanno richiesto che vengano ad aiutarci.” Ci hai aiutato a mantenere i nostri cittadini al sicuro ed è triste che non la vediamo in questo modo.

Ha detto che le Maldive non hanno mai avuto truppe indiane nel senso tradizionale delle Maldive.

“Nell'ambito della cooperazione in materia di difesa, l'India ci ha fornito supporto tecnico su base puramente umanitaria per spostare il nostro personale dalle isole al Mali. Le attrezzature fornite alle Maldive sono sempre state lì per assisterci, per assisterci con gli aiuti umanitari”, Egli ha detto. “Evacuazione della nostra gente. Gli elicotteri che erano lì… sono sotto il comando e il controllo della MNDF (Forza di difesa nazionale delle Maldive). La MNDF dice loro quando volare, come volare e cosa fare al riguardo.”

READ  Un aereo militare americano Osprey precipita al largo delle coste del Giappone con 8 persone a bordo; Il funzionario dice che almeno una persona è morta

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)