Giugno 17, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Matt Taibbi lascia Twitter dopo l’acquisizione di Substack Notes da parte di Musk

Matt Taibbi lascia Twitter dopo l’acquisizione di Substack Notes da parte di Musk

modalità

Profili Twitter

7 aprile 2023 | 20:43

Il giornalista di Twitter Files Matt Taibi ha annunciato venerdì che lascerà con riluttanza la piattaforma dei social media dopo che le recenti modifiche del CEO Elon Musk l’hanno resa “inutilizzabile” per lui.

Taibbi è stato uno dei pochi giornalisti a cui Musk ha concesso l’accesso alle comunicazioni interne di Twitter lo scorso anno dopo aver acquistato il colosso dei social media, rivelando come la società abbia collaborato con le agenzie governative per imporre la censura e sopprimere informazioni e notizie, tra cui lo scoop Bombshell Hunter Biden di The Post. in vista delle elezioni del 2020.

Come condizione per il suo accesso interno, Taib ha accettato di pubblicare i suoi rapporti direttamente tramite lunghi thread di Twitter. Tuttavia, Taibeh e il collega giornalista Barry Weiss hanno pubblicato le loro storie su Substack, che consente agli scrittori di condividere le loro storie con abbonati paganti, Mediaite ha riferito.

Dopo che Substack ha annunciato Notes, una nuova funzionalità competitiva che consente post brevi simili a tweet, Twitter ha risposto bloccando la possibilità di condividere collegamenti o persino includere tweet nei post di Substack, secondo l’outlet.

In una pubblicazione intitolataIl venerdì più pazzo di sempreTibi ha spiegato perché ha lasciato Twitter e ha scritto che la piattaforma di Musk vede Substack Notes come un “concorrente ostile”.

Tibi ha detto che avrebbe lasciato Twitter dopo che la società ha vietato agli utenti di Substack di condividere i link di Twitter sulla piattaforma.
WireImage

Ha detto che la mossa probabilmente “avrà un prezzo in termini di qualsiasi futura segnalazione dei profili Twitter”.

“All’inizio di questo pomeriggio, ho appreso che i collegamenti Substack sono stati bloccati su Twitter. Dato che poter condividere i miei articoli è il motivo principale per cui utilizzo Twitter, sono andato nel panico e ho chiesto cosa stesse succedendo”, ha twittato Taiba.

READ  Futures Dow: il mercato si aspetta questo dal presidente della Fed Powell; 5 titoli nelle aree di acquisto

“Si scopre che Twitter è arrabbiato per la nuova funzione Substack Notes, che vedono come un concorrente ostile. Quando ho chiesto come avrei dovuto commercializzare il mio lavoro, mi è stata data la possibilità di pubblicare i miei articoli su Twitter invece che su Substack, ha proseguito l’ex giornalista di Rolling Stone.

“Non c’è molta suspense lì; Sto al Substack. Siete stati tutti meravigliosi con me, così come la gestione di questa azienda. A partire dall’inizio della prossima settimana, utilizzerò la nuova funzione Substack Notes (a cui avrai accesso per tutti) invece di Twitter, una decisione che sembra avere un prezzo in termini di eventuali rapporti futuri sul profilo Twitter,” Taibbi ha scritto.

Ha concluso: “Ne è valsa la pena e sarò sempre grato a coloro che mi hanno dato la possibilità di lavorare su quella storia, ma l’uomo è questo pianeta pazzo”.

Musk ha scelto Taibah come uno dei pochi giornalisti per scrivere di comunicazioni interne su Twitter prima che subentrasse.
Reuters

Taibah ha pubblicato il primo di numerosi rapporti “Twitter Files” nel dicembre 2022, che ha rivelato il caos e la confusione a porte chiuse dopo che un piccolo gruppo di alti dirigenti ha preso la decisione di etichettare la storia di The Post’s Hunter “materiale di Hacked Biden”, nonostante qualsiasi prova.

La decisione di censurare la storia di The Post è stata presa “ai massimi livelli dell’azienda”, secondo Tibi, ma senza il coinvolgimento dell’allora CEO Jack Dorsey. E-mail e commenti di ex dipendenti di Twitter esaminati dal giornalista hanno mostrato che “tutti sanno” che la soppressione della storia da parte del gigante dei social media “è stata scandalosa”.

Mentre era ancora CEO, Dorsey ha ammesso durante un’audizione del Congresso del marzo 2021 sulla disinformazione e sui social media che nascondere il rapporto di The Post era “totalmente sbagliato”.

Il secondo giro di file su Twitter, pubblicato in un thread giorni dopo dal collega giornalista Bari Weiss, descrive in dettaglio come la società di social media abbia segretamente “bloccato l’ombra” un certo numero di utenti di estrema destra.

READ  Le entrate trimestrali di GameStop superano le stime per la crescita della domanda di videogiochi

Tibi ha poi riferito di come Twitter abbia deciso di bandire l’ex presidente Donald Trump dalla piattaforma all’indomani della rivolta del Campidoglio del 6 gennaio 2021, mentre gli alti funzionari sono rimasti in contatto con diverse agenzie governative in merito alla decisione.

Al-Tayeb ha testimoniato davanti alla commissione giudiziaria della Camera il mese scorso e ha accusato i media di collusione con il governo.
AP

Informazioni successive hanno rivelato che dipendenti e alti dirigenti hanno insistito affinché l’ex Trump venisse rimosso dal sito anche se gli ispettori dell’azienda non hanno riscontrato abusi nei tweet dell’ex presidente.

In un altro rapporto sorprendente, Tibi ha anche rivelato che la CIA è stata coinvolta per anni nella supervisione dei contenuti di Twitter.

Le comunicazioni interne hanno rivelato che Elvis Chan dell’FBI, evidenziato in altri comunicati di “Twitter Files”, ha chiesto ai dirigenti dell’azienda di “invitare l’OGA” – o un’altra agenzia governativa, di solito intendendo la CIA – a una conferenza imminente.

Al-Tayeb ha riferito che “l’incontro regolare[s] Dalla Task Force multi-agenzia per l’influenza straniera (FITF), a cui hanno partecipato Twitter e “quasi tutte le principali aziende tecnologiche”. [including] Facebook, Microsoft, Verizon, Reddit, persino Pinterest e molti altri” – aveva “lo staff dell’FBI” e – quasi sempre – uno o due partecipanti taggati in “OGA” per discutere questioni esterne.

Attraverso la FITF, l’intelligence statunitense ha incaricato gli analisti di Twitter di estenuanti indagini sugli account Twitter nazionali che presumibilmente hanno nefasti collegamenti con l’estero, rivelano i documenti, intensificandosi con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali del 2020 ma continuando nel 2022.

Musk ha chiesto pubblicamente la piena divulgazione del motivo per cui Twitter ha deciso di bloccare i rapporti del Washington Post sul figlio del presidente Biden, Hunter.
AP

I monitor dei contenuti di Twitter hanno analizzato i dati IP degli utenti, i numeri di telefono e persino valutato se i nomi utente “suonano russi” per corroborare le accuse del governo, ma spesso non ci sono riusciti.

Tibi ha testimoniato davanti alla commissione giudiziaria della Camera il mese scorso e ha accusato i media mainstream di essere “un braccio del sistema di monitoraggio del pensiero sponsorizzato dallo stato”, creando “una forma di maccartismo digitale”.

READ  Gli investitori al dettaglio chiave in Tesla rischiano di perdere un voto all’AGM

Abbiamo appreso che Twitter, Facebook, Google e altre società hanno sviluppato un sistema formale per ricevere “richieste” di moderazione da ogni angolo del governo: FBI, DHS, HHS, DOD, Center for Global Engagement del paese e persino la CIA. ”, Ha detto.

Lo stesso giorno in cui ha testimoniato, un agente dell’IRS ha visitato la casa di Thebes nel New Jersey.

Tibi ha detto che l’agente che ha visitato ha lasciato un biglietto chiedendogli di contattare l’ufficio delle imposte dopo quattro giorni. Quando lo ha fatto, secondo quanto riferito un agente dell’IRS gli ha detto che i suoi ritorni del 2018 e del 2021 erano stati negati a causa di problemi di furto di identità.

Un agente dell’IRS ha visitato la casa di Taipei nel New Jersey lo stesso giorno in cui ha testimoniato a Washington.
AP

Secondo quanto riferito, Tibi ha fornito documenti alla commissione giudiziaria della Camera che dimostrano che la sua dichiarazione dei redditi del 2018 è stata accettata elettronicamente e ha affermato che l’intervento di marzo ha segnato la prima volta in più di quattro anni che gli è stato detto che era stato negato.

Il presidente della commissione giudiziaria della Camera Jim Jordan (R-Ohio) lunedì ha chiesto all’IRS di consegnare tutti i documenti relativi alla visita. Entro il 10 aprileincluso[a]Tutti i documenti e le comunicazioni tra o tra l’IRS, il Dipartimento del Tesoro e qualsiasi altra entità del ramo esecutivo che si riferisca o sia correlata a Matthew Taibi.

Non è chiaro se El-Taibi continuerà a pubblicare i rapporti sui profili Twitter dopo essere uscito dalla piattaforma, dove ha 1,8 milioni di follower.


carica altro…




https://nypost.com/2023/04/07/matt-taibbi-leaving-twitter-after-musk-changes-over-substack-notes/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l’URL di condivisione