Ottobre 7, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuovi scontri scoppiati tra Azerbaigian e Armenia

Aereo privato Cessna precipita al largo delle coste della Lettonia

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reuters) – Le agenzie di stampa russe hanno riferito all’inizio di martedì che gli scontri sono scoppiati tra le forze azere e armene in una ripresa delle ostilità vecchie di decenni legate alla contesa regione del Nagorno-Karabakh.

L’Azerbaigian, che ha riaffermato il pieno controllo della regione in un conflitto di sei settimane nel 2020, ha riconosciuto le vittime tra le sue forze. L’Armenia non ha menzionato le vittime, ma ha detto che gli scontri sono continuati nella notte.

Il governo di Yerevan ha affermato che si sarebbe basato su un accordo di cooperazione con la Russia e avrebbe invitato il blocco di sicurezza guidato dalla Russia, l’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva e il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha riferito Interfax.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Oltre al presidente russo Vladimir Putin, il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha invitato il presidente francese Emmanuel Macron e il segretario di Stato americano Anthony Blinken a discutere della situazione.

Blinken ha sollecitato la fine immediata delle ostilità che ciascuna parte ha attribuito all’altra. Leggi di più

Le agenzie hanno citato una dichiarazione rilasciata dal Ministero della Difesa azerbaigiano in cui si afferma che “diversi siti, rifugi e punti di rinforzo delle forze armate azerbaigiane … sono stati sottoposti a intensi bombardamenti da parte di armi di vario calibro, compresi i mortai, da parte di unità dell’esercito armeno .”

Di conseguenza, ci sono perdite di personale e danni alle infrastrutture militari”.

Dichiarazioni azerbaigiane affermano che le forze armene hanno partecipato ad attività di intelligence ai suoi confini, trasferito armi nella regione e lunedì sera hanno condotto operazioni minerarie.

READ  L'Ucraina completa il questionario sull'adesione all'UE

Ha affermato che le sue azioni erano “di natura locale e mirate a obiettivi militari”.

Il ministero della Difesa armeno ha dichiarato: “Continuano gli intensi spari – sono iniziati a seguito di una provocazione su larga scala da parte azerbaigiana. Le forze armate armene hanno lanciato una risposta proporzionata”.

Il conflitto scoppiò per la prima volta alla fine degli anni ’80, quando entrambe le parti erano sotto il dominio sovietico e le forze armene conquistarono vasti tratti di terra vicino al Nagorno-Karabakh, riconosciuto a livello internazionale come territorio dell’Azerbaigian, ma con una numerosa popolazione armena.

L’Azerbaigian ha riconquistato quei territori nei combattimenti del 2020, che si sono conclusi con un armistizio mediato dalla Russia e il ritorno di migliaia di residenti nelle case da cui erano fuggiti.

Da allora, i leader dei due paesi si sono incontrati più volte per elaborare un trattato volto a stabilire una pace duratura.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Reuters. Montaggio di Ron Popesky, Chris Reese e Sam Holmes

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.