Novembre 26, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Zelensky ha affermato che l’Ucraina ha liberato quasi 1.000 insediamenti dal controllo russo

Zelensky ha affermato che l'Ucraina ha liberato quasi 1.000 insediamenti dal controllo russo

il nuovoOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato mercoledì in ritardo la liberazione di quasi 1.000 insediamenti dagli invasori russi.

Il discorso di Zelensky si è concentrato sul possibile ingresso dell’Ucraina nell’Unione europea, commemorando la visita del presidente del Consiglio europeo Charles Michel. “Questo è il momento storico in cui possiamo sviluppare la velocità massima per l’adesione all’Unione europea”, ha affermato. “Abbiamo già dimostrato che lo stato ucraino e le istituzioni pubbliche sono abbastanza efficaci da resistere anche alla prova della guerra. Stiamo già facendo molto per proteggere la libertà nel continente europeo come nessun altro paese ha fatto prima”.

La Russia invade l’Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

In questo contesto, il Presidente ha elogiato il successo dell’Ucraina nel ripristinare le comunità occupate dalle forze russe all’inizio del conflitto. Durante l’iniziale invasione russa, le forze russe presero posizione intorno alla capitale, Kiev, e la assediarono per circa un mese. Ma nelle ultime settimane, la Russia ha rifocalizzato la sua guerra sull’Ucraina orientale e meridionale, in particolare sulla regione separatista del Donbass.

Kiev, Ucraina – 11 marzo 2022 – Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky è apparso durante il suo consueto discorso alla nazione, Kiev, la capitale dell’Ucraina. Il capo dello Stato ha affermato che abbiamo già raggiunto una svolta strategica e ci stiamo avviando verso la nostra vittoria. Immagine per gentile concessione del Servizio stampa dell’Ufficio del Presidente dell’Ucraina.
(UKRINFORM/Ukrinform/Future Publishing tramite Getty Images | Getty)

Il ritiro russo dalla periferia di Kiev ha scioccato il mondo, con ucraini e visitatori che hanno assistito a fosse comuni e scene di tortura e distruzione in città come Bucha. Tuttavia, Zelensky ha propagandato la capacità del suo paese di ripristinare tali società, affermando che questo risultato dimostra l’idoneità dell’Ucraina ad entrare nell’Unione Europea.

READ  Aggiornamenti live: la guerra della Russia in Ucraina

“Il ritorno alla vita normale delle città e delle comunità ucraine liberate continua”, ha affermato il presidente. 934 insediamenti sono già stati liberati. La polizia ha ripreso a lavorare in 435 insediamenti. L’autogoverno locale iniziò in 431 città. E l’opera del quartier generale umanitario è stata avviata in 361 insediamenti.

La Russia rifiuta il cessate il fuoco per l’evacuazione dei civili durante la settimana di Pasqua ortodossa orientale

“Stiamo gradualmente ripristinando l’accesso delle persone ai servizi medici ed educativi, agli organismi di protezione sociale”, ha aggiunto Zelensky. “Stiamo ripristinando le infrastrutture di strade, elettricità, gas e acqua”, ha aggiunto.

Irina Zubchenko porta a spasso il suo cane Max in mezzo alla devastazione causata dal bombardamento di un centro commerciale a Kiev, in Ucraina, lunedì.

Irina Zubchenko porta a spasso il suo cane Max in mezzo alla devastazione causata dal bombardamento di un centro commerciale a Kiev, in Ucraina, lunedì.
(AP/Rodrigo Abd)

Il presidente ha evidenziato molte minacce rimaste come “mine, cavi inciampati piantati dagli occupanti e ordigni inesplosi”, osservando che richiede molto tempo e sforzi “per neutralizzarli tutti”.

“Ancora una volta, esorto i nostri cittadini che tornano nelle società liberate a esercitare la massima cautela”, ha avvertito. “Non entrare in un’area che non è stata ancora perquisita. Non entrare ancora nel bosco. Se vedi qualcosa che assomiglia a una mina o a una mina a filo, segnalalo immediatamente alla polizia e ai soccorritori. Non ritardare o tentare di rimuovere da soli gli oggetti pericolosi.

Il presidente ha anche celebrato il ritorno delle squadre diplomatiche a Kiev.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parla durante una conferenza stampa congiunta con il presidente del Consiglio europeo a Kiev il 3 marzo 2021.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parla durante una conferenza stampa congiunta con il presidente del Consiglio europeo a Kiev il 3 marzo 2021.
(Foto di SERGEY DOLZHENKO/POOL/AFP via Getty Images)

“È importante che la missione dell’UE e le ambasciate dei paesi amici riprendano a lavorare a Kiev”, ha affermato. “Questo è uno dei segnali necessari per dire alla Russia che non c’è alternativa alla pace. Non c’è alternativa alla fine della guerra e alla completa sicurezza dell’Ucraina. E più le missioni diplomatiche tornano a lavorare nella nostra capitale, più forte è questo importante segnale sarà”.

READ  Ken Tanaka, la persona più anziana del mondo, è morto in Giappone all'età di 119 anni

Zelensky ha osservato che 18 missioni estere sono tornate a lavorare nella capitale, comprese missioni da Italia, Iran, Kazakistan, Lettonia, Lituania, Moldova, Polonia, Santa Sede, Slovenia, Tagikistan, Turkmenistan, Turchia, Francia, Repubblica Ceca ed Estonia .

Il presidente ha riconosciuto l’attuale offensiva russa nell’est e nel sud, osservando che la situazione rimane “il più pericolosa possibile”.

CLICCA QUI PER APPLICAZIONE FOX NEWS

“Gli occupanti non rinunciano a cercare di ottenere almeno una vittoria per se stessi attraverso una nuova offensiva su larga scala”, ha detto. “Almeno qualcosa con cui possono ‘nutrire’ i propagandisti”.

Le forze russe hanno quasi catturato la città strategica di Mariupol e il comandante del Corpo dei Marines ucraini ha schierato a supplica disperata estrarre mercoledì.