Febbraio 28, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Axiom e SpaceX lanciano la terza missione con equipaggio sulla stazione spaziale

Axiom e SpaceX lanciano la terza missione con equipaggio sulla stazione spaziale
Ingrandire / Un razzo Falcon 9 decolla dal Kennedy Space Center della NASA per iniziare la missione dell'equipaggio commerciale dell'Ax-3.

Stephen Clark/Ars Technica

Per la terza volta un equipaggio interamente privato si dirige verso la Stazione Spaziale Internazionale. La squadra di quattro uomini è andata via dal Kennedy Space Center della NASA in Florida a bordo di un razzo SpaceX Falcon 9 giovedì, iniziando un inseguimento di 36 ore per il laboratorio di ricerca in orbita. L'attracco è previsto per sabato mattina.

La missione di due settimane è gestita da Axiom Space, con sede a Houston, che vola a missioni di astronauta privata alla stazione spaziale internazionale come trampolino di lancio verso la costruzione di una stazione spaziale completamente commerciale in orbita terrestre bassa entro la fine di questo decennio.

La terza missione Axiom, chiamata Ax-3, è stata lanciata giovedì alle 16:49 EDT (21:49 UTC). I quattro astronauti sono stati legati ai loro posti all'interno del Dragon Freedom Spacecraft di SpaceX in cima a un razzo Falcon 9. Questa è la dodicesima volta che SpaceX ha lanciato una missione di volo spaziale in equipaggio e potrebbe essere la prima delle cinque missioni di Dragon in equipaggio quest'anno.

Il razzo Falcon 9 si è diretto a nord -est dal Kennedy Space Center per allinearsi con il percorso di volo della Stazione Spaziale Internazionale. Dopo aver fatto esplodere la copertura nuvolosa, il primo stadio riutilizzabile del razzo si è separato due minuti e mezzo dopo il decollo per iniziare la sua discesa a Cape Canaveral per l'atterraggio. Il palco superiore ha acceso un singolo motore per trasportare in orbita la capsula del drago.

Non esiste una festa di pensionamento

In Osservazioni trasmesse a terra poco dopo il lancio, il comandante AX-3 Michael Lopez Alegría ha descritto le sensazioni di lancio come “accelerazione, un po 'di vibrazioni, solo la sensazione che stai andando veloce. Wow, che brivido!”

Lopez Alegría è un astronauta di origine spagnola e veterano della Marina degli Stati Uniti. È uno degli astronauti più esperti della storia e l'AX-3 segna il suo sesto viaggio nello spazio. Lopez Alegría, 65 anni, si è ritirato dalla NASA nel 2012 dopo quattro missioni Space Shuttle. Ha lavorato come consulente e sostenitore del volo spaziale commerciale, quindi è entrato a far parte di Axiom nel 2017, guidando il primo volo spaziale privato dell'azienda nel 2022.

READ  Scopri l'Universo spendendo meno: il telescopio Celestron 114AZ è ora a metà prezzo

Allora perché mantenere un programma di formazione estenuante in un’età in cui la maggior parte dei piloti delle compagnie aeree commerciali rischia il pensionamento obbligatorio?

“Non invecchia mai”, ha detto Lopez Alegría in una conferenza stampa prima del lancio. “Penso di sentire un maggiore apprezzamento ad ogni lancio che si avvicina… La prima volta che vai, tieni duro e ti godi il viaggio. Ma penso che apprezzi ognuno un po' di più, soprattutto quando ti rendi conto quanto sia raro e abbondante, quindi “sono felice di continuare a farlo”.

Ruota i comandi delle missioni Axiom con Peggy Whitson, un'altra astronauta della NASA in pensione.

“Axiom vuole sicuramente continuare a fare missioni di astronauti privati”, ha detto Lopez-Alegría. “Forse avremo altri comandanti in futuro, ma fintanto che mi chiederanno di volare, mi alzerò la mano.” È il primo astronauta a volare due volte sul veicolo spaziale drago di SpaceX.

“Penso che tu stia mostrando il massimo in riutilizzo: il comandante riutilizzato, riutilizzato Dragon, riutilizzato Falcon o forse è una parola”, Bill Gerstenmaier, un dirigente SpaceX che funge da ingegnere capo per il lancio di giovedì, ha scherzato. Migliore esperienza di volo. .

Il pilota Walter Velade si sedette a Lopez Alegría a destra durante la salita in orbita. È colonnello dell'Aeronautica Militare Italiana. Il primo astronauta della Turchia, Alper Geziravci e il pilota di prova svedese Markus Wandt, completano l'equipaggio AX-3. Si uniranno temporaneamente ai residenti a lungo termine che vivono sulla stazione spaziale, tra cui quattro membri dell'equipaggio che hanno volato a bordo di un veicolo spaziale drago nel complesso ad agosto per iniziare un soggiorno di sei mesi.

Stringere il mercato governativo

Villadei, Gezeravcı e Wandt stanno viaggiando alla stazione spaziale sotto contratti tra i loro governi e l'assioma. Gli astronauti, tutti ufficiali militari, condurranno esperimenti scientifici sviluppati dai ricercatori dei loro paesi e parteciperanno a eventi di istruzione e sensibilizzazione dall'orbita.

Sono in corso più di 30 documenti di ricerca sull'Ax-3, che vanno dagli esperimenti di fisiologia che studiano come la microgravità influisce sul corpo umano, alle dimostrazioni tecnologiche e alle geoscienze. Ad esempio, l’Aeronautica Militare italiana ha sviluppato uno strumento software che testerà sull’Ax-3 per fornire alla stazione spaziale avvisi relativi ai detriti spaziali e alla meteorologia spaziale. Türkiye invia esperimenti nei campi di genetica e minerali. La Svezia e l'Agenzia spaziale europea sponsorizzano esperimenti di ricerca cerebrale, controllo remoto, intelligenza artificiale e cellule staminali.

READ  La misteriosa medusa è in realtà composta da 1020 vermi che vogliono essere caccati
Michael Lopez-Alegría, Albert Geseraphci, Markus Wandt e Walter Velade si trovano all'interno del braccio di accesso alla squadra di Spacex al complesso di lancio 39a in Florida.
Ingrandire / Michael Lopez-Alegría, Albert Geseraphci, Markus Wandt e Walter Velade si trovano all'interno del braccio di accesso alla squadra di Spacex al complesso di lancio 39a in Florida.

SpaceX

Ma c'è un elemento inconfondibile di orgoglio nazionale intrecciato con questi obiettivi scientifici.

Veladi vola sotto la bandiera italiana in base a un accordo tra il governo italiano e l'assioma, mentre la maggior parte degli astronauti italiani ha storicamente volato sotto l'ombrello dell'Agenzia spaziale europea. In precedenza aveva volato nello spazio su un volo suborbitale sul piano spaziale di Virgin Galactic, registrando solo pochi minuti di microgravità. Era uno dei tre membri dell'Aeronautica italiana a bordo di un volo Galattico vergine lo scorso giugno.

“Questa missione è molto importante per l'Italia”, ha detto Viladi. “È un passo fondamentale nella nostra strategia spaziale nazionale”.

Il volo di Geziravcı è considerato storico, poiché è il primo cittadino turco a viaggiare nello spazio. “Abbiamo aspettato a lungo perché questa missione diventasse reale”, ha detto. “Sono davvero onorato di svolgere questo ruolo in questa missione e di poter realizzare tutto ciò”.

La missione Wandt è stata resa possibile attraverso un accordo tra l'Agenzia spaziale europea e l'agenzia spaziale nazionale svedese. L'ESA ha quindi rescisso l'accordo con Axiom per garantire il posto di Wandt sull'Ax-3.

La presenza di Wandt nell'equipaggio è la prima volta per l'ESA. Questa è la prima volta che l'agenzia spaziale manda in orbita uno dei suoi astronauti con una compagnia commerciale, piuttosto che con un accordo intergovernativo con gli Stati Uniti o la Russia. Era uno dei 17 astronauti selezionati dall'Agenzia spaziale europea nel 2022, ma è entrato a far parte dei ranghi dell'ESA come astronauta di riserva, il che significa che continuerà la sua carriera come pilota collaudatore presso Saab Aeronautics fino a quando non sarà selezionato per una missione spaziale.

READ  Come vedi la nuova cometa "verde"?

Non dovette aspettare a lungo. “Questo volo aggiuntivo è arrivato e la Svezia è stata molto decisiva in questo e si è rapidamente unita all'industria, alle forze armate, al governo e all'Agenzia spaziale europea per far sì che ciò accadesse con Axiom”, ha affermato Wandt.

L'ESA ha sei astronauti attivi che sono volati nello spazio, oltre a cinque nuovi astronauti e 12 di riserva che saranno selezionati nel 2022. opportunità di volo commerciale come questa con assioma consentono a più europei di accedere allo spazio. Un astronauta di backup dell'ESA potrebbe allontanarsi dalla Polonia in missione Axiom entro la fine dell'anno.

“Abbiamo il nostro team di astronauti, che costituisce la spina dorsale delle nostre attività di volo spaziale umano”, ha detto giovedì Daniel Neuenschwander, direttore dell'esplorazione umana e robotica dell'ESA, in un'intervista ad Ars. “Ma abbiamo anche selezionato queste riserve, che sono un bacino di talenti, mentre cogliamo le opportunità che si presentano. Ciò ci consente di svolgere più attività nel volo spaziale umano.”

Axiom non annuncia i prezzi dei posti per le sue missioni sulla stazione spaziale, ma in passato sarebbero costati circa 55 milioni di dollari. I media svedesi ne hanno parlato lo scorso anno La Svezia ha ampliato il suo investimento in ESA di oltre 400 milioni di krona svedesi, o più di $ 38 milioni ai tassi di cambio attuali, per consentire l'opportunità di volo spaziale di Wandt.

I funzionari di Axiom considerano gli astronauti sostenuti dal governo come un mercato redditizio. È diverso dall'immagine tradizionale dei ricchi turisti spaziali che pagano per entrare in orbita. Ovviamente c'è un elemento di questo tipo anche nel lavoro di Axiom. La prima missione Axiom nel 2022 ha trasportato tre astronauti privati, mentre l’Ax-2 dell’anno scorso ha pilotato un equipaggio misto composto da un comandante Axiom, un uomo d’affari americano e due astronauti sauditi in una missione sponsorizzata dal governo.

La NASA supporta anche queste speciali missioni degli astronauti. L'agenzia spaziale statunitense ha aperto la Stazione Spaziale Internazionale ai visitatori privati ​​che volano in missioni completamente commerciali nel 2019. Questa è una pietra angolare della strategia della NASA per incrementare il mercato commerciale per il volo spaziale umano nell'orbita terrestre bassa, con un occhio verso la costruzione di un'impresa commerciale. Il caso di una stazione spaziale di proprietà privata per sostituire la Stazione Spaziale Internazionale dopo il suo ritiro previsto nel 2030.