Ottobre 4, 2022

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

ESCLUSIVO: Zelensky afferma che l’Ucraina non rinuncerà al territorio in cambio della pace con la Russia

ESCLUSIVO: Zelensky afferma che l'Ucraina non rinuncerà al territorio in cambio della pace con la Russia

“Gli ucraini non sono pronti a rinunciare alle loro terre, ad accettare che queste terre appartengano alla Russia. Questa è la nostra terra”, ha detto Zelensky in un’intervista esclusiva trasmessa giovedì alla “Situation Room” della CNN.

“Ne parliamo sempre e abbiamo intenzione di dimostrarlo”, ha aggiunto.

Zelensky ha parlato alla CNN contemporaneamente a uno dei suoi principali alleati occidentali, il Primo Ministro britannico Boris Johnson ha annunciato che si sarebbe dimesso. Parlando in ucraino attraverso un interprete, Zelensky si è detto fiducioso che la politica britannica nei confronti dell’Ucraina “non cambierà” anche se la leadership del paese è in subbuglio.

“Non si è licenziato perché era in Ucraina. Penso al contrario, quello che Johnson ha fatto per l’Ucraina ci ha aiutato molto. Lo considero un amico dell’Ucraina, ma penso che la sua comunità abbia sostenuto l’Ucraina anche in Europa. Ecco perché ho penso che il Regno Unito sia dalla parte buona, oltre all’Ucraina”, ha detto Zelensky.

“E sono sicuro che la politica del Regno Unito nei confronti dell’Ucraina non cambierà… a causa delle dimissioni di Boris Johnson. È chiaro che le nostre relazioni hanno guadagnato molto dalla comprensione delle cose da parte di Boris Johnson. Abbiamo attraversato molti momenti drammatici molto rapidamente . Ci ha aiutato ‘Ricercato’ è stato consegnato abbastanza rapidamente Cosa… se (le sue dimissioni) influiranno su questa velocità di aiuto non lo so. Pregherò Dio che non influisca su questo aiuto.”

La guerra della Russia con l’Ucraina Ora è in funzione da più di quattro mesi, senza alcun segno che nessuna delle parti si abbassi presto. I primi successi dell’Ucraina hanno costretto la Russia a ridimensionare i suoi obiettivi iniziali di rovesciare Kiev e le forze di Mosca sono ora concentrate sulla conquista del territorio nell’Ucraina orientale. Le forze russe hanno ora occupato la maggior parte della regione di Luhansk, al di fuori di alcune sacche di resistenza, e stanno spingendo verso le città di Donetsk.
Lo ha riferito la CNN la scorsa settimana I funzionari della Casa Bianca stanno perdendo la fiducia che l’Ucraina sarà in grado di riconquistare tutto il territorio perso alla Russia dall’inizio della guerra, anche con l’aiuto delle armi più pesanti e più avanzate che gli Stati Uniti e i loro alleati intendono fornire a Kiev.

Zelensky ha riconosciuto che la Russia controlla “quasi tutta la regione di Luhansk”, affermando che le sue forze “stanno ora combattendo alla periferia di questa regione”. Ha detto che Kiev si è ritirata per evitare significative perdite di truppe.

READ  Il produttore di chip di Apple TSMC afferma che la guerra tra Cina e Taiwan farà tutti i perdenti

“Non capisco nemmeno cosa stiano controllando esattamente lì. Hanno distrutto città e scuole. Sono macerie di macerie?” disse Zelensky.

Zelensky si è detto felice di accettare Svezia e Finlandia come membri della NATO, anche se l’alleanza militare occidentale ha resistito a lungo ad accettare l’Ucraina come membro.

“Non è una comprensione superficiale, ma una profonda comprensione dei pericoli a cui questi paesi sono esposti a causa della posizione aggressiva della Russia nei confronti degli stati sovrani”, ha affermato Zelensky. “Ecco perché sosteniamo pienamente la loro adesione. Il mondo intero aiuta l’Ucraina, alcuni forniscono aiuti umanitari, alcuni aiuti finanziari o militari ed entrambe le case ci sostengono negli Stati Uniti.

“Il mondo sta facendo molto, ma avrebbe potuto essere più facile: l’Ucraina avrebbe potuto essere accettata come membro della NATO. Sarebbe molto più chiaro di quanto la gente immagini”.

Tuttavia, Zelensky ha espresso gratitudine per il sostegno militare ricevuto dall’Ucraina dagli Stati Uniti, che hanno fornito armi di maggiore capacità mentre la guerra si trascinava, esortando l’Occidente a continuare a fornire supporto militare per aiutare l’Ucraina a continuare la sua lotta.

“Gli Stati Uniti aiutano molto l’Ucraina, ma non è abbastanza per vincere. Spero che la mia fiducia in questo aiuto accelererà l’Ucraina”, ha detto Zelensky. “Vogliamo aumentare questa assistenza: stiamo combattendo per la nostra terra, non vogliamo che persone di paesi diversi combattano per la nostra terra. Ma gli Stati Uniti sono un’economia globale e possono aiutarci con armi e denaro.

“Inoltre, gli Stati Uniti possono influenzare le decisioni dei paesi europei – e questo è anche supporto politico. Devo essere onesto, alcuni paesi in Europa vogliono un equilibrio tra Russia e Ucraina. Ma grazie all’aiuto americano hanno iniziato a sostenerlo, quando parlo delle dimensioni e della velocità del supporto delle armi, non sto solo implorando (a) gli Stati Uniti, mi rivolgo a tutti i leader mondiali e dico che un’assistenza più rapida, una maggiore assistenza, salveranno vite ucraine e ci aiuteranno a ripristinare le terre occupata dalla Russia”.

READ  Blinken afferma che le sfide dell'immigrazione che devono affrontare gli Stati Uniti al confine meridionale "al di là di qualsiasi cosa chiunque abbia mai visto prima".

Alla domanda se la guerra potrebbe finire prima della fine dell’anno, Zelensky ha detto: “Il nostro paese rimarrà unito e unito. Se le armi potenti dei nostri partner arriveranno da noi in tempo, e se la buona fortuna e Dio verranno dalla nostra parte , possiamo ottenere molte cose Prima della fine dell’anno possiamo fermare questa guerra. Possiamo fermare, almeno, la parte militare di questa guerra”.

Zelensky ha anche ripetuto il suo invito al presidente degli Stati Uniti Joe Biden a visitare Kiev, dicendo che avrebbe inviato un messaggio alla Russia e al mondo.

“Vorremmo vedere il presidente Biden in Ucraina. Ho sentito che sostiene l’idea. Ci sono alcuni momenti di sicurezza che ostacolano la sua visita e lo capiamo”, ha detto Zelensky. “Penso davvero che questo aiuterà gli ucraini. Gli ucraini () supportano gli Stati Uniti e la fiducia degli ucraini negli Stati Uniti è molto alta, come il Regno Unito, la Polonia e gli stati baltici.

“Quindi, le visite dei leader mondiali che non sono solo partner ma veri amici – danno un segnale, un segnale, che gli Stati Uniti sostengono l’Ucraina perché credono nella vittoria dell’Ucraina e non hanno paura della Russia. Arrivano nonostante i missili di nell’aria. Non hanno paura di Putin perché il mondo è più grande, molto più del leader di un Paese”.