Luglio 21, 2024

TeleAlessandria

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il reclutatore spiega come l’attuale mercato del lavoro non sia normale

Il reclutatore spiega come l’attuale mercato del lavoro non sia normale

Se stai cercando un lavoro, lo hai sentito, altrimenti ne hai sicuramente sentito parlare. Il mercato del lavoro di oggi sembra un incubo a un livello mai visto prima.

È facile sentirsi soli in questa situazione o pensare che sia colpa tua. Ma un reclutatore ha un messaggio per i professionisti: “Non sei tu, sono loro”.

Un reclutatore ha spiegato come l’attuale mercato del lavoro non sia normale.

Anche gli esperti concordano sul fatto che il nostro mercato del lavoro non è buono e sembra peggiorare. Con le notizie che emergono con una serie di licenziamenti e quello che sembra un livello insormontabile di concorrenza quando si fa domanda per un lavoro, la prospettiva di trovare e mantenere un lavoro è scoraggiante.

È facile sentirsi sopraffatti in mezzo a tutto questo tumulto, soprattutto perché esperti, economisti, politici e notizie ci dicono costantemente che l’economia è in forte espansione e il mercato del lavoro non è mai stato così caldo. Ti rimane solo un risultato: il problema sei tu.

CORRELATO: Il manager chiede alla dipendente di lavorare con un periodo di preavviso obbligatorio di 3 mesi dopo le sue dimissioni in modo che possa “trovare e formare il suo sostituto”

Ma l’esperto di occupazione e mercato del lavoro Brian Creeley ritiene che l’idea sia ingannevole. In un recente post su LinkedIn, ha condiviso quanto sia strano il mercato del lavoro, e in un video successivo ha rivelato perché è tutto così esasperantemente strano.

Il reclutatore ha menzionato diverse cose “innaturali” nel nostro attuale mercato del lavoro che ci stanno facendo impazzire.

“Non è normale competere con altri 2.000 candidati per una posizione [bad] “Un lavoro”, ha scritto Creeley in un post su LinkedIn. “Non è normale sottoporsi a sette cicli di interviste (solo per rimanere nascosti).”

READ  Esclusivo: il produttore di veicoli elettrici Rivian taglia il 6% dei posti di lavoro a causa della guerra dei prezzi - Memorandum interno

“Non è normale essere licenziati un mese dopo aver ottenuto una promozione. Non è normale vergognarsi di rifiutarsi di lavorare gratis per mettersi alla prova”, ha continuato, aggiungendo altre esperienze comuni, come l’annullamento di un’offerta di lavoro all’ultimo minuto. e il ritorno in carica implica minacce di licenziamento.

Il post di Creeley ha sicuramente avuto risonanza. Molte persone nei commenti hanno riferito di aver assistito esattamente a ciò che ha descritto. Un TikToker ha condiviso il post di Creely sull’app, definendo ciò che ha fatto “molto importante” per chiunque “abbia difficoltà a trovare lavoro o a perdere il lavoro”.

CORRELATO: Il CEO afferma di poter capire quanto successo ha qualcuno semplicemente osservandolo effettuare un ordine in un bar

I suoi commenti erano pieni anche di persone che non sapevano più cosa fare con l’attuale mercato del lavoro. Quindi cosa sta succedendo esattamente? Molte cose e nessuna di queste è buona.

Secondo lui i brillanti rapporti economici e occupazionali non raccontano tutta la storia e che i datori di lavoro stanno sfruttando la confusione a proprio vantaggio.

“Ho trascorso la maggior parte degli ultimi 20 anni come reclutatore aziendale e non ho mai visto un mercato del lavoro così incasinato”, ha detto Creeley in un video su YouTube in cui spiega quanto sia bizzarro il nostro attuale mercato del lavoro.

Ha detto che i rapporti positivi che sentiamo costantemente sul mercato del lavoro e sul numero di opportunità di lavoro non sono affatto coerenti con altri indicatori, come le ondate di licenziamenti, soprattutto quelli che colpiscono specificamente i team di reclutamento, come è successo in aziende come Google.

READ  L'inflazione dell'Eurozona ha raggiunto un altro record, toccando il 10% a settembre

Un altro lavoratore disonesto ha fatto salire le cifre del mercato del lavoro? La nuova tendenza sono le false opportunità di lavoro, che le aziende pubblicano per una serie di motivi, anche per dare una falsa impressione della crescita di un’azienda.

Queste due forze si combinano in modo tale che, come dice Creeley, “un lavoro che potrebbe ottenere solo 100 domande nel mercato del lavoro regolare ora ne ottiene mille”, e molti di questi lavori non sono reali. Anche quando sono reali, sono spesso sospetti. Le aziende hanno anche licenziato i dipendenti, ha detto Creeley, e poi “[turning] Torniamo indietro e [posting] Stessi lavori come contratti o incarichi a breve termine.

CORRELATO: Il dipendente di Chick-fil-A ha tremato mentre prendeva ordini da asporto dopo essersi rifiutato di acquistare una giacca da dipendente da $ 60

A peggiorare le cose, l’enorme numero di persone in cerca di lavoro significa che i datori di lavoro stanno effettivamente cercando lavoro Noi siamo Assumere “può essere straordinariamente esigente”. Questo è uno dei motivi per cui così tante persone si sottopongono a più cicli di colloqui solo per essere ignorate o ricevono un’offerta che viene poi ritirata all’ultimo minuto. Ci sono così tanti candidati disponibili che alla fine non ha importanza.

Allora, cosa puoi fare per combattere tutto questo?

Bene, per quanto tutti desideriamo che esistano soluzioni magiche, Creeley ha detto che alla fine si tratta di un buon networking vecchio stile in modo da poter “saltare il reclutatore” e tutti i suoi processi strani e completamente ingiusti.

“Le persone che ottengono rapidamente questi lavori sono quelle che sfruttano la propria rete in modo molto efficace”, ha affermato. Se questo non è il tuo forte, Creeley ha suggerito di assumere coach o di seguire corsi online su argomenti come l’ottimizzazione del curriculum e come utilizzare LinkedIn a tuo vantaggio. Tutto ciò che ti aiuterà a distinguerti.

READ  Un giudice federale sta bloccando un piano della Casa Bianca volto a limitare le penalità per i ritardi sulle carte di credito

Ma forse ancora più importante, ha esortato le persone in cerca di lavoro e coloro che hanno difficoltà nella loro carriera a non “interiorizzare questi problemi” e ad impantanarsi nell’incolpare se stessi. Come ha giustamente affermato nel suo post su LinkedIn, “Non sei tu, sono loro”.

CORRELATO: Il reclutatore spiega perché novembre e dicembre sono in realtà i mesi migliori per candidarsi a lavori “aggressivi”

John Sundholm è uno scrittore di notizie e intrattenimento che si occupa di cultura popolare, giustizia sociale e argomenti di interesse umano.